Sci alpino, Coppa del Mondo: Ligety timbra il poker a Soelden. Roberto Nani ottimo quarto

Ligety-Sci-alpino-Pagina-FB-Ligety.jpg

La prima gara stagionale maschile della Coppa del Mondo di sci va all’americano Ted Ligety. Il 31enne di Salt Lake City si è imposto nel gigante di Soelden davanti al sorprendente francese Thomas Fanara ed all’eterno rivale austriaco Marcel Hirscher. Quarto un ottimo Roberto Nani, primo degli ‘umani’ ed al miglior piazzamento in carriera.

Già in testa al termine della prima manche, Ligety ha concluso la prova con 15 centesimi di vantaggio su Fanara: il transalpino ha impressionato sul muro, pagando tuttavia dazio nel piano conclusivo, dove lo statunitense si è costruito la quarta affermazione sul Rettenbach dopo quelle del 2011, 2012 e 2013. L’americano ha così spezzato un lungo digiuno che durava dal 7 dicembre 2014, quando si impose nel gigante di Beaver Creek. Ligety, dunque, pone la sua candidatura per tornare re delle porte larghe, ma Hirscher sembra ben lungi dall’abdicare tanto facilmente. Quest’oggi l’austriaco ha accusato appena 17 centesimi dall’avversario, forse non rischiando tutto nel tratto conclusivo della pista.

Giornata molto positiva per Roberto Nani. Quarto a metà gara, l’azzurro ha confermato l’ottimo risultato anche nella seconda frazione, pur accusando 1.90 di ritardo da Ligety: va detto che i primi tre hanno disputato davvero una gara a parte. Il 26enne valtellinese è piaciuto tantissimo sul ripido, accusando come di consueto un gap importante in piano. Su determinate piste, tuttavia, potrà provare a prendersi quel podio a lungo inseguito e sempre più nell’aria.

Il portacolori del Bel Paese si è messo alle spalle il francese Alexis Pinturault, tra i papabili per la Coppa del Mondo assoluta. Ex aequo per tre sciatori al sesto posto: si tratta del norvegese Henrik Kristoffersen, del tedesco Felix Neureuther e del sorprendente austriaco Roland Leitinger, risalito dalla 26ma posizione grazie al miglior tempo di manche nella discesa conclusiva.

Undicesimo Florian Eisath, preceduto dai francesi Mathieu Faivre e Victor Muffat-Jeandet.

I piazzamenti degli altri italiani: 13mo Giovanni Borsotti, 19mo Andra Ballerin, 23mo Manfred Moelgg.

LA CLASSIFICA DEL GIGANTE DI SOELDEN

1 3 LIGETY Ted USA 1:12.30 1 +0.70 5 2:23.88
2 5 FANARA Thomas FRA +0.33 3 +0.52 3 2:24.03 +0.15
3 1 HIRSCHER Marcel AUT +0.17 2 +0.70 5 2:24.05 +0.17
4 8 NANI Roberto ITA +0.63 4 +1.97 23 2:25.78 +1.90
5 4 PINTURAULT Alexis FRA +1.48 7 +1.23 10 2:25.89 +2.01
6 39 LEITINGER Roland AUT +3.51 26 1:10.88 1 2:26.69 +2.81
6 14 KRISTOFFERSEN Henrik NOR +2.19 12 +1.32 11 2:26.69 +2.81
6 6 NEUREUTHER Felix GER +1.47 6 +2.04 25 2:26.69 +2.81
9 18 FAIVRE Mathieu FRA +2.14 10 +1.49 14 2:26.81 +2.93
10 7 MUFFAT-JEANDET Victor FRA +1.46 5 +2.33 27 2:26.97 +3.09
11 9 EISATH Florian ITA +2.72 16 +1.17 9 2:27.07 +3.19
12 23 ZUBCIC Filip CRO +2.44 14 +1.54 16 2:27.16 +3.28
13 21 BORSOTTI Giovanni ITA +2.22 13 +1.86 21 2:27.26 +3.38
14 15 SCHOERGHOFER Philipp AUT +2.15 11 +2.06 26 2:27.39 +3.51
15 28 MURISIER Justin SUI +3.70 27 +0.59 4 2:27.47 +3.59
16 31 REICHELT Hannes AUT +4.15 29 +0.21 2 2:27.54 +3.66
17 10 JITLOFF Tim USA +2.99 18 +1.40 13 2:27.57 +3.69
18 19 LUITZ Stefan GER +1.99 9 +2.53 29 2:27.70 +3.82
19 57 BALLERIN Andrea ITA +3.33 22 +1.36 12 2:27.87 +3.99
20 25 MYHRER Andre SWE +3.21 19 +1.56 17 2:27.95 +4.07
20 2 DOPFER Fritz GER +1.71 8 +3.06 30 2:27.95 +4.07
22 52 HIRSCHBUEHL Christian AUT +3.24 20 +1.59 18 2:28.01 +4.13
23 62 MOELGG Manfred ITA +2.98 17 +1.86 21 2:28.02 +4.14
24 17 SVINDAL Aksel Lund NOR +3.43 24 +1.52 15 2:28.13 +4.25
25 22 NOESIG Christoph AUT +3.96 28 +1.10 7 2:28.24 +4.36
25 16 JANSRUD Kjetil NOR +3.31 21 +1.75 20 2:28.24 +4.36
27 66 MISSILLIER Steve FRA +3.47 25 +1.64 19 2:28.29 +4.41
28 12 HAUGEN Leif Kristian NOR +2.68 15 +2.47 28 2:28.33 +4.45
29 34 ZAMPA Adam SVK +3.36 23 +1.99 24 2:28.53 +4.65
30 29 ZURBRIGGEN Elia SUI +4.27 30 +1.16 8 2:28.61 +4.73

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

federico,militello@oasport.it

Lascia un commento

Top