Sci alpino, i precedenti dell’Italia a Sölden

brignone.jpg

Sabato, come ormai da tradizione, il ghiacciaio del Rettenbach ospiterà la prima prova di Coppa del mondo di sci alpino. Le prime a scendere in pista tra le porte del gigante inaugurale saranno le donne, mentre domenica sarà il turno degli uomini. Storicamente, l’Italia fatica su questa pista, ma andiamo a vedere quali sono i precedenti della squadra azzurra nella località austriaca che aprirà la stagione degli sport invernali.

L’ultimo successo colto da un’atleta italiana risale all’ormai lontano 2007, quando fu Denise Karbon ad imporsi per aprire nel migliore dei modi una stagione che si rivelò successivamente magica. Poche soddisfazioni, per lei, negli anni successivi, con il quarto posto del 2008 migliorato nel 2009, quando chiuse in terza piazza. Il 2011 vide Federica Brignone andare molto vicina ad piazzamento di prestigio ma un errore banale le costò la possibilità di giocarsi fino in fondo una vittoria che sembrava alla sua portata. Proprio Brignone, lo scorso anno, è risultata la migliore delle azzurre mettendo a referto una buona quinta posizione, davanti a Nadia Fanchini nona nel giorno del successo di Anna Fenninger, che non potrà difendere il proprio trono di regina delle nevi a causa del brutto infortunio subito nella mattinata di ieri (clicca qui per approfondire).

In campo maschile, per trovare risultati interessanti, ci dobbiamo affidare alle due colonne portanti della specialità in Casa Italia. Max Blardone è arrivato vicinissimo alla vittoria nel 2004, mentre il 2009 l’ha visto rimanere ai piedi del podio per appena un centesimo di secondo. Più recenti le gioie targate Manfred Moelgg, secondo nel 2012 e unico a rimanere entro i 3” di distacco da uno scatenato Ted Ligety, semplicemente ingiocabile nell’occasione. Sesta posizione ma a soli tre decimi dal podio per Davide Simoncelli nella gara dello scorso anno, mentre Roberto Nani si è classificato nono.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto Credit: FISI

Lascia un commento

Top