Tennis: Flavia Pennetta allontana le Olimpiadi di Rio 2016: “C’è l’1% di possibilità che continui a giocare”

Flavia-Pennetta-Tennis-Pagina-FB-Supertennis.jpg

In un’intervista rilasciata al quotidiano spagnolo El Mundo, Flavia Pennetta ritorna sulla decisione di ritirarsi al termine di questa stagione. La brindisina non ha cambiato assolutamente idea e spiega che non è stata una presa di posizione dettata dalla straordinaria vittoria agli Us Open, ma questi pensieri circolavano nella testa della campionessa pugliese da circa un mese:  “Tutti pensavano che fosse una decisione affrettata, gli effetti dello champagne per la vittoria agli Us Open, ma lo avevo deciso un mese prima.
Non ho ancora organizzato nessuna festa! Non ho avuto tempo. In Italia è stato tutto un entusiasmo: baci, abbracci, Expo di Milano, settimana della moda… vincere un Grand Slam ti cambia completamente la vita, per fortuna ce l’ho fatta a 33 anni, sennò sarei impazzita”.

Certo la decisione di ritirarsi proprio ora che è arrivata all’apice della carriera ha lasciato molti perplessi, ma è la stessa numero sette del mondo a spiegarne il motivo: “Mi rendo conto che che faccio fatica a competere, che non riesco a sopportare il ritmo della competizione, perchè sento di dover avere una casa, stare tranquilla a casa per 3 mesi di fila. E’ dura viaggiare tanto: viaggi lunghissimi, dormire da sola… molte volte sono andata in città che non ho mai visitato”.

Nelle ultime settimane Giovanni Malagò, Presidente del CONI, ha dichiarato che proverà a convincere in tutti i modi Flavia Pennetta a partecipare alle Olimpiadi di Rio 2016, ma sempre dall’intervista ad El Mundo arriva una presa di posizione molto netta della pugliese, che chiude praticamente la porta ad un suo ripensamento: “Sono solo 6 mesi, mi dicono, ma a me sembra una vita. C’è l’1% di possibilità che continui, se sto tre mesi in casa e mi annoio, continuerò. Ma ho tantissimi progetti tra cui quello di essere madre. Non sono così giovane e voglio esser mamma come qualsiasi altra donna al mondo”.

C’è il desiderio di diventare mamma e anche quello di un progetto importante con Fabio Fognini (matrimonio il prossimo giugno?), ma della sua vita futura Flavia non ha ancora le idee molto chiare: “Potrei vivere senza lavorare per il resto della mia vita. Non ho piani precisi al momento ma potrei aiutare il tennis in Italia nonostante non sappia come. Mi sento incapace di insegnare a un bambino come giocare la volée”.

Tag

Lascia un commento

Top