Volley, Europei 2015 – Italia, punti di forza e punti deboli: il gruppo per puntare al titolo

PlayersofItalyhighfivepriortothematchbetweentheUSAandItaly-1.jpg

L’Italia è ormai pronta per disputare gli Europei 2015 di volley maschile che organizzerà, dal 9 al 18 ottobre, tra Torino e Busto Arsizio insieme alla Bulgaria (semifinali e finali a Sòfia). C’è tantissima fiducia sulla nostra Nazionale, reduce da una superlativa Coppa del Mondo, che vuole puntare al titolo ormai assente dal 2005.

 

  • FORTI INDIVIDUALITÀ. Zaytsev, Juantorena, Giannelli. Sono i nostri tre uomini più talentuosi e i nostri punti di forza.
  • SESTETTO TITOLARE FORTE. Ne abbiamo vuoto la prova in Coppa del Mondo. Solido, compatto, con dei pilastri decisivi. Una certezza che può incutere timore.
  • POTENZIALE OFFENSIVO. L’Italia è sicuramente una squadra a trazione anteriore ed è in attacco che riusciamo a rendere in maniera migliore.
  • OTTIMA REGIA. La rinfrescata Giannelli ha portato nuova aria in squadra e una visione di gioco molto più ampia.
  • CALORE DEL PUBBLICO. Il PalaVela e il PalaYamamay. Torino dovrà spingere gli azzurri al successo sulla Francia, Busto Arsizio dovrà guidarci tra playoff (che speriamo di non dover disputare) e quarti di finale dove ci attendono o Russia o Serbia.
  • FORZA DEL GRUPPO

 

  • RICEZIONE e MURO. Se proprio bisogna trovare due fondamentali che sono leggermente indietro rispetto ad altri. Almeno per quanto visto in Coppa del Mondo. La convinzione, però, che si stia alzando l’asticella e che probabilmente vedremo una musica diversa.
  • STANCHEZZA. 11 partite in 15 giorni, una lunghissima trasferta, solo 2 settimane di stacco prima di questi Europei. Forse la Coppa del Mondo peserà sulle gambe degli azzurri.
  • APPAGAMENTO. Forse il nostro tallone d’Achille più importante. L’Italia potrebbe essere già appagata dalla conquista della qualificazione alle Olimpiadi 2016. Un errore da non commettere, già evidenziato da alcuni protagonista.
  • PANCHINA CORTA. Punto debole solo sulla carta. Non lo è stato in un torneo lungo e massacrante come la Coppa del Mondo, non lo può essere in una manifestazione sprint dove tutto si decide in 3/4 partite spalmate in una settimana.

 

Articoli correlati:

Europei 2015 – Programma, orari e tv: Italia padrona di casa per una magia

Europei 2015 – Come comprare i biglietti per Torino e Busto Arsizio

Europei 2015 – Italia padrona di casa per la quarta volta: i palazzetti di Torino e Busto Arsizio

Europei 2015 – Tutto il regolamento: come si fa la classifica e come ci si qualifica

Europei 2015 – Le 7 favorite per il titolo ai raggi X: che lotta! Italia, Russia, Polonia, Francia, Serbia…

Europei 2015 – Italia, i 14 azzurri convocati: confermato il gruppo di Coppa del Mondo

Europei 2015 – Italia, i 14 azzurri ai raggi X. Zaytsev e Juantorena a caccia di una nuova impresa

Europei 2015 – Italia, punti di forza e punti deboli: il gruppo per puntare al titolo, tra individualità e stanchezza

Europei 2015 – Italia, il tabellone e il cammino: dove arriveranno gli azzurri? Tra incroci e avversari

Europei 2015 – Italia, squadra che vince non si cambia. Zaytsev&Co dalla Coppa del Mondo per…

Europei 2015 – Italia, torna a casa 10 anni dopo l’ultimo trionfo! Per spezzare il digiuno? I 4 precedenti in Itala

Tag

Lascia un commento

Top