Tennis: la seconda vita di Roberta Vinci e i sogni Top Ten e Masters

tennis-roberta-vinci-fb-supertennis.jpg

A volte basta una partita per cambiare la vita di uno sportivo ed è quello che è successo a Roberta Vinci in quest’ultimo mese, dove a 32 anni la pugliese si trova a vivere una seconda carriera, centrando prima una finale Slam e poi ora puntando l’ingresso tra le prime dieci del mondo e l’approdo al Masters di fine anno.

Tutto comincia da quella semifinale agli Us Open contro Serena Williams. Una partita che resterà tra le imprese sportive più grandi mai riuscite ad un nostro portacolori. Dopo aver visto Flavia Pennetta demolire Simona Halep, si era accesa una piccola speranza di un’incredibile finale tutta italiana.

Al termine del primo set quel sogno sembrava ormai irrealizzabile ed, invece, nei successivi due parziali Roberta è riuscita a completare l’impresa, ottenendo la vittoria più importante della sua vita, fermando la corsa al Grande Slam di Serena Williams, che da quel momento non si è più ripresa, dichiarando di tornare sui campi solo l’anno prossimo.

In finale il successo poi è andato a Flavia Pennetta, ma comunque ormai la seconda vita tennistica di Roberta aveva preso l’inizio. La tarantina non si è mai fermata, subito in campo per conquistare quei punti necessari per realizzare un altro sogno: entrare in quella Top Ten (sarebbe la quarta azzurra di sempre) sfiorata e accarezzata nel 2013, quando Vinci raggiunse l’undicesima posizione del ranking Wta.

Una nuova rincorsa partita a Wuhan, dove in rapida successione ha sconfitto Kvitova e Pliskova, per trovarsi in semifinale nuovamente una Williams, questa volta Venus. Purtroppo l’esito del match è stato opposto a quello di Flushing Meadows, con Roberta che ha sprecato un match point e poi ha ceduto al tiebreak del terzo set.

Ora tutta l’attenzione è rivolta al torneo di Pechino, dove il tabellone apre ad altri scenari importanti. Per sognare il Masters la pugliese dovrebbe arrivare in finale (non è impossibile) e poi provare a vincere uno degli altri tornei (Linz o Mosca) che il programma offre. Difficile fare tutto, ma per questa Vinci nulla è impossibile.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Tennis

andrea.ziglio@oasport.it

Foto: Pagina FB Supertennis

Tag

Lascia un commento

Top