MotoGP, GP Malesia 2015: i precedenti Valentino Rossi – Jorge Lorenzo a Sepang

Rossi-Lorenzo-MotoGP-FOTOCATTAGNI1.jpg

Neanche il tempo di riprendersi dal tourbillon di emozioni andato in scena a Phillip Island che la MotoGP riaccende i suoi motori e, con loro, si riattizza l’eterno scontro tra il Giorgio e il Vale. Come due entità assolute, universali e disumanizzate, i compagnirivali (sì, tutto d’un fiato) stanno dando vita ad uno spettacolo biunivoco e corale allo stesso tempo che rimarrà sicuramente nella storia dello sport. Intanto, lo show australiano di domenica ha già scatenato la diatriba gara dell’anno-gara del decennio…

Lo Shell Malaysia Motorcycle Grand Prix ha assunto le sembianze della tappa-chiave dell’intera stagione; il circuito, tristemente famoso per essere quello in cui Simoncelli ha perso la vita nel 2011, rappresenta la seconda gara consecutiva favorevole a Valentino Rossi. Sempre sulla carta, a Phillip Island, carta straccia. Il Dottore più amato dagli italiani, infatti, ha conquistato Sepang per ben 6 volte, mentre lo Squalo più temuto nel Bel Paese non vi ha mai trionfato nella classe regina (solo una vittoria in 250cc, nel 2006).

Phillip Island e Sepang, dunque. Due tracciati tecnicamente diversi ma a dir poco congegnali a Rossi, le cui chance iridate, lasciato ormai il Continente Nuovissimo, potrebbero concentrarsi quasi tutte sulla pista della terra tanto cara ad Emilio Salgari. In Malesia, il nostro portacolori non potrà limitarsi solo a difendere i suoi 11 punti di vantaggio (pur potendo marcare a ruota Lorenzo, aritmetica alla mano), pena il serio rischio di giocarsi il titolo “in trasferta”, l’8 novembre a Valencia. Guadagnando 15 punti su Jorge domenica, Valentino conquisterebbe la Decima già in Malesia, mentre due vittorie di Lorenzo lo costringerebbero a piazzarsi secondo in entrambi gli appuntamenti.

I precedenti dei due yamahisti sul Sepang International Circuit.
Lo scorso anno, Rossi è salito sul secondo gradino del podio, proprio davanti a Lorenzo, nonostante le tre posizioni in griglia di differenza (6° Vale, 3° Jorge). Nel 2013, al contrario, Lorenzo è riuscito ad acciuffare il podio tutto spagnolo estromettendo il celeberrimo “intruso” italiano dai festeggiamenti post gara. Duemiladodici. Por Fuera secondo dietro Dani Pedrosa, Dottore quinto: erano i tempi, cupi, del connubio incompiuto Rossi – Ducati…
Nel 2011 la gara di MotoGP fu annullata per il suddetto tragico evento legato al nome di Marco Simoncelli. L’anno prima aveva trionfato a Sepang Valentino, con i colori della Fiat Yamaha, terzo il più giovane compagno di squadra. Nel 2009, il poleman Rossi salì sul terzo gradino del podio, a scapito del maiorchino, secondo in griglia. 2008, la stagione dell’esordio in MotoGP per Jorge: la vecchia volpe Rossi davanti a tutti sotto la bandiera a scacchi, l’ancora acerbo Lorenzo out per incidente al dodicesimo giro. Com’è facile intuire, lo storico del circuito malese parla decisamente tavulliese… Ma tutto ciò non può più bastare perché a due gare dal termine, e con appena undici punti di differenza, anche questo Mondiale non si vincerà con statistiche e predilezioni aprioristiche.

Variabili infinite, numeri relativi, curricula combustibili, motivazioni estreme, emozioni travolgenti. I cuori della gente sono stati già conquistati, da questi due grandi campioni – che tutti dovrebbero ringraziare senza “se” e senza “ma” – ora bisogna conquistare l’imperitura gloria iridata. Passando per la Malesia.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top