LIVE – Ginnastica, Mondiali 2015 in DIRETTA – ITALIAAAAAAA! Urlo azzurro: si va Rioooooooo! Olimpiadi dirette

IMG_9347.jpg

Iniziano i Mondiali 2015 di ginnastica artistica! A Glasgow ci aspetta una giornata campale con la prima giornata di qualificazione femminile che mette in palio i pass olimpici.

Dalle 10.15 alle 23.50 sei suddivisioni in campo con moltissime big impegnate. Alle 19.45 il turno della nostra Italia che girerà con la Russia ma in precedenza ci sarà da divertirsi con Russia, Giappone, Canada, Gran Bretagna, Brasile e in serata la Germania, senza dimenticare altre ginnaste top come Oksana Chusovitina.

14 ore di assoluto spettacolo che OASport seguirà in rigorosa DIRETTA SCRITTA, per tenervi costantemente aggiornati su tutto quello che sta succedendo nel capoluogo scozzese: cronaca, punteggi, approfondimenti, analisi, momenti salenti. Un LIVE fiume, infinito e appassionante per non perdere davvero nulla di questa prima giornata dei Mondiali.

Non vuoi perdere davvero nulla del turno di qualificazione? Vuoi sapere come stanno andando le ragazze e chi staccherà i pass per Rio 2016? Segui la super DIRETTA SCRITTA su OASport.

PER AGGIORNARE LA PAGINA PREMI IL TASTO F5 o FATE REFRESH SUI VOSTRI DISPOSITIVI

 

Mondiali 2015 – Italia, vola e prenditi le Olimpiadi! Azzurre sognando Rio, la gara del triennio

Mondiali 2015 – Iniziano le qualifiche: cosa ci regala il venerdì? Analisi, suddivisione per suddivisione

Mondiali 2015 – Prima giornata, mille big: da Iordache a Ferrari, marea russa e…

Mondiali 2015 – Programma, orari, tv e diretta su OA di venerdì 23 ottobre (prima giornata)

Mondiali 2015 – La guida completa per sapere proprio tutto: spettacolo a Glasgow

 

Mondiali 2015 – Che brutta Romania! Sfilza di cadute, Olimpiadi lontane. Iordache sbaglia tutto

Mondiali 2015 – Incanto Giappone! Profumo Olimpiadi, squadra compatta e Miyakawa da 14.9 al libero!

Mondiali 2015 – Il Canada vola a 222.780 con super Ellie Black: è questa la soglia per le Olimpiadi?

Mondiali 2015 – Italia cosa serve per volare alle Olimpiadi? 223 punti, battere il Canada… Le combinazioni

Mondiali 2015 – L’Italia è pronta! La formazione che va a caccia delle Olimpiadi

Mondiali 2015 – VIDEO: eterna Chusovitina col Produnova. La quarta di sempre

Mondiali 2015 – VIDEO: gli esercizi di Larisa Iordache tra cadute ed errori. Romania affondata

 

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ORDINI DI ROTAZIONE

 

 

Mondiali 2015 – Italia, lacrime azzurre: Rioooo arriviamo! Impresa di Ferrari e compagne: terze e Olimpiadi

Mondiali 2015 – Italia, le pagelle delle azzurre: epiche, eroiche, coraggiose. Le Olimpiadi sono vostre

Mondiali 2015 – Italia, quarta qualificazione della storia alle Olimpiadi! Da Bucci/Sacchi alle squadre di Vanessa

Mondiali 2015 – Enrico Casella si esalta: “Azzurre fenomenali. Obiettivo centrato”. L’analisi del DT

 

Scoccano ora le 14 ore di DIRETTA LIVE che vi avevamo promesso. All’alba della mezzanotte vi ringraziamo per averci seguito ora in queste infinita giornata dei Mondiali 2015 di ginnastica artistica che ci ha fatto gioire. L’ITALIA SI E’ QUALIFICATA ALLE OLIMPIADI 2016.

Buonanotte a tutti. A domani con altre 14 ore di diretta per lo show degli USA, la rincorsa dell’Australia al pass olimpico, i numeri della Cina, per conoscere tutte le finaliste e tanto altro ancora.

 

23.53 CORPO LIBERO – Quanto fatto da Sae Miyakawa ha del surreale: superlativa prestazione della 16enne giapponese, volata fino a 14.800 (6.3). Incontenibile anche per la Campionessa d’Europa ed ex Campionessa del Mondo Ksenia Afanaseva (14.633) che precede di un soffio la britannica Claudia Fragapane (14.600). Erika Fasana è sontuosa quarta (14.466) e ora attende i verdetti di domani sera. Clamorosamente eliminata Larisa Iordache, mestamente ferma a 13.766.

23.51 TRAVE – Primo posto per la canadese Ellie Black (14.600) che mette in fila le russe Viktoria Komova (14.533) e Seda Tuthkhalyan (14.533). Quarta la tedesca Scahefer (14.300), quinta la nostra Carlotta Ferlito (14.233) che incrocia le dita e spera nella Finale. Eliminata Larisa Iordache (13.866).

23.49 PARALLELE ASIMMETRICHE – Al comando una sontuosa Daria Spiridnova (15.466, 6.7), Campionessa d’Europa in carica e già bronzo iridato. Alle sue spalle la Campionessa del Mondo 2011 di specialità e vicecampionessa olimpica all-around: Viktoria Komova è tornata con uno sbalorditivo 15.300. Ottima terza la tedesca Sophie Schedere (15.033), eliminate per la regola dei passaporti Paseka (14800) e Kharenkova (14.341), bene la britannica Harrold (14.666). Eliminata a sorpresa Rebecca Downie (13.500), Campionessa d’Europa 2014.

23.45 VOLTEGGIO – Guida una strepitosa Maria Paseka che con un Amanar e un Cheng perfettamente stoppati ha zittito tutti (15.583 la media). Distaccatissima la britannica Ellie Downie (14.949) e la russa Seda Tutkhalyan (14.816). Oksana Chusovitina, che ha eseguito il Produnova, è solo settima (14.683): la 40enne è a serio rischio eliminazione.

23.43 CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE – Al comando la sbalorditiva canadese Ellie Black (57.299: 14.800, 13.733, 14.600, 14.166) che precede la russa Seda Tutkhalyan (56.599: 14.900, 14.066, 14.533, 13.10) e la britannica Amy Tinkler (56.466). Sprofonda in nona posizione la vicecampionessa del Mondo Larisa Iordache (55.698: 14.866, 13.200, 13.866, 13.766) che partirà addirittura nel terzo gruppo di merito nella finale all-around dove difende l’argento di Nanning. Carlotta Ferlito e Vanessa Ferrari sono decima e undicesima con 55.665 punti a testa (siciliana avanti per la regola degli scarti). Tea Ugrin 15esima (55.299).

23.37 Questa la classifica a squadre dopo la prima giornata di qualificazioni. Russia al comando con 231.437 punti, seconda la Gran Bretagna (227.162), terza l’Italia (224.452), quarto il Giappone (223.863), quinto il Canada (222.70). Queste squadre sono sicure della qualificazione alle Olimpiadi 2016 salvo imprese di Belgio, Paesi Bassi e Francia.

Sesto il Brasile (221.861) che incrocia le dita e gufa l’Australia per qualificarsi direttamente alle Olimpiadi, sperando che fiamminghe, oranges e transalpine non si inventino l’impresa. Settima la Germania (219.261), ottava la Romania (217.220): entrambe saranno costrette al Test Event.

I giudizi sono ben netti perché domani gareggeranno USA e Cina (sicuramente finiranno tra le prime tre), l’Australia che può giocarsela, ma le altre formazioni sono sulla carta inferiori a quelle già citate.

Nona la Spagna (210.094), decima la Polonia (208.527), undicesima la Svezia (206.262), dodicesima l’Austria (201.793).

23.36 Tutt’altro che bene la Germania: 219.261, al momento è settima dietro il Brasile e davanti alla Romania. Per teutoniche e rumene è sicura la partecipazione al Test Event: la qualificazione diretta alle Olimpiadi è sfumata.

23.17 Ecco l’attesissima Scheder: 15.033, terza alle parallele guidate da Spiridonova (15.466) e Komova (15.300).

23.13 Schaefer 13.233 alle parallele. La Germania non fa paura all’Italia ma neanche a Giappone e Canada: anche le nordamericane a un passo da Rio.

22.59 Tratz 14.133. La Germania dopo tre rotazioni è ferma a 163.729 punti. Sulla carta finiranno alle spalle del Brasile: Olimpiadi addio, dovranno passare dal Test Event.

22.54 Schaefer con 14.533 e Scheder con 14.166 provano ad altare la media della Germania al volteggio.

22.50 Solo doppi avvitamenti per Seitz (14.066) e Hill (13.933).

22.44 A metà gara la Germania sta pagando dazio da tutte le dirette rivali: 106.831, difficile puntare al piazzamento grosso.

22.35 Scheder 12.566 e Seitz 13.400. Germania non esaltante, vediamo come proseguirà la gara.

22.30 Germania al corpo libero. 12.766 per Griesser.

22.15 La Germania chiude la rotazione alla trave con 53.432 punti.

22.13 Il 14.300 della Schaefer beffa Carlotta: l’azzurra viene scavalcata e scivola al quinto posto nella classifica alla trave.

22.05 Torna la capitana Seitz: 13.733.

22.00 Per Scheder 12.533, ora Schaefer.

21.58 Iniziata la sesta suddivisione. Germania alla trave con Scheder.

21.22 Alle 21.40 l’ultima suddivisione di giornata con la Germania. Ora raffica di articoli sull’Italia, seguiremo le tedesche in questa infinita DIRETTA LIVE. La Maratona ha spinto le azzurra: RIOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!

21.19 Russia al comando (231.437, peccato averle seguite solo di striscio), Gran Bretagna seconda (227.162), Italia terza (224.452) scavalcando anche il Giappone (223.863) e il Canada (222.780). MATEMATICAMENTE ALLE OLIMPIADI. Solo Germania, Australia, USA e Cina (le ultime due sicuramente) possono superare il nostro punteggio, le migliori 8 staccano il pass per Rio. Verosimilmente chiuderemo al quinto posto, proprio come a Nanning, ma aspettiamo domani.

21.15 Carlotta Ferlito e Vanessa Ferrari realizzano lo stesso punteggio nel giro completo (55.665): la siciliana è però davanti per la regola degli scarti (la spieghiamo appena possibile in articolo a parte). Sono nona e decima, la finale all-around è quasi fatta. Ugrin 14esima con 55.299 e un gran debutto Mondiale. Carlotta Ferlito quarta alla trave (14.233), Erika Fasana quarta al corpo libero (14.466): trincea per vedere se saranno qualificate alla finale. Contava solo Rio: lo hanno fatto! Bravissime tutte, martedì la consacrazione con la Finale a squadre.

21.14 Il sogno si realizza, l’impresa è compiuta. Con una grande prova di squadra, unitissima e mai sfilacciata, con una prova limpida e macchiata solo da due cadute (punteggi scartata), l’Italia sbriga la pratica Olimpiadi e realizza l’obiettivo prefissato da tre anni. Incerottate, non certo al top, le ragazze di Enrico Casella hanno fatto tutto quello che dovevano fare emozionandoci in una serata di gloria per i nostri colori!

21.12 ITALIA 224.452 PUNTI! Le azzurre scavalcano il Giappone di sei decimi, il Canada di due punti, sono seconde alle spalle della Gran Bretagna e sono imprendibili per tutte le dirette avversarie! L’ITALIA SI E’ QUALIFICATA ALLE OLIMPIADI 2016!

21.10 E poiiiii? 15.058 col doppio avvitamento. Erikaaaaaaa! Festa azzurra a bordo pedana! ITALIA A RIOOOOOOOOOOOOOO!

21.09 Cosa ha fattoooooooooooo! 14.600 con un avvitamento mezzo. Meneghiniiiiiii! L’Italia è alle Olimpiadi! Ora il dty di Fasana

21.08 E ancoraaaaaaa 14.266 per Carlotta! Sta andando tutto benissimo! Completiamo la missione ragazze! Meneghini a te l’onore di chiuderla, senò tutto su Erika.

21.07 Sììììììì l’avvitamento e mezzo di Vanessa! 14.366, si vola sopra la fatidica media. Ora stesso salto per Ferlito e Meneghini. Daiiii che ci siamo!

21.06 Pulitissima da 14.066 (9.066 l’esecuzione). Un grande Mondiale per la Ugrin, che ha sbagliato solo al corpo libero (uscita di pedana). Punteggio utilissimo per la media se ce ne fosse bisogno.

21.05 Avvitamento di Tea ok. Ma è chiaro che sono gli altri 4 esercizi a essere decisivi.

21.04 Ugrin, Ferrari, Ferlito, Meneghini, Fasana. Questo l’ordine di rotazione dell’Italia a caccia delle Olimpiadi. Tutti insieme!

21.02 Questa è la rotazione del triennio, quella in cui dare tutto, quella in cui sparare le ultime cartucce per la Patria. L’Italia vuole Rio e si aggrappa al suo sestetto per un sogno. Prendiamocelo subito, non andiamo a dipendere dalle altre. Festeggiamo già stasera!

21.01 Serve la media del 14.15! Tutti con le azzurre! Fasana ha il doppio avvitamento, Ferlito e Meneghini uno e mezzo, Ferrari cosa ci regala? Ugrin aprirà ma il suo semplice avvitamento è solo una copertura.

21.00 Fatti i conti. L’Italia deve totalizzare 56.619 punti al volteggio per superare il Canada e volare alle Olimpiadi. Possiamo farcela, lotta aperta fino in fondo!

20.59 L’Italia chiude la rotazione al corpo libero con 56.398, seconde di giornata alle spalle della Gran Bretagna (56.766). Il nostro totale dopo tre rotazioni è di 166.162 punti.

20.58 Ugrin 13.800, il suo punteggio viene scartato.

20.56 Giornata di grazia per Tea! Che Italiaaaaaaaaa

20.55 Sììììììììììììì! 14.066 (5.6) per Elisa. Vediamo se Tea riesce a strappare un 14 per scartare i punteggi di Ferlito e Ferrari.

20.53 Meneghini, dall’inizio alla fine. Carica a pallettoni, sulle corde di un grande libero che ci fa sognare. Perfetta Elisa che riscatta il ko alla trave. L’Italia sta viaggiando alla grande, mette nel mirino il Canada e inizia a sognare…

20.52 Ora Meneghini e Ugrin: serve un buon esercizio su due e l’Italia è in linea per i 56 punti di squadra al quadrato! Daiiiiiiiiii

20.51 Udite, udite: 14.466 (6.0). Erikaaaa ruggisce come una Leonessa, piazza la stoccata da urlo. Quarto punteggio di giornata, speranza per la finale. Ma che risultato per la squadra!

20.50 Erika ha dato tutto quello che aveva! E’ tornato il Silivas: perfettamente stoppato. Applausi meritati, tre diagonali pazzesche e ora attesa del responso.

20.48 Spiridonova esagerata: 15.466 alle parallele per la Campionessa d’Europa e bronzo mondiale. Mentre Erika Fasana ha concluso un grande esercizio!

20.47 La fatica si è fatta sentire, era importante portare a casa il più possibile: 13.933 (5.7) in linea con Novara. Già avvicinare i 14 punti è stata una grande impresa, ora tutti con Erika Fasana!

20.45 Il double pike è un po’ corto per Vanessa che comunque non si è voluta tirare indietro.

20.43 Carlotta sfiora i 14 punti: 13.933 (5.6). Iniziamo bene ma ora tutti con la Capitana! Ferrari al corpo libero!

20.43 Tuck full in, triple full, triple y turn, double pike. La routine di una precississima Carlotta Ferlito che sta svolgendo tutto alla perfezione in una gara per il momento d’eccellenza pura.

20.40 Apre Carlotta Ferlito! Inizia ora l’esercizio, per scaldare il pubblico sulla sua musica ritmata. Russia invece alle parallele con Tutkhalyan.

20.39 A Nanning 2014, proprio al quadrato, costruimmo la nostra magia. Ferrari e Fasana, non in perfette condizioni, stringono i denti e ci provano per spingerci a Rio. Carlotta, che quattro anni fa subì l’amarezza Tokyo, avrà motivazioni in più insieme a Meneghini che deve riscattare il piede a terra alla trave. Completa il quintetto Ugrin, Mori in panca.

20.37 Convince Carlotta Ferlito che sta trascinando la squadra insieme a una coriacea Ferrari e a una Ugrin al momento in grande spolvero. Tutte al corpo libero!

20.35 Grande prova di squadra dell’Italia, ragazze pronte a sostenersi l’una con la grande, incitamenti a non finire da bordo pedana, abbracci e sorrisi, tensione palpabile ma le azzurre stanno svolgendo egregiamente il loro compito. Al momento solo due cadute: quella di Meneghini dal costale alla trave, quella di Mori sul primo salto alle parallele. Fortunatamente entrambi i punteggi scartati.

20.34 L’Italia a metà gara ha totalizzato 109.764 punti (54.332 alle parallele, 55.432 alla trave). La Russia 114.998 (60.229 alla tavola e 54.699 al libero).

20.33 La Russia non è neanche da guardare: 60.299 al volteggio, dei mostri. Peccato che stiano gareggiando con noi e che la nostra attenzione sia tutta sull’Italia: gustarsele in suddivisione a parte sarebbe stato divertente.

20.32 L’Italia chiude la sua trave con un più che soddisfacente 55.432 e nel fondamentale guadagna otto decimi al Canada. Nel testa a testa con le nordamericane, a metà gara, siamo indietro di sei decimi. La battaglia per Rio è appena iniziata: tra corpo libero e volteggio ci giochiamo tutto.

20.30 Bene Mori: 13.733 (5.2).

20.29 Trepidante attesa per il punteggio di Lara….

20.28 Serie all’indietro col cuore in gola! Tenuta dalla Mori, le compagne urlano a bordo pedana. Tra respira, non mollare, lo sai fare e incitamenti vari c’è un sestetto a tenere su Lara su quella dannata trave chiusa alla grande!

20.27 Ferlitoooooo 14.233 (5.7). Ossigeno puro per l’Italia e per lei speranze di finale. Laretta per scartare la caduta di Elisa.

20.26 Ora aspettiamo il punteggio di Carlotta poi la chiusura affidata a Lara Mori che deve riscattare la caduta dalle parallele.

20.25 Immensa! Un esercizio meraviglioso. Non sbaglia nulla, le linee sono tenute alla grande, c’è solo una sbavatura nel finale impreziosita in precedenza da una belle serie, da un enjambe rilevante, da un buon montone e da un’uscita perfettamente stoppata. Speriamo arrivi un bel punteggio.

20.23 Ugrin 13.733, bene. Ora tutti con Carlotta! Rio passa da qui.

20.22 Tea salva due squilibri importante, conclude un’ottima prova e dovrebbe portare a casa punti importanti. Aspettiamo fiduciosi prima di affidarci a Carlotta Ferlito.

20.21 Paseka incontenibile: stoppa Amanar (15.666) e Cheng al volteggio!

20.20 Accontentiamoci di 13.733 (5.5) in linea con lo stato di forma di Vanessa. Ora Tea Ugrin dopo l’ottima prova alle parallele.

20.20 Tarda ad arrivare il punteggio della Ferrari, probabilmente staranno pensando a lungo sul collegamento ribaltata Montone.

20.19 Vola Komova sul dty: 15.033. Nel frattempo Vanessa Ferrari ha condotto un esercizio pulito sulla trave e ha provato a dare nuovo equilibrio all’Italia.

20.17 Il doppio avvitamento della Tutkhalyan vale 14.900.

20.15 Inizio in salita per l’Italia su uno dei suoi attrezzi migliori. Ferrari chiamata alla riscossa. L’Italia dovrà scartare il 12.900 di Meneghini, era una delle atlete di punta sulla trave…

20.14 Il costale, quell’elemento che l’ha fatta tribolare durante gli ultimi mesi, che sembrava essere entrato tra Novara e Assoluti l’ha tradita sul più bello.

20.13 Cade Meneghini!

20.12 Apre Elisa…

20.11 Fasana naturalmente in panca per la trave: le tibie ne potrebbero risentire. Ci aggrappiamo a Ferlito per un super punteggio, può puntare anche alla finale alla trave. Occhio a Meneghini che debutta ai Mondiali.

20.11 Intanto Lara Mori 12.400 alle parallele ma come già anticipato lo scartiamo.

20.10 Meneghini, Ferrari, Ugrin, Ferlito, Mori. Questo il quintetto per i 10cm.

20.09 Intanto la Russia lascia il corpo con 54.699 punti: non hanno di certo spaccato.

20.08 Musica celtica sul cambio rotazione, l’Italia si riscalda alla trave. Il momento di Carlotta Ferlito!

20.07 Rispetto a quanto fatto dal Canada sugli staggi accusiamo 1,4 punti di ritardo che proveremo a recuperare altrove. Non era certo qui che dovevamo fare la gara. Per il momento più che soddisfacenti le azzurre che ora si dirigono al corpo libero.

20.06 L’Italia esce dalle parallele con 54.332 punti di squadra. Molto, molto bene, siamo in piena linea con gli obiettivi prefissi mentre la Russia fatica al corpo libero salvo un’immensa Afanaseva.

20.05 Purtroppo Lara è caduta sul primo salto. Ci teniamo gli altri punteggi presi, con una buonissima media da 13.5. Italia bellissima sugli staggi, primo ostacolo superato. Nel frattempo 14.633 per Ksenia Afanaseva al corpo libero.

20.04 Guardate cosa scrive la Federazione Internazionale su Tea. Is Tea Ugrin the Nastia Liukin of Italy? The petite blonde looks and swings Bars like the 2008 Olympic champion. Great lines and toepoint.

20.03 Erikaaaa 13.766 (5.7). Andiamo che è una meraviglia. Manca solo Lara Mori, vediamo se recupera qualche decimino e scarta il punteggio di Carlotta. Stiamo facendo il nostro con una grande prova di squadra.

20.01 Non tentenna neanche Erika Fasana, Italia in grandissima palla. Maloney e un doppio Tkatchev per la comasca. Tutto perfetto!

20.00 Sìììì! 13.700 per la Ugrin, migliore delle italiane. Mentre sale Erika Fasana, cresciuta molto nella stagione su questo attrezzo.

19.59 C’è anche Tea, l’Italia è in carreggiata! Maloney, in bar stalder full collegato al Gienger, tuck full. Bravissima!

19.58 Per Ferrari 13.633 (5.7): prendiamo e portiamo a casa mentre tocca a Tea Ugrin, debutto ai Mondiali. Speriamo non paghi l’emozione.

19.57 Anche Vanessa non sbaglia! La cosa più importante nell’esercizio più letale. Inglese per puristi: eagle giant, full pirouette, Ono to Jaeger, shoot over to toe up, toe circle, tuck full in lands. Piccolo passo in uscita ma bene.

19,56 Il turno di Vanessa Ferrari! Settimo Mondiale per la nostra capitana.

19.55 Con le unghie e con i denti: 13.233 (5.4) per Carlotta, in linea con il suo livello.

19.53 Stalder, Maloney, ancora stalder, super Jaeger, bello l’Arabian. Esercizio ottimo e soddisfacente per Ferlito, ottimo inizio per l’Italia. Mentre Paseka 13.666 al corpo libero.

19.53 Sale Carlotta.

19.52 L’Italia sta ancora preparando gli staggi.

19.51 La Russia inizia al corpo libero con Paseka. Partita la quinta suddivisione dei Mondiali 2015 di ginnastica artistica.

19.49 Ferlito, Ferrari, Ugrin, Fasana, Mori: questo l’ordine di rotazione dell’Italia sugli staggi! Meneghini in panca. Gan-ba a tutte.

19.48 La partenza alle parallele non è congeniale ai nostri colori, lo sappiamo. L’infortunio di Martina Rizzelli, la decisione di non schiarire Enus Mariani ci lascia senza importanti specialiste. Non ci attendiamo dei picchi ma una buona media per rimanere in galleggiamento e proseguire a giocarcela.

19.47 Si stanno riscaldando…

19.46 Giriamo insieme alla Russia che vuole la prova di forza: ritorna la vicecampionessa olimpica Vika Komova (parallele da osservare), Ksenia Afanaseva stringe i denti e gareggia nonostante i problemi al rene, Maria Paseka top al volteggio, Daria Spiridonova di lusso alle parallele come Maria Kharenkova alle parallele. Seda Tutkhalyan all-arounder.

19.45 Tutte dentroooooooooo!

19.42 Lo scorso anno meravigliose quinte a Nanning, a Tokyo 2011 none e costrette al Test Event, finaliste nel 2010, quarte nel 2007 con annessa qualificazione olimpica. Nell’era moderna solo due qualificazioni olimpiche attraverso la rassegna iridata: 1999 e 2007. In passato l’ultima risale al 1976, la formazione di Stefania Bucci, coach di Lara Mori.

19.38 Le azzurre stanno per entrare all’SSE Hydro. La tensione è davvero elevatissima, la pressione che hanno addosso è immaginabile (messa addosso, giustamente, da tantissime persone). Lasciamoci le difficoltà alle spalle, proviamo a centrare una nuova grande impresa.

19.35 Ci presentiamo incerottate, lo sappiamo. Martina Rizzelli a casa per il crac al piede, Vanessa Ferrari con problemi al tendine d’Achille, Erika Fasana soffre di una frattura da stress alle tibie. Servirà una vera prova di squadre, Carlotta Ferlito è in formissima e dovrà dare tutto proprio come Elisa Meneghini. Lara Mori chiamata alla prova di testa stile Nanning, speriamo che Tea Ugrin sia in giornata sì. Enus Mariani le deve sostenere dagli spalti.

19.20 L’Italia incomincerà dalle parallele, aprirà Carlotta Ferlito. Missione non impossibile, ma non facile. Servirà tanta pulizia di esecuzione, ci presentiamo incerottate e non c’è tanto margine. Per tornare alle Olimpiadi senza passare dal Test Event: ci siamo riusciti nel 2007 e nel 1999.

19.15 Tra mezzora tutti insieme con l’Italia! Spingiamo le azzurre a Rio de Janeiro! Per il sogno olimpico le ragazze di Enrico Casella devono totalizzare 222.781 punti: sarà così sostanzialmente ufficiale la conquista del pass. Un risultato inferiore, invece, ci costringerebbe a guardare attentamente le prove di Germania e Australia.

19.13 Niente da fare: Flavia Saraiva si ferma a 14.133, il Brasile non riesce ad andare oltre a 221.861 e rimane alle spalle del Canada (222.780). Gran Bretagna (227.162) e Giappone (223.863) ufficialmente alle Olimpiadi, il punteggio delle nordamericane diventa invece la soglia da battere per volare a Rio.

19.09 Per la Hypolito 13.866. Ora chiuderà Flavia Saraiva, deve piazzare un punteggio attorno ai 15….

19.05 Per Oliveira 13.933. Sull’attrezzo la Hypolito.

19.04 La Gran Bretagna chiude la propria gara con 227.162 punti. Primo posto temporaneo (in attesa di Russia tra poco, USA e Cina domani) per le padrone di casa che staccano il biglietto per le Olimpiadi insieme al Giappone, ormai ufficiale.

19.03 Rebecca Downie 13.500. Addio finale per la Campionessa d’Europa alle parallele.

19.02 Dopo circa otto minuti di attesa si svegliano: 14.200 per la Barbosa alla trave. Verdeoro ancora sotto media. Serve comunque il miracolo di Flavinha ma il Canada sembra quasi irraggiungibile.

19.00 Clamorosooooo! E’ caduta Rebecca Downie! Una delle super favorite per le medaglie di specialità, dice addio già ora. La Gran Bretagna si è fregata da sola sul suo attrezzo. Rio è conquistata ma si sperava con una rotazione finale di ben altro spessore.

19.00 E’ normale aspettare più di cinque minuti per un risultato.

18.58 Ruby Harrold non delude, 14.666 (6.3): obiettivo finale…

18.57 La giuria alla trave si prende dei tempi decisamente lunghi. Si attende il punteggio della Barbosa.

18.56 Ellie Downie è caduta dall’attrezzo: 12.133 (6.3). Addio sogni di gloria, proverà a riscattarla la sorella.

18.54 De Araujo 12.800 alla trave. Missione 57 lontana per il Brasile.

18.48 Tinkler 13.700 (5.6) alle parallele. Gran Bretagna ormai in scioltezza ma Rebecca Downie insegue la Finale.

18.44 Se finisse così (sembra difficile una media da 14.25 per il Brasile alla trave, ma mai dire mai) all’Italia serviranno 222.781 punti per qualificarsi alle Olimpiadi già alle nostre 21.40. Altrimenti occhi su Germania e Australia.

18.40 Non recupera molto la Hypolito: 12.300. Il Brasile si ferma a 165.729 punti. Finiranno dietro al Canada: sembra impossibile fare 57 punti alla trave…

18.36 Per la Oliveira 13.600. Vediamo se la Hypolito recupera qualche punto.

18.34 La Gran Bretagna esce dal volteggio con 59.531: mirabolante. Le padrone di casa totalizzano 171.596 dopo tre rotazioni di gara e la certezza matematica delle Olimpiadi dista solo 52 punti. Sbrigheranno la formalità alle parallele.

18.33 Flavinha prova a tenere a galla le compagne: 13.266 sugli staggi. La Downie va in finale al volteggio con 14.949 di media!

18.32 E il pass arriva sul sontuoso dty di Ellie Downie: 15.066, tutte a Rio. Possiamo già dirlo con una rotazione d’anticipo (le parallele sono il loro grido di battaglia). La Downie ha eseguito anche il secondo salto

18.31 Doppio avvitamento anche per la Tinkler: 14.933. La rotazione che sta ammazzando la gara.

18.30 Due cadute di Barbosa alle parallele: 11.633. Frenata la corsa delle verdeoro.

18.28 Il mattone verso Rio arriva col dty della Fragapane: 14.866.

18.27 Simm 14.433 con un avvitamento e mezzo. Harrold doppio avvitamento da 14.466. Il Brasile inizia col 12.800 della Araujo alle parallele.

18.20 Chiaro che le parallele e il volteggio favoriranno ulteriormente le padrone di casa. Le sudamericane dovranno fare i conti con parallele e trave: obiettivo per loro battere il Canada e mettere in crisi Italia e Germania.

18.19 A metà gara la Gran Bretagna ha totalizzato 112.065 punti (trave e corpo libero), il Brasile si è spinto fino a 113.763 (volteggio e corpo libero).

18.16 Maestosa anche la Fragapane. Chi la ferma oggi…  14.600 (6.3): la rivedremo domenica a caccia delle medaglie di specialità. Mentre cade Jessica Lopez dalla trave dopo l’errore alle parallele.

18.14 Tinkler 14.200 (6.0) tra Silivas e doppio teso. E la macchina di casa viaggia verso Rio in carrozza. Vediamo se Claudia riuscirà a scartare il 13.466 di Harrold.

18.12 Certo saranno pur aiutate ma non stanno sbagliando praticamente nulla… Buona prova anche per la Tinkler che cede la chiusura a Claudia Fragapane, numero 1 all’attrezzo: deve riscattare la caduta dalla trave che per il momento è l’unico errore della Gran Bretagna a (quasi) metà gara.

18.10 Il punteggio della Downie fa impazzire l’Arena: 14.400 (6.0). Ormai è ufficiale che la generosità è di casa. Sale all’attrezzo Amy Tinkler, penultima delle sue.

18.08 Il Brasile ha chiuso con 58.132 al volteggio. Terzo punteggio di giornata (un millesimo peggio del Canada e 24 meno della Romania). Buona gara per il momento delle sudamericane: al momento sono davanti alle nordamericane… Vedremo come andrà tra staggi e trave.

18.07 Per Simm 13.566 (5.8). Ora Ellie Downie, le padrone di casa rimangono nel limbo al quadrato. Fragapane sarà chiamata al picco.

18.05 Doppio avvitamento anche per la Oliveira: 14.766. Il Brasile può uscire soddisfatto dalla tavola.

18.03 Il doppio avvitamento della Barbosa non delude: 14.833, punteggio fondamentale per le velleità delle verdeoro.

18.02 Per Harrold 13.466 mentre il Brasile prosegue spedito al volteggio, tra avvitamenti e uno e mezzo. Saraiva 14.166, Hypolito 14.300. Ora Simm al libero.

18.01 Buona prova della Harrold. Arabian, front double twist, chiusura in double back.

17.58 Eccolo: 14.100 (5.6) per la Downie, la Gran Bretagna sale a 55.299. Il Brasile invece 55.631. Inizia la seconda rotazione.

17.58 Sono passati cinque minuti dal termine dell’esercizio e non arriva il punteggio di Downie alla trave.

17.56 Intanto in pieno atto il cambio attrezzo. Seconda rotazione con Gran Bretagna al corpo libero e Brasile al volteggio.

17.55 Si attende il punteggio della Downie. Devono pensare a quanto essere generosi?

17.53 Bell’esercizio di Rebecca Downie, la più convincente delle sue. La specialista alle parallele non ha deluso su un attrezzo non suo. La Saraiva invece non è volata così tanto: 14.166 (5.6).

17.51 La caduta non penalizza più di tanto la Fragapane: 13.233 (5.7). I punteggi si sono alzati di natura o sono lievitati solo per le padrone di casa?

17.51 Per la Hypolito 13.966 e ora Flavinha Saraiva per una magia.

17.50 Dopo dei salvataggi così miracolosi per le compagne è Claudia a mettere piede a terra sul tuck full. Inevitabile. Stanno gareggiando proprio al limite.

17.47 Altrettanto generoso il 13.966 per l’esercizio della Downie (5.6 la nota di partenza). Ora è il turno di Claudia Fragapane.

17.45 Su un bhs layout la Downie si è salvata miracolosamente da una caduta già fatta e chiude stoppando il doppio avvitamento e mezzo. In contemporanea la brasiliana Oliveira si è spinta fino a 14.066 al corpo libero e si dà il cambio con la Hypolito.

17.44 Per la Tinkler un generoso 13.633 (5.6). Sale Ellie Downie, bronzo all-around agli ultimi Europei.

17.42 Per la Barbosa 13.433 al libero. Mentre Jessica Lopez è caduta dal Tkatchev alle parallele.

17.41 Trave un po’ slegata e discontinua per la Tinkler che salva anche una caduta. Contemporaneamente si esibiva la Barbosa al corpo libero, bronzo all-around nel 2007 insieme alla Ferrari.

17.40 Harrold: 13.600 (5.3). Lima Costa 12.433 (5.5).

17.39 In attesa del punteggio si prepara Tinkler. Lima Da Costa caduta due volte attende invece il risultato del suo esercizio al quadrato.

17.38 Passo indietro in uscita, un paio di esitazione durante l’esercizio ma lo porta a termine positivamente.

17.37 Sale Ruby Harrold.

17.36 Claudia Fragapane, Ruby Harrold, Ellie Downie, Rebecca Downie, Amy Tinkler, Kelly Simm: tutte per la Patria.

17.33 Via con i classici minuti di riscaldamento.

17.31 Il Brasile al quadrato, inizia Lima Da Costa. Per la Gran Bretagna apre Ruby Harrold sui 10cm. Questa sarà anche la suddivisione della venezuelana Jessica Lopez, vincitrice dell’ultima Coppa del Mondo.

17.30 Le ginnaste entrano nell’Arena. Boato per la Union Jack: il tifo le aiuterà oppure la pressione farà brutti scherzi?

17.20 Tra una decima di minuti inizierà la quarta suddivisione. Padrone di casa sugli scudi, ma partiranno dall’odiata trave. L’SSE Hydro le spingerà in massa: Arena praticamente sold out. Il Brasile, invece, riuscirà a sorprenderci?

 

LA LUNGA GIORNATA DELLE QUALIFICAZIONI AI MONDIALI RIPRENDERA’ ALLE 17.30 con la quarta suddivisione. Seguiremo in DIRETTA LIVE Gran Bretagna e Brasile. Poi alle 19.45 tutti insieme con l’Italia: spingiamo le azzurre verso Rio 2016.

16.20 Per il momento si è consumato lo psicodramma della Romania incappata in una sfilza di cadute da incubo e quasi certa di dover passare dal Test Event. Ottima gara sbalorditiva del Giappone che ha probabilmente fatto più di quanto ci si potesse aspettare, il Canada in linea con le aspettative con due botti di rilievo al volteggio che hanno alzato l’asticella.

16.17 I Mondiali 2015 di ginnastica artistica si prendono ora una pausa (l’unica di giornata). Time-out per un’ora: si ritornerà in pedana alle 17.30 e ci sarà da divertirsi: in pedana la Gran Bretagna padrona di casa e il Brasile.

 

16.15 Siamo così a metà della prima giornata del turno di qualificazione. Riepiloghiamo tutte le classifiche:

CONCORSO A SQUADRE – Comanda il Giappone (223.863), secondo il Canada (222.780), terza la Romania (217.200) poi a seguire Spagna (210.094), Svezia (206.262) e Austria (201.793). Il Giappone vede già le Olimpiadi, il Canada ci spera ma aspetta gli avvenimenti, la Romania quasi sicuramente dovrà accontentarsi del Test Event.

CONCORSO GENERALE – La canadese Black fa meglio di tutte (57.299), rifilando un punto alla nipponica Murakami (56.366). Solo terza la vicecampionessa del Mondo Larisa Iordache (55.698).

VOLTEGGIO – Comanda la canadese Rogers (14.766) davanti alla connazionale Black (14.700) e all’eterna Chusovitina che ha provato il Produnova (14.700). La neozelandese McGregor ci vuole sperare (14.249).

PARALLELE ASIMMETRICHE – I punteggi più alti sono delle canadesi Rogers (14.166) e Onyshko (14.100) che precedono le nipponiche Teramoto (14.033) e Sugihara (13.966).

TRAVE – Esercizio meraviglioso per Ellie Black che si erge dall’alto del suo 14.600 (6.4). Finale quasi in cassaforte per la canadese che precede Teramoto (14.100) e una spenta Larisa Iordache (13.866) a serio rischio eliminazione (per non dire certo).

CORPO LIBERO – Prestazione da leccarsi i baffi per la nipponica Sae Miyakawa (14.900, 6.3) che lotterà per le medaglie. Alle sue spalle Ellie Black (14.166) e Mia Murakami (14.100). Larisa Iordache sesta, ferma al 13.766 della mattinata dietro alle connazionali Jurca e Bulimar.

 

 

16.09 Termina così la gara del Canada che conquista 222.780 punti, una lunghezza abbondante alle spalle del Giappone (223.863). Nipponiche molto vicine a Rio, canadesi che dovranno aspettare le altre suddivisioni. Questa è una soglia di riferimento importante per l’italia: servono 223 punti, come da previsioni della vigilia, per staccare il pass.

16.08 La Rogers tenta anche il secondo salto e con 14.766 di media balza in testa alla classifica ipotecando la Finale.

16.05 Esagerata la Rogers col doppio avvitamento, addirittura 15.000! Che botta per la squadra, prova anche il secondo salto.

16.04 Avvitamento della Onyshko, pulito e ben eseguito: 14.000.

16.02 Sontuoso anche la rondata carpio con un avvitamento della Black: 14.800 (9.0 l’esecuzione). Poi un avvitamento e mezzo il secondo salto (14.600): disputerà la Finale di Specialità?

16.00 Si inizia con l’avvitamento e mezzo di Townsend: 14.333.

15.58 L’obiettivo reale del Giappone possono diventare i 222 punti (qualcosa in più magari). Soglia di rilievo ma ben battibile da altre squadre.

15.57 Per quanto riguarda il concorso generale Ellie Black comanda con 42.499, un soffio davanti a Mai Murakami (42.266) e a Larisa Iordache (41.832). Vedremo cosa combinerà al volteggio e se riuscirà a mantenere la posizione: è stata nona a Nanning 2014.

15.54 Il Giappone si è spinto fino a 58.033 alla tavola, difficilmente Black e compagne riusciranno a raggiungere quota 59.217 per scavalcarle in classifica generale. Dunque le nipponiche rafforzano i loro biglietti per Rio, le canadesi vengono rimandate alle prossime suddivisioni.

15.53 Il Canada si ferma a 54.266 al corpo libero, 1.5 punti in meno rispetto a quanto fatto dal Giappone. Ora le nipponiche hanno 1,1 lunghezze di vantaggio sulle biancorosse che passano al volteggio dove però le nipponiche hanno giganteggiato.

15.50 Rousseau 13.400.

15.48 Attendiamo il punteggio della Rousseau che punta a cancellare il 12.500 della Townsend.

15.46 Black 14.166.

15.45 Onysko 13.700. Il Canada è molto ordinata e sta facendo il suo senza commettere evidenti errori. E’ questa la gara che ci vuole per sperare nelle Olimpiadi. La battaglia col Giappone è ormai aperta. Chi starà davanti sarà al 95% certo di essere a Rio.

15.42 Solo 12.500 per Townsend che commette qualche errore di troppo: uscita dal Tabac e passo sul doppio raccolto.

15.39 Debutta Townsend che è rimasta in panca per metà gara. Vediamo il suo contributo al quadrato.

15.37 Al corpo libero è ancora Woo ad aprire: 13.000.

15.32 Il Canada a metà gara ha ottenuto 110.381 punti. Alla trave 54.649, due decimi meno del Giappone. La Foglia d’Acero conserva quattro decimi di vantaggio sulle nipponiche. Vedremo ora come risponderanno al corpo libero.

15.30 Per la Rogers 13.500 e il Canada può cancellare il 12.500 della Rousseau: un punto guadagnato.

15.24 Per la Onyshko 13.416. Ora la Rogers per cancellare il 12.500 della Rousseau.

15.20 Cosa ha combinato la Black! 14.600 (6.4), miglior punteggio di giornata: double turn con qualche squilibrio, ottimo punch pike, eccellente il doppio e mezzo avvitato in uscita. In mezzo tanta concretezza con pochissime sbavature. Onyshko sale fiduciosa sull’attrezzo.

15.16 Il turno di Ellie Black sui 10cm dopo il 13.733 alle parallele.

15.15 Rousseau cade dalla serie flick flick: 12.500, primo errore per il Canada.

15.10 I giudici esitano prima di elargire un 13.133 (5.1) alla Woo che passa il testimone alla Rousseau.

15.07 Sui 10cm Victoria Woo-Kayen.

15.01 Il Canada ha così totalizzato 55.732 punti alle parallele asimmetriche. Sei decimi in più del Giappone e sei punti in più della desolante Romania. Convincente prova di squadra, bella risposta con note di partenza molto elevate. Ora tutte alla trave.

15.00 La Rousseau si ferma a 13.166: è il suo punteggio a essere scartato.

14.58 Vediamo se Rousseau riuscirà a far scartare un 13.733 e innalzare ulteriormente il punteggio delle biancorosse.

14.57 Preciso anche l’esercizio della Rogers con un esercizio estremamente difficile: 6.3 per Pak, Ricna, Maloney, Khorkhina e uscita in doppio. 14.166 il punteggio. Il Canada sta volando tra gli staggi.

14.55 Per la Black 13.733: non riesce a collegare il Pak allo Jaeger, deve rinunciare a dei decimi preziosi (5.7 la nota di partenza).

14.53 Ora la capitana Ellie Black.

14.52 Ottimo 14.100 (6.1) per la Onyshko: Maloney, Tkatchev, Hindorff, Pak, Maloney half. Bellissima.

14.48 Woo 13.733 (5.5): esercizio semplice ma ben eseguito, stoppatissima l’uscita in double layout. L’esercizio della Onyshko è già un crocevia importante.

14.45 Il Canada parte alle parallele con Woo.

14.42 All’SSE Hydro sono entrate le ragazze che saranno impegnate nella terza suddivisione. Il momento di Canada e Svezia per quanto riguarda le squadre.

14.25 Alle 14.40 circa inizierà la terza suddivisione. In pedana il Canada di Black, Onyshko, Woo: squadra che punta alle Olimpiadi, avversario temibile per l’Italia.

14.25 Dunque la classifica dopo due suddivisioni dei Mondiali 2015 di ginnastica artistica: Giappone al comando con 223.863 punti, Romania seconda con 217.220, Spagna terza con 201.094, Austria quarta con 201.793.

14.16 Il Giappone chiude un turno di qualificazione memorabile, praticamente privo di grosse sbavature e giganteggia con 223.863 punti. La qualificazione alle Olimpiadi 2016 è praticamente in tasca.

14.15 Incantevoleee! 14.900 per Sae Miyakawa per uno sbalorditivo 6.3 di D Score. L’attesissima 16enne non ha deluso le aspettative e ha urlato in vista della Finale. La qualificazione è stata facile, vedremo come risponderanno le altre big.

14.14 Quando i giudici si sveglieranno sul punteggio sarà definitivamente terminata la seconda suddivisione.

14.12 Cos’ha fatto la stellina nipponica! Chusovitina, teso + doppio avanti, Silivas + doppio teso. Meravigliosa. Attendiamo il punteggio.

14.11 Il Giappone sale così a 221.929 punti. Manca l’esercizio della Miyakawa che potrebbe alzare ulteriormente il punteggio se farà meglio di 12.966.

14.10 Murakami con un eccellente 14.100 (5.7) si prende la vetta della classifica generale con 56.366. La Iordache abdica subito.

14.07 Vola Teramoto con 13.766 e a un complessivo 55.532, a 166 millesimi dalla Iordache.

14.04 Il Giappone può puntare ai 223 punti. Un risultato che non assicura nulla ma che è un bel mattoncino. La seconda rotazione non aiuta ma la loro gara è stata complessivamente pulita.

14.02 Sasada 13.033 con doppio raccolto, due avvitamenti, Tsukahara e doppio carpio.

13.59 Yumoto 12.966, qualche sbavatura di troppo e caduta sul doppio raccolto per la prima giapponese.

13.57 Dunque salvo cataclismi il Giappone finirà davanti alla Romania che non riuscirà a entrare in Finale salvo tanti disastri altrui: 217 punti sono davvero una miseria. Inizia Yumoto al corpo libero

13.52 Per Sasada 13.233. Il Giappone chiude la sua rotazione alla trave in controllo: 54.832, un decimo meno della Romania che cadde però svariate volte (ma era il loro attrezzo di punta). Ora tutte al corpo libero per chiudere la gara forti del 168.064 ottenuto dopo tre rotazioni di gara.

13.50 Ma si bisogna aspettare un’altra eternità per il punteggio…

13.48 Finalmente il punteggio della Sugihara: 12.800. Sasada sale sull’attrezzo per scartarlo.

13.46 Intanto vengono confermate le notizie di corridoio della vigilia. MyKayla Skinner è a sorpresa la riserva del Team USA: poteva puntare alla medaglia al volteggio proprio come lo scorso anno… Notizia strana perché allora poteva essere lasciata direttamente a casa.

13.43 Quanto sono lunghi i tempi dei giudici. Non è ancora uscito il punteggio della Sugihara, film già visto troppe volte nel corso di questa mattinata.

13.37 Per Yumoto 13.833 (5.5): che prova di squadra per il Giappone. Non ci sono picchi importanti ma ognuna sta facendo il suo con ordine e sta svolgendo bene il proprio compito per la causa comune. Ora è il turno di Sugihara.

13.35 Murakami schizza in testa alla classifica all-around con 42.266 e punta a concludere davanti a Iordache ma le servirà almeno un 13.500 al corpo libero.

13.34 Con questo esercizio Teramoto può ambiare alla Finale di Specialità. Pulita e precisa, valutata in 14.100 (5.8).

13.30 Un paio di esitazioni per Murakami che porta comunque in classifica un importante 13.666 (5.7). Ora il turno di Teramoto.

13.27 I body del Giappone hanno delle farfalle sul petto, gli speaker spiegano cosa sta accadendo e il regolamento della ginnastica al tanto pubblico presente. L’atmosfera si scalda a Glasgow!

13.25 Inizia Mai Murakami. A seguire Teramoto, Yumoto, Sugihara, Sasada.

13.20 Per il Giappone 55.199 alle parallele. Hanno rifilato sei punti alla Romania che lì si è affossata.

13.18 Al momento Murakami miglior all-around nipponica con 28.300. Ora tutte alla trave. La strada verso le Olimpiadi si sta illuminando.

13.15 Yumoto (12.700) e Sasada (13.500) completano la seconda rotazione del Giappone. Parallele in linea con le aspettative della vigilia, sempre sull’orlo del 13.700 di media. A metà gara il Sol Levante conduce con 113.232 punti, già in vantaggio di un decimo sulla Romania che ora andranno ad affossare tra trave e corpo libero.

13.10 Sugihara 13.966, ora il turno di Yumoto.

13.08 Teramoto 14.033 (5.9). Nipponiche in linea con le aspettative, ottima prova di squadra per il momento.

13.05 Buon esercizio di Murakami sugli staggi, Tsukahara in uscita, 13.700 da portare a casa.

13.00 Il Giappone si trasferisce alle parallele dopo aver convinto alla tavola con i Rudi e degli interessanti doppi avvitamenti. Un punteggio di squadra rimarchevole che andrà ora alimentato. La Romania è davvero spalle al muro, il Test Event è a un passo…

12.56 Manca solo il punteggio alla trave della mongola Enktuvshin per chiudere la prima rotazione della seconda suddivisione.

12.49 Il Giappone chiude così la sua rotazione al volteggio con un ottimo 58.033 (un solo decimo peggio della Romania che qui pescò il suo unico momento positivo di giornata).

12.48 Miyakawa con addirittura il 6.2 del front handspring 1 1/2 twist. 14.900 il punteggio per l’ultima nipponica (in precedenza basso 13.633 della Teramoto che è caduta dal Rudi, proprio il salto della Miyakawa).

12.45 Il Giappone non lascia nulla al caso e al volteggio inizia al meglio: Murakami 14.900, Sasada 14.133, Yumoto 14.100.

12.35 Il Giappone parte al volteggio con Yumoto. Si stanno svolgendo i minuti di riscaldamento all’attrezzo. Lo scorso anno nipponiche comodamente in Finale. Presenti anche a Londra 2012.

12.28 Le nipponiche sono tra le dirette avversarie dell’Italia. Sasada, Murakami e compagne non hanno grossissimi picchi ma la loro costanza le spedirà in alto, come sempre hanno fatto. Il Giappone vuole la Finale e la qualificazione alle Olimpiadi 2020, gireranno insieme all’Austria che ha poco da dire.

12.18 La seconda suddivisione inizierà alle 12.30. Il Giappone è il protagonista assoluto.

12.15 Terminata la prima suddivisione dei Mondiali. Romania al comando con 217.220 ma ci rimarrà per molto poco: Larisa Iordache (55.698, bruttissima gara) e compagne non sono state all’altezza della situazione e sono davvero lontanissime dalle Olimpiadi 2016. La Spagna chiude con 210.094. Oksana Chusovitina ha eseguito il Produnova al volteggio ma è caduta (14.700).

12.10 Gli ultimi esercizi della Spagna al corpo libero per chiudere la prima suddivisione dei Mondiali 2015 di ginnastica artistica.

12.08 Per Iridon 13.500, poi cade anche la Zarzu in entrata al salto avanti. La Romania chiude la sua qualifica con un mesto e davvero bassissimo 217.220: Rio è incredibilmente lontana… E’ solo la prima suddivisione ma le proiezioni delle avversarie non lasciano molto margine a Iordache e compagne protagoniste di una gara disastrosa.

12.06 Intanto ricordiamo lo score totale della Iordache: 55.698, uno dei più bassi della carriera. Paga le cadute a parallele e trave, sotto le aspettative al corpo libero, non è bastato il dty al volteggio a salvarla. Eliminazione sui suoi due attrezzi preferiti e la Romania sull’orlo del baratro.

12.06 Attesa per il punteggio della Iridon, poi toccherà alla Zarzu.

12.04 La media della Chusovitina al volteggio: 14.683 (il secondo salto era un avvitamento e mezzo da 14.600) e finale ipotecata. La Iridon prova a tenere a galla la Romania.

12.02 Per Iordache 13.866 (6.2): difficile agguantare la finale di specialità dove voleva riscattarsi dopo le cadute delle ultime due edizioni. La Romania è in autentica sofferenza.

12.01 Il Produnova di Oksana viene valutato in 14.766 (7.0 il D Score).

12.00 Produnova per Chusovitina ma non è riuscita ad atterrare in piedi.

11.58 Incredibile! E’ caduta la capitana: come nelle finali di specialità del 2013 e del 2014. Non ce la fa proprio e ora il dramma è completato. Vedremo come concluderà dopo il bhs tuck che l’ha costretto al piede a terra.

11.58 Bulimar 13.733 (5.7). Ora Larisa Iordache: Rio passa dalle sue gambe.

11.58 Due minuti ai salti della Chusovitina. L’Arena è gremita dal pubblico spagnolo che sostiene le sue ragazze, seconde distaccate di tre punti dalla Romania.

11.57 Didi salva due cadute, rimane in piedi e chiude un buon esercizio.

11.55 Il turno della Bulimar.

11.54 Tabellone meno generoso di quanto ci si aspettasse: 13.833 (5.5).

11.52 C’era mezza Romania, Nadia Comaneci compresa visto che è qui a Glasgow e ieri ha provato a rincuorare le ginnaste dopo la perdita di Ocolisan, a tenere la Jurca sull’attrezzo. Ottima prova e primo respiro per le ragazze.

11.50 Jurca, Bulimar, Iordache, Iridon, Zarzu: questo l’ordine di rotazione della Romania sui 10cm. Esame di maturità vero per il quintetto.

11.48 Si è conclusa la terza rotazione. Ultimo turno da capogiro: Chusovitina al volteggio con l’atteso Produnova e poi la Romania che ha l’acqua alla gola!

11.46 Ora il CT deve seriamente prenderle a parte e provare a dare una sterzata. Così Rio si allontana in maniera importante. Non possono bastare i tre dty al volteggio visti in seconda rotazione per salvare la baracca. I 10cm risulteranno decisivi: è il loro miglior attrezzo ma quando la giornata nasce male… Larisa Iordache ancora un po’ appannata: 41.832 dopo tre quarti di gara è troppo poco, poi la cocente eliminazione al corpo libero…

11.44 La Romania esce dagli staggi non toccando neanche quota 50 punti: 49.133. Colpo terribile alle loro ambizioni, al momento ferme al 162.288 dopo tre rotazioni. Ultimo passaggio alla trave ma servirà davvero un numero.

11.42 Il Ricna di Andreea ammazza definitivamente gli staggi della Romania: tutte le interpreti, ad eccezione di Jurca, sono cadute (doppia per Bulimar). Entra un bassissimo 11.1 di Bulimar, Iordache la migliore con 13.200, 11.9 per Iridon, Jurca 12.933.

11.41 Siamo la dramma vero. Anche la Iridon è giù! Il livello più basso di una rotazione nella storia della Romania ginnica.

11.40 La Iordache si salva grazie a un elevatissimo coefficiente (6.3) e porta a casa 13.200. Ma la sua Nazionale è sull’orlo del baratro. Due cadute di Bulimar, un punteggio basso di Zarzu causa esitazione, Jurca sul 13. Vediamo se la Iridon recupera qualcosa.

11.39 Incredibile! Cade anche la Iordache! Il Maloney la tradisce. Rotazione da incubo per la Romania!

11.38 Per Bulimar 11.100. Attesa infinita per darle 34 millesimi in più della Zarzu? Ora Iordache.

11.35 Non arriva più il risultato di Didi. Cosa stanno pensando i giudici? E’ caduta due volte….

11.34 La vicecampionessa del Mondo è agguerrita. Sta vedendo il castello crollare. Si cosparge le mani di magnesia, attende il punteggio della Bulimar.

11.33 Larisa Iordache deve metterci una pezza!

11.32 Sbaglia anche il Tkatchev e arriva un’altra caduta. Malissimo Bulimar!

11.31 Cade la Bulimar! Errore gravissimo sull’Hindorff! Psicodramma per la Romania.

11.30 Infatti per Zarzu 11.066: quelle due “stoppate” contano come cadute: il suo punteggio verrà quasi certamente scartato. Ora è il turno della Bulimar.

11.29 Zarzu si ferma per due volte prima dell’uscita: sulla verticale piega le gambe e va indietro, poi rimane “appesa” e per poco non mette piede a terra. Il punteggio ne risentirà.

11.27 Jurca 12.933 (5.6).

11.25 Jurca in difficoltà su una verticale e poi troppo accartocciata sull’uscita.

11.23 Jurca si cosparge di magnesia, pronta per salire sulle parallele.

11.20 Partiti i consueti minuti di riscaldamento. La strada per Rio passa anche da questi staggi

11.19 Jurca, Zarzu, Bulimar, Iordache, Iridon: questo l’ordine di salita per le gialloblu che proveranno a sbagliare il meno possibile.

11.18 Conclusa la seconda rotazione! Cambio d’attrezzo, la Romania si trasferisce alle parallele.

11.16 Rega sui 10cm per finire una seconda rotazione che a sensazione è sembrata più lunga di altre (la Romania al volteggio ha chiuso l’interesse in maniera repentina come prevede l’attrezzo).

11.10 La Romania si è resa protagonista di una grande rotazione al volteggio con ben tre doppi avvitamenti, ha rimediato un giro al corpo libero sotto le aspettative e guida la classifica con 113.155 punti. Naturalmente è ancora molto presto per fare dei calcoli, mancano le difficili parallele e la loro amata trave. Roxana Popa cade dalla trave, Oksana Chusovitina “passeggia” sugli altri attrezzi in attesa del suo volteggio.

11.09 La seconda rotazione ha già dato il suo meglio (mancano la kazaka Geidt e l’uzbeka Rega alla trave, la cipriota Savvidou e la norvegese Braaten al corpo libero).

11.07 Per Roxana 12.766: un vero peccato. A metà gara la Spagna totalizza 108.829 punti.

11.05 Caduta della Popa dagli staggi! Addio sogni di finale: letale il Gienger mentre stava svolgendo un ottimo esercizio.

11.03 Intanto 13.466 per la Chusovitina alla trave mentre Roxana Popa si prepara alle parallele.

11.02 Larisa ora è in testa al concorso generale con 28.632. Ora dovrà difendersi alle parallele (dove comunque è migliorata moltissimo) e poi stare attentissima alla trave: non sono attesi degli sbagli, pesa già l’eliminazione al quadrato.

11.00 Bulimar va invece sul sicuro con un semplice avvitamento valutato in 13.958. La Romania ottiene un più che ottimo 58.156 alla tavola e si rilancia. A metà gara totalizzano 113.155 punti. Ora però il passaggio alle ostiche parallele.

10.58 La Romania si sta esaltando con i doppi avvitamenti! Zarzu si prende un convincente 14.566.

10.57 Viaggia alla grande anche il dty della Iordache che con un sontuoso 14.866 si rilancia dopo il corpo libero che l’ha portata all’eliminazione.

10.55 Grande doppio avvitamento della Jurca che risponde con un eccellente 14.766! Ora Iordache.

10.49 Musica celtica sul cambio attrezzo, il pubblico applaude e l’SSE Hydro è sempre più pieno. Aprirà Jurca, poi Iordache, Zarzu e Bulimar. Larisa col doppio avvitamento per riscattarsi.

10.47 Sono già partiti i riscaldamenti sugli altri attrezzi. La Romania è al volteggio: saliranno sull’attrezzo solo quattro atlete, la Iridon rimane in panca. Tutti i punteggi entreranno in classifica: un errore sarebbe cruciale!

10.46 Savvidou fuori tempo (1:32 sui 10cm, due secondi di troppo). Conclusa la prima rotazione.

10.43 Per la Iridon 12.300, il suo punteggio viene scartato. La Romania conferma il 54.999 al corpo libero. Iordache visibilmente scoraggiata e ha perso una sua grande certezza. Gareggiare così al buio non aiuta, questa volta è toccato a loro. Per Chusovitina 12.033 alle parallele (caduta). Si sta concludendo la prima rotazione di gara: manca solo la cipriota Savvidou alla trave.

10.41 Il sorpresone è subito arrivato in avvio di Mondiali. Intanto la Romania è ferma a un mesto 54.999 sperando che la Iridon permetta di guadagnare qualcosina scartando il 13.633 della Zarzu. Non si è iniziato al meglio. La Spagna sfrutta un buon volteggio e conduce con 55.865.

10.40 Per la Zarzu 13.633 e ora la Iridon chiuderà la rotazione della Romania al corpo libero.

10.38 Nel frattempo Zarzu ha terminato l’esercizio.

10.36 Clamorosamente eliminata Iordache dall’atto conclusivo al quadrato, lei che è reduce dall’argento del 2014 e dal bronzo del 2013. Il suo punteggio (bassissimo 13.766) è inferiore a quello delle due connazionali e certamente non sarà in gara domenica prossima, a meno che non vengono costrette Jurca o Bulimar a lasciarle il posto (ma difficilmente quel punteggio rientrerebbe tra i migliori otto). Non un buon segnale da Larisa che inizia male anche il proprio all-around.

10.33 Intanto 13.800 anche per la Bulimar. Larisa ha eseguito un esercizio al di sotto delle sue possibilità. Sempre al limite, spingendo tanto. Immenso il triple full. Side somi, double pike hop back. Non presenta il Silivas. Si ferma solo a 13.766 (5.9): è sicuramente fuori dalla finale di specialità!

10.31 Si prepara Larisa Iordache! Vicecampionessa del Mondo di specialità adora questo attrezzo. Dopo le ottime prove di Jurca e Bulimar non può deludere.

10.30 Molto precisa anche la Bulimar con un esercizio di eccellente fattura chiuso col sorrido. Atterraggi per stoppati dalle diagonali: double layout , piked full in hop/slide back, double pike with great height, double tuck.

10.27 Intanto per la Jurca 13.800 (5.7).

10.26 Didi torna finalmente a un Mondiale dopo due rinunce forzate per infortunio. Parte la sua prova al quadrato.

10.25 Precisa la rumena che stoppa bene le sue diagonali e non commette grosse sbavature di rilievo. Un piccolo mattoncino e passa il testimone alla Bulimar.

10.23 Si inizia! Laura Jurca al corpo libero.

10.19 L’altra squadra della suddivisione è la Spagna che può ambire massimo alla qualificazione al Test Event. Roxana Popa recupera le parallele come a Novara.

10.17 Larisa Iordache col 729 sul dorso prova a dare una scossa alle compagne mentre si cosparge di magnesia ai bordi del quadrato. Serve la scossa da vera numero 1 per dare un colpo a questa Romania. Nel frattempo lo speaker annuncia tutti i nomi delle ginnaste ai blocchi di partenza su un sottofondo di musica assordante.

10.15 Ora via con i riscaldamenti agli attrezzi. Tantissima gente al palazzetto: venerdì mattina, prima suddivisione e subito il pienone (il sold out è annunciato per il pomeriggio)

10.15 Terminata la cerimonia d’apertura. Parte il conto alla rovescia sul maxischermo: iniziano i Mondiali!

10.12 Ricordiamo che l’Italia si è qualificata alle Olimpiadi, attraverso i Mondiali, nel 1999 (per Sydney 2000) e nel 2007 (per Pechino 2008), a Londra 2012 ci andammo attraverso il Test Event. La qualificazione precedente a queste risale addirittura al 1976: Stefania Bucci (coach di Lara Mori oggi in pedana) e compagne si qualificarono alla rassegna dove sbocciò Nadia Comaneci.

10.10 Ora il consueto giuramento sui principi di uguaglianza e lealtà sportiva, così come previsto dal codice dei punteggi.

10.07 In seconda suddivisione (ore 12.20) il Giappone, in terza (ore 14.40) la Canada: due avversarie dirette per l’Italia in ottica qualificazione alle Olimpiadi. Poi pomeriggio davvero caldissimo e spettacolare: alle 17.30 la quarta suddivisione con la Gran Bretagna padrona di casa e il Brasile, alle 19.45 tutti con l’Italia e lo show della Russia, alle 21.40 la chiusura di giornata con la Germania. Gli orari sono tutti italiani: a Glasgow sono un’ora indietro rispetto a noi. Fino alle 23.50 ci sarà da divertirsi…

10.05 La Romania è la prima big a scendere in pedana. Scomoda prima rotazione per Larisa Iordache e compagne: punteggi naturalmente più bassi, saranno solo in 5 in pedana visto l’infortunio di Ocolisan in prova podio (Munteanu non pronta). Missione non facile per la Nazionale della vicecampionessa del Mondo. Con loro ci sarà la Spagna e soprattutto Oksana Chusovitina che ha annunciato il Produnova al volteggio: a mezzogiorno sapremo cosa avrà combinato…

10.00 Classica cerimonia d’apertura ma il maxischermo dell’SSE Hydro la fa da padrona. Spettacolo di luci, colori, musica. La ginnastica prova a essere il più interattiva possibile. Durerà circa quindici minuti, tra presentazioni, dichiarazioni e classica parole da primo giorno.

09.56 Buongiorno amici di OA e della ginnastica! Pronti per un’infinita Maratona? Alle 10.00 cerimonia d’apertura, alle 10.15 il via con la prima suddivisione! Iniziano i Mondiali 2015 di ginnastica artistica.

Lascia un commento

Top