Rugby, Mondiali 2015: Giappone straordinario! Samoa spazzate via 5-26

12033208_883723448330135_5211720815363295192_n.jpg

Il Giappone tira fuori dal cilindro un’altra partita straordinaria ai Mondiali 2015 e asfalta letteralmente delle Samoa irriconoscibili, sottomesse in tutto e per tutto dall’organizzazione e dalla cattiveria agonistica dei nipponici di Eddie Jones. Il risultato, del resto, non lascia spazio a grandi interpretazioni a Milton Keynes: un clamoroso 5-26 con cui la squadra del Sol Levante mette forse il punto esclamativo sul terzo posto nel girone B.

Al settimo minuto Goromaru sblocca il punteggio e i giapponesi dimostrano già di essere in grande spolvero, instillando più di un dubbio ai samoani. Che tra il 16 e il 19′ perdono completamente la brocca. Due gialli in tre minui a Levave e Taulafo per placcaggi pericolosi spianano la strada al Giappone, che al 23′ trova la meta di punizione grazie alla mischia per lo 0-10. Al 34′ è ancora il cecchino nipponico a centrare il bersaglio, prima del definitivo colpo di grazie ad una squadra spenta e confusa: al 40′ è Akihito Yamada a concretizzare l’ennesima azione corale di pregevole fattura dei suoi compagni, devastanti con i ball carrier.

Sullo 0-20, di fatto, la partita diventa tutta in discesa nel secondo tempo per il Giappone, che dimostra di saper anche controllare il match. Goromaru, al 47′ e al 58′, continua a scavare il solco e infila altri sei punti in mezzo ai pali per un pesantissimo 0-26. Samoa non riesce mai ad imbastire un’azione pulita e senza errori, gli avanti nipponici non mollano un centimetro e soltanto al 64′ Paul Perez trova un varco nella difesa avversaria per la meta della bandiera, per il 5-26 finale.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina Facebook Japan Rugby Football Union

Tag

Lascia un commento

Top