Rugby, Pro12: rimpianto Treviso, il Benetton si sveglia tardi. Gli Ospreys espugnano Monigo ma

20100108132157Benetton_Rugby_Logo-615x400.png

Zero mete marcate in tre partite, ben tre a Monigo. Gli Ospreys trovano la prima vittoria di un inizio di stagione da incubo contro un Benetton Treviso ancora una volta deludente, che si lascia scappar via una partita alla portata nonostante degli avversari certamente non irresistibili. I gallesi, senza fare granché, battono i Leoni 22-25, un risultato che aumenta i rimpianti per un match da vincere.

La prima azione è del Benetton, Nitoglia scavalca la difesa con un bel chip ma il rimbalzo gli è sfavorevole e l’occasione sfuma. Sul proseguimento, però, gli Ospreys commettono fallo e Hayward può sbloccare la partita al 3′. I gallesi lentamente ingranano, i padroni di casa sono costretti sulla difensiva e gli ospiti martellano grazie al buon ritmo imposto da Leonard; i trevigiani resistono anche bene agli assalti (Davies ci mette del suo sbagliando ben due piazzati) ma difendono fin troppo stretto e al largo Dan Evans trova la meta al 23′. La reazione trevigiana è veemente, Gori attacca bene la linea e Ambrosini trova il varco giusto schiacciando il controsorpasso al 25′ (8-5). Treviso, tuttavia, continua a soffrire ogni minimo cambio di ritmo dell’attacco non irresistibile degli Ospreys. Eppure, per gli ospiti sembra tutto semplice: Ben John sfrutta l’assenza di avversari al largo e può comodamente marcare l’8-12 con cui si chiude il tempo.

Treviso comincia male anche la ripresa, senza mai avere un possesso di qualità e evidenziando una condizione fisica ed atletica piuttosto deficitaria, a cui i biancoverdi non provano a sopperire nemmeno mettendo in campo grinta e determinazione. Le poche iniziative dei Leoni sono sterili, la difesa gallese non viene mai sollecitata e Davies mette dentro tre punti al 54′ per l’8-15. Il Benetton non c’è, gli Ospreys hanno decisamente un’altra marcia in attacco grazie a Leonard e l’ex mediano delle Zebre al 63′ propizia infatti la terza meta, marcata proprio dall’apertura Sam Davies (8-22). Treviso prova a reagire, ma commette troppi errori davvero banali e vanifica diverse occasioni. Poi, al 74′, arriva finalmente una bella combinazione Smylie-Pratichetti-Hayward con quest’ultimo a riaprire il match con una pregevole marcatura. La luce, però, si spegne nuovamente subito, Treviso perde l’ennesima touche e un fallo biancoverde consente a Sam Davies di portare i suoi oltre il break. Negli ultimi minuti il pallone è sempre del Benetton, Hayward va dalla piazzola per cercare il bonus ma prende il palo. Il possesso è ancora di Treviso, che finalmente ci mette la grinta giusta e va in meta con Luca Bigi strappando un punto in extremis.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top