Motomondiale, GP Malesia 2015: Rins per confermarsi 2° nel Mondiale, Kent per chiudere la pratica

Kent-2015-Misano-07-FOTOCATTAGNI.jpg

Il penultimo appuntamento del Motomondiale a Sepang (Malesia) è stato spesso teatro di grandi vittorie o sorprese nell’ottica del risultato finale del campionato del mondo.  Ricordiamo i successi di Valentino Rossi, Jorge Lorenzo, in top class, o, andando ancor più indietro nel tempo, al successo iridato del compianto Marco Simoncelli a bordo della sua Gilera nel 2008.

Tornando all’attualità, la Moto2, in termini di rincorsa all’iride non ha più nulla da dire per la vittoria di Johann Zarco, nell’appuntamento di Motegi (Giappone), al suo primo titolo della carriera. Una stagione strepitosa quella del francese caratterizzata da 7 successi e 13 podi. Numeri che parlano da soli e certificano la grande velocità del pilota transalpino nel 2015. Pertanto, resta l’interesse sul successo di tappa in Malesia che potrebbe avere anche un nome diverso. Parliamo ad esempio di Alex Rins, protagonista di un’annata da rookie in Moto2 di primo livello fatta di 2 vittorie e 9 piazzamenti nella top3. Il tracciato malese potrebbe essere una chance, in tal senso, per mettersi in evidenza per il pilota iberico. In chiave azzurra, da osservare le prestazioni di Lorenzo Baldassarri e Franco Morbidelli. Il primo, reduce dal grandioso risultato di Phillip Island (terza posizione) mentre il secondo, di ritorno da un brutto infortunio in allenamento che lo ha tenuto distante dalle corse per qualche tempo, vuol cercare di chiudere la stagione nel miglior modo possibile.

Venendo alla Moto3, i conti ancora non sono fatti anche se l’attuale leader della graduatoria Danny Kent potrebbe avere la chance, sul circuito disegnato dall’architetto Hermann Tilke, di chiudere finalmente la partita. L’andamento del britannico, nelle ultime gare, è stato tutt’altro che irreprensibile con errori grossolani che hanno un po’ minato le sue sicurezze. La fortuna di Kent è stata che il più immediato inseguitore in classifica, il nostro Enea Bastinani, anch’egli, ha avuto un percorso molto incostante, senza riuscire ad approfittare delle scivolate del suo rivale. In questo senso, è emersa la figura di Miguel Oliveira, assai consistente nell’ultimo periodo come i quattro podi consecutivi degli ultimi quattro round dell’annata dimostrano (2 successi e 2 secondi posti). Ora il portoghese è a 40 punti ed è quello che più di ogni altro è stato in grado di “guastare la festa” all’inglese del Team Leopard. Tuttavia il vantaggio sensibile di Danny può lasciarlo molto confidente e nello specifico potrebbe arrivare il Mondiale se:

– Oliveira 1°, Kent non peggio di 5°
– Oliveira 2°, Kent non peggio di 10°
– Oliveira 3°, Kent non peggio di 14°

Pertanto, Sepang potrebbe essere nuovamente decisiva. Non resta che attendere le esibizioni in pista, godendoci lo spettacolo fino all’ultimo giro.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

FOTOCATTAGNI

Twitter: @Giandomatrix

Lascia un commento

Top