Rugby, Mondiali 2015: Nuova Zelanda-Australia…a caccia del tris

Australia_All-Blacks_Rugby_Twitter.jpg

Alle ore 17.00 (italiane) di sabato 31 ottobre nello stadio di Twickenham in Londra si consumerà l’atto finale della Rugby World Cup 2015, dove si opporranno l’una contro l’altra Nuova Zelanda e Australia.

Un inedito assoluto per quanto riguarda lo scontro conclusivo del torneo, una sfida eterna invece a livello planetario.

Dal Tri Nations alla Bledisloe Cup, passando per l’attuale Rugby Championship: un confronto assoluto e totale che trasuda circa di un secolo di storia.

Tornando sull’attualità, diversamente, è chiaro che le squadre siano cariche in vista dell’appuntamento dell’anno e che non vogliano lasciare nulla di intentato negli ottanta minuti che potrebbero cambiare nuovamente la loro storia ovale.

La nazione infatti che dovesse riuscire ad aggiudicarsi la Coppa del Mondo salirebbe in testa alla classifica relativa alle vittorie totali, guidando la graduatoria forte delle sue tre vittorie, e darebbe uno smacco terribile all’altra.
Gli All Blacks in particolare cercano il primo back-to-back della storia, dopo l’affermazione casalinga del 2011, mentre i Wallabies proveranno a ritornare sul tetto del mondo sedici anni dopo la loro ultima gioia iridata, considerando inoltre che i precedenti due successi sono giunti entrambi e sempre in Inghilterra.

Da una parte i “Grandi Vecchi” neozelandesi, come McCaw, Carter, Ma’a Nonu e Conrad Smith, guidano la squadra indubbiamente favorita dal pronostico, che può contare anche su un’infornata di giovani quali Savea, Milner-Skudder o Dane Coles; mentre dalla parte australiana vi sono la vigoria di gente come Hooper, Pococok e l’elettricità ovale di Genia, Foley, Mitchell e Ashley-Cooper.

Un duello senza esclusioni di colpi quindi che passerà anche dalla disciplina, al cui controllo sarà posto il miglior fischietto del mondo: il gallese Nigel Owens.

I precedenti di quest’anno infine, vedono il conto in perfetta parità: un’affermazione per gli uomini di Cheika nel Rugby Championship, per 27-19 in quel di Sidney, ed una per quelli di Hansen, nella Bledisloe Cup vinta 41-13 in casa.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter

Tag

Lascia un commento

Top