Nuoto, Rio 2016: i tempi limite per la nazionale italiana e i criteri di qualificazione

oa-logo-correlati.png

La rincorsa olimpica della nazionale italiana di nuoto è iniziata ufficialmente in questi giorni con i vari collegiali in altura e, dunque, è già tempo di pensare in tutto e per tutto a Rio 2016. L’enfasi dei Mondiali di Kazan 2015, i migliori di sempre per la Fin, è terminata lunedì sera a Roma con una cena di gala dell’eloquente titolo “Meravigliosi“. Da adesso, mente sgombra, medaglie sulla mensola e zoom sul Brasile.

Sul sito federale è apparso nella serata di ieri l’importantissimo regolamento tecnico per la stagione 2015-2016. Il punto centrale è ovviamente quello dei criteri di qualificazione ai Giochi, le cui gare in vasca saranno in programma dal 6 al 13 agosto con batterie alle 13 locali e finali alle 22. Il comunicato recita: “Saranno selezionati per la manifestazione, a livello individuale e fino al limite di due atleti-gara, i nuotatori vincitori di medaglie individuali durante il Campionato del Mondo 2015 (Kazan) e i nuotatori autori di tempi pari o inferiori a quelle delle successive tabelle in una delle tre seguenti manifestazioni: Campionato Nazionale Assoluto (19-23 aprile 2016), Campionato Europeo di Londra (16-22 maggio 2016) e LIII Trofeo Sette Colli (24-26 giugno 2016)“.

Seguono i criteri per le staffette (al momento, l’unica ancora non qualificata è la 4×200 sl maschile 13esima in Russia) e tutte le regole riguardanti la priorità. Infine, ecco l’attesa tabella, da ora in poi unico obiettivo di tutta (o quasi) la Nazionale.

Tabella tempi limite Rio 2016 Fin

 

QUI IL DOCUMENTO COMPLETO

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

 

Lascia un commento

Top