Volley, Europei 2015 -L’Italia passeggia sulla Finlandia: le pagelle. Juantorena/Zaytsev indemoniati

OsmanyJuantorenaofItalycelebratesafterapoint-1.jpg

Ieri sera l’Italia ha sconfitto la Finlandia (clicca qui per la cronaca) guadagnandosi la qualificazione ai quarti di finale degli Europei 2015 di volley maschile dove questa sera affronterà la Russia. Di seguito le consuete pagelle degli azzurri.

 

OSMANY JUANTORENA: 8,5. Da solo regge il peso dell’attacco nel primo set, nel secondo va al servizio e per otto turni di battuta piazza il solco decisivo, nel terzo ci consente di rimanere aggrappati nel momento di maggior pressione finlandese piazzando poi l’ace che ipoteca il successo. Gli highlights di una prestazione sontuosa della nostra Pantera che oggi ha davvero trascinato la nostra Nazionale, migliorando anche il proprio apporto in ricezione (anche se non ancora totalmente eccellente) e regalandosi 14 punti (2 aces).

IVAN ZAYTSEV: 8. Stenta per buona parte del primo set poi lascia andare il braccio sul finire del parziale (un muro e un punto in palleggio) e da lì non si fermerà più. Lo Zar picchierà più forte che mai, sarà il grande terminale offensivo nel secondo parziale soprattutto quando Osmany andrà in serie dai 9 metri. Le percentuali salgono a dismisura (chiuderà col 62% in attacco, 14 punti) e riscatta l’opaca prestazione contro la Francia: domani servirà l’opposto dei giorni migliori, lo stesso che sfiancò la Russia tre settimane fa.

 

SIMONE GIANNELLI: 7,5. Impeccabile la gestione dei compagni, così varia da sfruttare il momento positivo di ciascun compagno. Juantorena prima, Zaytsev poi, Lanza sul finale. Contribuisce anche lui con un ace a dare il là alla rimonta nel secondo set, ottima visione di regia e un ulteriore rilancio.

FILIPPO LANZA: 6. La media tra un grande finale in crescendo (tre punti consecutivi nel botta e risposta contro la Finlandia che cercava di scappare) e una prima parte di match davvero disastrosa, soprattutto in ricezione. Da rivedere parecchie cose, non ha convinto: contro le big ci sarà bisogno di un apporto continuativo.

 

MATTEO PIANO e SIMONE BUTI: 7. Il reparto centrale fa guardia eccellente, piace l’intesa con Giannelli che continua a insistere con dei bellissimi primi piani. A muro ottima prestazione per entrambi, il capitano brilla con 3 stampatone affiancato dalle 2 del compagno. Confortanti.

MASSIMO COLACI: 6,5. La Finlandia alla fine crolla sui nostri colpi in attacco, fondamentale in alcune circostanze con delle difese grazie al quale l’Italia produce i contrattacchi decisivi.

DANIELE SOTTILE, SALVATORE ROSSINI: S.V.

Non entrati: LUCA VETTORI, OLEG ANTONOV, GIULIO SABBI, SIMONE ANZANI, JACOPO MASSARI.

 

(foto FIVB)

Lascia un commento

Top