Pattinaggio di figura: Skate America lancia la nuova stagione all’insegna dello spettacolo

Pattinaggio-Max-Aaron-Shoma-Uno-Jaso-Brown-ISU-Figure-Skating.jpg

Finalmente il pattinaggio di figura internazionale ha ripreso il proprio calendario a pieno ritmo: con Skate America, infatti, è scattato questo week-end il Grand Prix 2015/2016, pur in assenza – ma solo per questa prima tappa – degli atleti italiani. Per l’esordio della nuova stagione è stato subito grande spettacolo, tra conferme e novità che potrebbero modificare le gerarchie mondiali.

Risultati molto interessanti sono arrivati dalla gara maschile, dove certamente era maggiore il numero dei pretendenti alle posizioni di vertice: sfruttando l’apporto del pubblico di Milwaukee, Max Aaron ha ottenuto un successo che potrebbe rappresentare una svolta nella sua carriera. Il ventitreenne, da alcuni considerato come un eterno incompiuto, ha realizzato una prova piena nei due segmenti di gara, meritandosi questa prima vittoria in carriera in un Grand Prix. L’atleta più impressionante è stato però il giapponese Shoma Uno, campione mondiale junior che ha bagnato il suo esordio al massimo livello con un podio ed un libero strepitoso, che non fa altro che confermare tutte le qualità del giovane nipponico. Deludente nel corto, Jason Brown ha fatto capire ancora una volta che il suo punto di forza risiede nel programma libero, seppur ancora da perfezionare per eguagliare i livelli dello scorso Mondiale, mentre attendiamo il prosieguo della stagione per dare un giudizio sul kazako Denis Ten, spesso in difficoltà nel Grand Prix ma poi capace di dare la zampata vincente a Mondiali ed Olimpiadi.

Tra le donne, la Russia ha dimostrato ancora una volta di essere in grado di produrre una quantità infinita di atlete di spessore: Evgenia Medvedeva, che come Uno ha vinto la scorsa stagione il titolo iridato junior, è partita subito con una vittoria dopo aver vinto lo scorso anno la finale del Grand Prix della categoria giovanile. Non ancora sedicenne, la moscovita è riuscita a battere atlete navigate e blasonate come la padrona di casa Gracie Gold e la giapponese Satoko Miyahara, medagliata d’argento ai Mondiali 2015. Ancora da rivedere l’altra russa Julia Lipnitskaia, lontana da quella della stagione 2013/2014, quando conquistò il titolo europeo ed il secondo posto iridato.

Importante successo degli statunitensi Madison Chock e Evan Bates nella danza: i vicecampioni del mondo non hanno avuto grossi problemi ad imporsi nella prova casalinga, proprio come lo scorso anno, riproponendosi ancora ai vertici delle gerarchie planetarie di questa specialità. Un risultato importate soprattutto alla luce dei problemi dei campioni del mondo Gabriella Papadakis e Guillaume Cizeron, che lascia uno spazio aperto per gli avversari in vista dei prossimi appuntamenti. Consistente anche la prova dei russi Victoria Sinitsina e Nikita Katsalapov, al primo podio importante da quando pattinano insieme: la coppia formatasi lo scorso anno, per altro, è riuscita a batterne una ben più consolidata, come quella dei canadesi Piper Gilles e Paul Poirier.

La Cina si conferma una grande potenza delle coppie di artistico, con Sui Wenjing e Han Cong che, dopo cinque podi nelle ultime stagioni, sono finalmente riusciti ad imporsi in una prova del Grand Prix. I giovani pattinatori di Harbin hanno realizzato una bella prestazione soprattutto nel free program, grazie al quale hanno scavalcato in classifica i padroni di casa Alexa Scimeca e Chris Knierim. Delusione, invece, per i russi Ksenia Stolbova e Fedor Klimov, solamente quarti e superati anche dai canadesi Julianne Séguin e Charlie Bilodeau.

Il Grand Prix riprenderà questo week-end con le gare di Skate Canada, dove avremo la possibilità di ammirare nuovi pattinatori per saperne di più sulla situazione degli atleti internazionali in questa prima parte di stagione. Per l’Italia vedremo all’opera le coppie Charlène Guignard/Marco Fabbri nella danza e Valentina Marchei/Ondřej Hotárek nell’artistico.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: ISU Figure Skating

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top