Rugby, Mondiali 2015: i quarti di finale ai raggi X

Sudafrica_Rugby_Twitter.jpg

Dopo il termine della prima fase, il Mondiale 2015 di rugby entra finalmente nel vivo: da domani infatti iniziano le sfide da “dentro o Fuori”, scattano i tanto attesi quarti di finale.

Delle 20 squadre che hanno iniziato la kermesse iridata, solo 8 ne sono rimaste a contendersi la William Webb Ellis Cup in un percorso che ci porterà sino alla finalissima del prossimo 31 ottobre a Twickenham.

Presentiamo dunque le sfide in programma:

Sudafrica-Galles (h 17 in diretta su Sky Sport 2)
Ad aprire il programma sarà l’incontro fra gli Springboks e i Dragoni, con i primi leggermente favoriti dal pronostico. Gli uomini di Meyer, dopo l’avvio shock e la sconfitta contro il Giappone, si sono rialzati mostrando grande quadratura e vincendo tutte le partite successive con ampio margine non risentendo di un numero elevato di infortuni, al contrario dei britannici che invece continuano a modificare la propria rosa a causa delle continue defezioni. Da considerare inoltre potrebbe esserci la stanchezza dei gallesi, che per superare il “Girone della Morte” hanno dovuto sin da subito esprimere un alto e dispendioso livello di gioco.


South Africa:
15 Willie le Roux, 14 JP Pietersen, 13 Jesse Kriel, 12 Damian de Allende, 11 Bryan Habana, 10 Handré Pollard, 9 Fourie du Preez (captain), 8 Duane Vermeulen, 7 Schalk Burger, 6 Francois Louw, 5 Lodewyk de Jager, 4 Eben Etzebeth, 3 Frans Malherbe, 2 Bismarck du Plessis, 1 Tendai Mtawarira.
Replacements: 16 Adriaan Strauss, 17 Trevor Nyakane, 18 Jannie du Plessis, 19 Pieter-Steph du Toit, 20 Willem Alberts, 21 Ruan Pienaar, 22 Pat Lambie, 23 Jan Serfontein.

Wales: 15 Gareth Anscombe, 14 Alex Cuthbert, 13 Tyler Morgan, 12 Jamie Roberts, 11 George North, 10 Dan Biggar, 9 Gareth Davies, 8 Taulupe Faletau, 7 Sam Warburton (captain), 6 Dan Lydiate, 5 Alun-Wyn Jones, 4 Luke Charteris, 3 Samson Lee, 2 Scott Baldwin, 1 Gethin Jenkins
Replacements: 16 Ken Owens, 17 Paul James, 18 Tom Francis, 19 Bradley Davies, 20 Justin Tipuric, 21 Lloyd Williams, 22. Rhys Priestland, 23. James Hook

Nuova Zelanda-Francia (h 21 in diretta Sky Sport 2)
Quando gli All Blacks vedono i Bleus, il risultato è imprevedibile. Tralasciando i precedenti invece, che comunque vedono i “Galletti” vincenti proprio nell’ultimo precedente iridato dei Mondiali 2007, sempre nei quarti di finale e sempre a Cardiff, dove si svolgerà l’incontro, è chiaro che un posto in semifinale sembrerebbe almeno sulla carta più appannaggio dei neozelandesi che dei transalpini. La netta sconfitta patita dall’Irlanda pare abbia minato un po’ le certezze del gruppo di Saint-Andrè, mentre fra i tuttineri è chiaro il desiderio di scontrarsi contro una squadra di un livello più alto rispetto a quelle incontrate sinora nella pool eliminatoria (ad eccezione dell’Argentina) per testarsi realmente verso l’obiettivo di riconfermarsi campioni.

New Zealand: 1. Wyatt Crockett, 2. Dane Coles, 3. Owen Franks, 4. Brodie Retallick, 5. Sam Whitelock, 6. Jerome Kaino, 7. Richie McCaw (captain), 8. Kieran Read, 9. Aaron Smith, 10. Daniel Carter, 11. Julian Savea, 12. Ma’a Nonu, 13. Conrad Smith, 14. Nehe Milner-Skudder, 15. Ben Smith
Replacements: 16. Keven Mealamu, 17. Joe Moody, 18. Charlie Faumuina, 19. Victor Vito, 20. Sam Cane, 21. Tawera Kerr-Barlow, 22. Beauden Barrett, 23. Sonny Bill Williams

France: 1. Eddy Ben Arous, 2. Guilhem Guirado, 3. Rabah Slimani, 4. Pascal Pape, 5. Yoann Maestri, 6. Thierry Dusautoir (captain), 7. Bernard Le Roux, 8. Louis Picamoles, 9. Morgan Parra, 10. Frederic Michalak, 11. Brice Dulin, 12. Wesley Fofana, 13. Alexandre Dumoulin, 14. Noa Nakaitaci, 15. Scott Spedding
Replacements: 16. Dimitri Szarzewski, 17. Vincent Debaty, 18. Nicolas Mas, 19. Damien Chouly, 20. Yannick Nyanga, 21. Rory Kockott, 22. Remi Tales, 23. Mathieu Bastareaud

 

Irlanda-Argentina (h 14 diretta Sky Sport 2)
A bocce ferme è il quarto di finale meno pronosticabile. Gli irlandesi nell’ultima sfida giocata hanno si battuto la Francia, vincendo la Pool D, ma a che prezzo. O’Connell, il capitano, si è infortunato al pari di O’Mahony e la squalifica di O’Brien peseranno enormemente nel duello contro i Pumas che, in un girone dove hanno fatto vedere di poter sedere al tavolo delle migliori, vogliono le semifinali un’altra volta dopo il 2007.

Ireland: 15 Rob Kearney, 14 Tommy Bowe, 13 Keith Earls, 12 Robbie Henshaw, 11 Dave Kearney, 10 Johnny Sexton, 9 Conor Murray, 8 Jamie Heaslip, 7 Chris Henry, 6 Jordi Murphy, 5 Iain Henderson, 4 Devin Toner, 3 Mike Ross, 2 Rory Best, 1 Cian Healy
Replacements: 16 Richardt Strauss, 17 Jack McGrath, 18 Nathan White, 19 Donnacha Ryan, 20 Rhys Ruddock, 21 Eoin Reddan, 22 Ian Madigan, 23 Luke Fitzgerald

Argentina: 15 Joaquin Tuculet, 14 Santiago Cordero, 13 Matías Moroni, 12 Juan Martín Hernández, 11 Juan Imhoff, 10 Nicolás Sánchez, 9 Martín Landajo, 8 Leonardo Senatore, 7 Juan Martín Fernández Lobbe, 6 Pablo Matera, 5 Tomás Lavanini, 4 Guido Petti, 3 Ramiro Herrera, 2 Agustín Creevy (c), 1 Marcos Ayerza
Replacements: 16 Julián Montoya, 17 Lucas Noguera, 18 Juan Pablo Orlandi, 19 Matías Alemanno, 20 Facundo Isa, 21 Tomás Cubelli, 22 Jerónimo De La Fuente, 23 Lucas González Amorosino

Australia-Scozia (h 17 diretta Sky Sport 2)
Gli Wallabies passati come primi nel “Girone della Morte”, in cui l’Inghilterra ci ha lasciato le penne, o i Braveheart che a più riprese hanno rischiato di non superare il primo sbarramento? Se quello fra Irlanda ed Argentina sembra essere l’incontro più incerto, questo sembra essere quello più sbilanciato a favore degli uomini di Cheika. La partita però va giocata e non è detto che, magari spinti dal pubblico e da un meteo promettente di versare tanta tanta acqua sul prato di Twickenham, Laidlaw e compagni trovino una sorpresa inattesa.

Australia: 15 Kurtley Beale, 14 Adam Ashley-Cooper, 13 Tevita Kuridrani, 12 Matt Giteau, 11 Drew Mitchell, 10 Bernard Foley, 9 Will Genia, 8 Ben McCalman, 7 Michael Hooper, 6 Scott Fardy, 5 Rob Simmons, 4 Kane Douglas, 3 Sekope Kepu, 2 Stephen Moore (c) 1 Scott Sio
Replacements: 16 Tatafu Polota-Nau, 17 James Slipper, 18 Greg Holmes, 19 Dean Mumm, 20 Sean McMahon, 21 Nick Phipps, 22 Matt Toomua, 23 Quade Cooper

Scotland: 15 Stuart Hogg, 14 Sean Maitland, 13 Mark Bennett, 12 Pete Horne, 11 Tommy Seymour, 10 Finn Russell, 9 Greig Laidlaw (c), 8 Dave Denton, 7 John Hardie, 6 Blair Cowan, 5 Richie Gray, 4 Tim Swinson, 3 WP Nel, 2 Fraser Brown, 1 Alasdair Dickinson.
Replacements:16 Kevin Bryce, 17 Gordon Reid, 18 Jon Welsh, 19 Alasdair Strokosch, 20 Josh Strauss, 21 Henry Pyrgos, 22 Richie Vernon, 23 Sean Lamont

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Tag

Lascia un commento

Top