Sollevamento pesi, Europei: l’Italia si conferma ad alto livello nelle categorie giovanili

Pizzolato-FB-FIPE.jpg

Si sono conclusi i Campionati Europei Juniores e Under 23 di sollevamento pesi svoltisi settimana scorsa a Klaipeda, in Lituania. Come spesso successo negli ultimi anni, l’Italia si è dimostrata tra le nazionali di vertice del movimento continentale nelle categorie giovanili.

Pochi problemi per Mirco Scarantino che ha portato a casa tre ori quasi annunciati alla vigilia. Il nisseno ha acquisito maturità e stabilità, con la sensazione di essere ormai prossimo al definitivo salto di qualità anche tra i grandi. La personalità e le doti non gli mancano, la strada non sarà facile ma Mirco potenzialmente può crescere ancora.

Si è affermato, finalmente, anche Nino Pizzolato. Di fatto, nell’85 kg Juniores c’è stata gara solo nello strappo: nella prova di slancio l’azzurro è salito in pedana per un unico tentativo quando ormai tutti gli alti erano fuori gara. 190 chili facile e triplo oro al collo. I miglioramenti, anche per lui, sono visibili e anche tra i grandi in futuro potrebbe ritagliarsi uno spazio importante.

Non sono mancate medaglie anche per gli altri altleti della spedizione. Mirko Zanni ha conquistato il bronzo nello strappo (categoria 69 kg), Michael Di Giusto l’argento nello strappo (62 kg) e Giorgia Russo un bronzo nello strappo e argento nel totale (53 kg Under 23) a testimonianza di un movimento che quantomeno nelle categorie giovanili riesce a raccogliere risultati importanti. L’Italia è tra le nazioni di vertice in ambito europeo, specialmente per quanto riguarda le categorie di peso più basso. Data la generazione di ottimi atleti, l’occasione sembra quella buona per costruire una nazionale maggiore di spessore per provare ad entrare con maggiore continuità tra i migliori 10 anche a livello mondiale, pur con la concorrenza irraggiungibile dei paesi asiatici che in questo momento storico gareggiano a livelli irraggiungibili per i comuni mortali.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: FIPE

Lascia un commento

Top