Vela, Mondiali RS:X 2015, Mattia Camboni: “Che sia un punto di partenza e non di arrivo “

Mattia-Camboni-vela-foto-federazione-vela.jpg

L’ex bambino prodigio di Civitavecchia si consacra ad Al Mussanah. Dopo Fabian Heidegger al Mondiale di Weymouth 2009, Mattia Camboni diventa il secondo italiano della classe RS:X a centrare la Medal Race iridata, il primo in assoluto a portarsi a casa il titolo U21.

Che sia un punto di partenza e non di arrivo ”  le parole dell’azzurro protagonista di una stagione straordinaria con risultati di rilievo in Coppa del mondo e agli Europei di Mondello. Una crescita inarrestabile che fa ben sperare anche in chiave olimpica, dove con un rappresentante per nazione Camboni potrebbe recitare il ruolo di outsider, se non qualcosa in più.

È ancora presto tuttavia per pensare a Rio. La stagione che verrà proporrà subito i Mondiali in Israele e il compagno di squadra e amico Daniele Benedetti, altro prodotto della Lega Navale Italiana Civitavecchia con enormi margini di miglioramento, potrebbe ancora dire la sua nella ‘lotta’ a cinque cerchi.

Bisogna invece sottolineare la bontà del lavoro della federazione italiana nel windsurf, rilanciato dopo l’epopea di Alessandra Sensini. Proprio la campionessa di Sydney 2000 nel ruolo di responsabile del settore insieme al tecnico federale Riccardo Belli dell’Isca, è tra le figure fondamentali nella crescita del talento delle Fiamme Azzurre, capace di scalare 18 posizioni rispetto a Santander 2014.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.drago@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top