Pattinaggio di figura: Carolina Kostner e il rientro, tra certezze e incognite

carolina-kostner-luca-renoldi-photo-pattinaggio-artistico.jpg

Il momento tanto atteso sta per arrivare: dal 1° gennaio 2016, dopo aver scontato la discutibile squalifica del caso Alex Schwazer, Carolina Kostner potrà tornare a pattinare liberamente. L’atleta altoatesina potrà prendere finalmente parte alle competizioni, con un obiettivo dichiarato: le Olimpiadi di Pyeongchang 2018. Nonostante i ventotto anni (ventinove a febbraio), un’età – soprattutto fra le donne – superiore alla media in uno sport come il pattinaggio, Carolina non sembra intenzionata ad appendere i pattini al chiodo, anzi la pausa sembra averla rigenerata e motivata ulteriormente, come ha lei stessa dichiarato in una conferenza stampa ad inizio ottobre.

Dopo la splendida stagione 2013-2014, culminata con la conquista della medaglia olimpica in Russia, Carolina aveva di fatto già deciso di prendersi un anno sabbatico, dunque possiamo dire che di fatto la squalifica non ha influenzato più di tanto i piani della campionessa, se non per i primi mesi di questa stagione. Sulle qualità tecniche e la presenza sul ghiaccio di un’atleta come Kostner nessuno può nutrire dubbi, e siamo certi che quando tornerà in gara sarà subito competitiva da questo punto di vista. Le incognite, però, riguardano proprio l’assenza in questi primi mesi, e dunque soprattutto l’aspetto della prestanza fisica, che anche nei momenti più brillanti della sua carriera non ha mai rappresentato un punto forte: l’altoatesina dovrà infatti vedersela con atlete che sono già pienamente in clima di gara, e che avranno affrontato competizioni internazionali quali il Grand Prix, il circuito mondiale che riunisce tutti i migliori pattinatori del mondo.

Bisognerà capire, poi, quali saranno gli obiettivi stagionali di Carolina, ovvero se deciderà di prendere il rientro alla leggera, puntando sulla prossima stagione e poi su quella olimpica, oppure vorrà subito riprendere a pieno ritmo: l’Italia avrà a disposizione due posti tra le donne per i Campionati Europei ed uno solo per i Mondiali, ma bisognerà capire se verrà concessa una convocazione honoris causa a Carolina Kostner oppure le verrà preferita una pattinatrice come Roberta Rodeghiero che affronterà regolarmente tutta la stagione, a partire dai Grand Prix. L’ideale, sarebbe schierare le due nella competizione continentale, con Kostner che dovrà dare prova di essere già  tornata ad essere quella che abbiamo lasciato nel 2014, per guadagnarsi sul ghiaccio la possibilità di disputare anche i Mondiali.

Il tutto, però, dipenderà naturalmente dalle decisioni della stessa atleta, che in ogni caso andranno rispettate, tenendo conto che nessun altro rappresentante nella storia del pattinaggio di figura azzurro può vantare un palmarès pari al suo, e che qualsiasi cosa le riservi l’avvenire nessuno potrà cancellare le sedici medaglie internazionali tra Europei, Mondiali ed Olimpiadi.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: LUCA RENOLDI PHOTO – www.lucarenoldiphoto.com

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top