Giro di Lombardia 2015, DIRETTA LIVE: Vincenzo Nibali strepitoso, la vittoria è sua!

Agnoli-Nibali-Astana-Foto-Gianluca-Santo.png

E’ l’ultima grande classica della stagione. Chi la vince, scrive il suo nome tra i miti del ciclismo. E’ il Giro di Lombardia, la “classica delle foglie morte”. Il percorso è tra i più duri degli ultimi anni, perfetto per inventarsi qualcosa. La grande speranza italiana si chiama Vincenzo Nibali. Lo Squalo dello Stretto ha preparato come meglio non avrebbe potuto questo appuntamento, ancor più dei Mondiali: sa che una vittoria cambierebbe completamente volto alla sua stagione. L’Italia confida nel 30enne messinese per tornare a vincere una classica ‘monumento’. L’ultimo a riuscirci fu Damiano Cunego nel 2008, proprio al Giro di Lombardia. Non sarà facile: l’uomo da battere sarà lo spagnolo Alejandro Valverde, il migliore al mondo nelle corse di un giorno su questo tipo di percorsi. Da non sottovalutare neppure i francesi Thibaut Pinot e Romain Bardet, il colombiano Rigoberto Uran (in grande forma), il polacco Rafal Majka ed il portoghese Rui Costa. Per l’italia puntano ad una buona gara anche Diego Ulissi, Domenico Pozzovivo e l’eterno Davide Rebellin. Seguite con noi questa appassionante classica con la nostra Diretta Live. Buon divertimento!

Il percorsoLe quote dei bookmakersI favoriti Nibali, la speranza azzurra

Clicca F5 per aggiornare la pagina

16.50: VINCENZO NIBALIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII! L’Italia vince Il Lombardia e torna in vetta su una Classica Monumento dopo 7 anni. Seconda posizione per Dani Moreno, terzo Thibaut Pinot. Quarto Valverde davanti ad un Diego Rosa fantastico.

16.49: due chilometri all’arrivo. Nibali mantiene 12” di vantaggio su Moreno. Quasi terminata la discesa. Siamo a Como. A tutta lo Squalo verso una strepitosa vittoria!

16.47: tre chilometri al traguardo, a tutta Vincenzo Nibali, poco distante Daniel Moreno.

16.45: cinque chilometri al traguardo, una vittoria che sembrava praticamente certa sta per essere rimessa in discussione. 15” il ritardo di Moreno da Nibali. Ora la discesa.

16.43: si conclude l’ascesa di San Fermo della Battaglia. Nibali sta perdendo tantissimo da Moreno, non sembra più avere la pedalata di qualche chilometro fa.

16.42: attenzione a Dani Moreno, grandissima azione dello spagnolo del Team Katusha che sta recuperando su Nibali.

16.39: mostruoso anche il lavoro di Diego Rosa, esaltante oggi.

16.37: 40 SECONDI DI VANTAGGIO! L’ITALIA TORNA A VINCERE UNA CLASSICA MONUMENTO DOPO 7 ANNI E LO FA CON IL CAMPIONE NAZIONALE, IL CORRIDORE DI MAGGIORE SPESSORE, VINCENZO NIBALI!

16.36: brilla la maglia tricolore dell’Astana sul Giro di Lombardia. Nibali si avvicina al San Fermo della Battaglia, ultima salita di giornata. 30” il ritardo e non c’è accordo tra gli inseguitori.

16.35: in gruppo sono fermi, mentre Vincenzo vola!!! 25” di vantaggio. Non lo riprendono più!!!!

16.33: guadagna Nibali! Già 10” di vantaggio! Mancano 10 chilometri all’arrivo.

16.31: spettacolare l’azione di Vincenzo Nibali in discesa! Curve affrontate al limite, circa 5” di vantaggio. In gruppo si controllano.

16.29: ancora Nibali! Sono quattro! Questa volta in discesa!!!!

16.27: in sette al comando. Valverde gestisce le proprie forze attendendo lo sprint, i due dell’Astana invece stanno dando spettacolo per provare a staccare i rivali. Da sottolineare una performance strepitosa di Rosa.

16.26: terzo scatto per Vincenzo Nibali!!! Questo sembra essere quello giusto. Solo Pinot segue lo Squalo. Ma non riescono a guadagnare secondi.

16.23: prova a muoversi Pinot, seguono Nieve e uno strepitoso Rosa. Nibali attende le mosse altrui.

16.22: scatta ancora Vincenzo Nibali!!!! L’unico che riesce a tenere la ruota del siciliano è sempre il colombiano Chaves. Non riescono a guadagnare i due.

16.20: si rimescolano le carte. Rosa e Henao all’attacco. Molto tatticismo in gruppo.

16.19: scatta Vincenzo Nibali!! L’unico che riesce a prendere la ruota dello Squalo è Chaves. Rientrano però anche Valverde, Moreno e Pinot.

16.17: da solo al comando Kwiatkowski, ma sta per arrivare il gruppo guidato da Diego Rosa. Tra poco sarà la volta di Nibali.

16.15: quasi raggiunti il due al comando, ci avviciniamo alla salita di Civiglio, 20 chilometri all’arrivo.

16.12: circa 20 chilometri all’arrivo. Solo 30” il vantaggio di Kwiatkowski e Wellens, comunque da sottolineare l’ottimo attacco dei due.

16.08: questa la composizione del gruppo all’inseguimento di Kwiatkowksi e Wellens. Tom Jelte Slagter (Cannondale – Garmin), Vincenzo Nibali (Astana), Mikel Landa (Astana), Diego Rosa (Astana), Cesare Benedetti (Bora – Argon 18), Thibaut Pinot (FDJ), Mikel Nieve (Sky), Alejandro Valverde (Movistar), Esteban Chaves (Orica GreenEDGE), Warren Barguil (Giant – Alpecin), Daniel Moreno (Katusha), Robert Gesink (Lotto NL – Jumbo) e Wouter Poels (Sky).

16.02: 30 chilometri all’arrivo, 40” di vantaggio per la coppia al comando. L’Astana sembra gestire al meglio la situazione con Rosa e Landa al servizio di Nibali.

15.57: siamo giunti in fondo alla discesa. Kwiatkowski e Wellens hanno 35” di vantaggio sul gruppo di Vincenzo Nibali, guidato dall’Astana, nel quale sono rientrati diversi corridori. A circa 1′ Philippe Gilbert.

15.54: Astana in testa al gruppo degli inseguitori, Wellens e Kwiatkowski hanno solo qualche secondo.

15.42: ora un tratto di discesa con anche molta nebbia. Siamo a 45 chilometri dal traguardo.

15.40: davvero grandissima selezione sul Muro di Sormano. Riepiloghiamo la situazione: una coppia al comando formata da Wellens e Kwiatkowski, poi nove corridori nel gruppo guidato da Vincenzo Nibali e tantissimi corridori staccati, tra i quali Philippe Gilbert, Giovanni Visconti, Domenico Pozzovivo e altri nomi noti.

15.38: concluso il Muro di Sormano. In testa Kwiatkowski con Wellens, ma il gruppo con al comando Vincenzo Nibali è vicinissimo.

15.36: al comando in solitaria l’ex campione del Mondo Kwiatkowski, ma il gruppo non lascia spazio e sta per rientrare.

15.34: gran lavoro per Kwiatkowski e Wellens che raggiungono Benedetti al comando.

15.30: iniziato il durissimo Muro di Solmano, pendenze asprissime. Sono rimasti in due al comando, gli azzurri Canola e Benedetti. Alle loro spalle gli ex compagni di fuga e i contrattaccanti guidati da Kwiatkowski e Wellens (con loro anche Verona, Gesink e Slagter). A meno di un minuto il gruppo con l’Astana che gestisce al meglio la situazione.

15.09: la testa della corsa è transitata sul Ghisallo.

15.00: rimescolata la situazione. Canola e Benedetti guidano la corsa, gli altri fuggitivi sono ad una trentina di secondi mentre il gruppo di Kwiatkowski (con Wellens, Verona, Izagirre e Gesink) è a poco meno di 2′. Gruppo a oltre 3′!

14.49: tentativo interessante con tanti uomini della Etixx-QuickStep. Ecco i nomi: Slagter, Kwiatkowski, Stybar, Verona, Trentin, Wisniowski, Wellens, Izagirre, Gesink, Roosen e Nizzolo. Non ci sono Astana in questo tentativo.

14.45: iniziano anche gli scatti in gruppo. La corsa si anima.

14.35: la Movistar ha rilevato l’Astana in testa al gruppo, crolla il vantaggio! Ora i fuggitivi hanno solo 4′ quando sta iniziando la salita del Ghisallo.

14.06: 7’18” di margine per gli attaccanti a 105 dalla conclusione. Una trentina di chilometri all’inizio del Ghisallo.

13.50: poco più di 100 chilometri alla conclusione, ci si avvicina alle fasi calde di gara.

13.25: torna a crescere il margine dei fuggitivi.

13.09: inizia il Colle Brianza, seconda ascesa di giornata.

12.40: situazione di corsa stabile con il plotone che insegue a 7′.

12.13: è l’Astana in testa al gruppo a fare l’andatura

12.04: affrontata la prima salita di giornata, il Colle Gallo. Ritardo del gruppo sceso a 7’20”.

11.35: sale il margine. Ora quasi 8 minuti.

11.22: 4’20” il vantaggio della fuga sul gruppo. Percorsi 40 chilometri.

11.12: rallenta il gruppo, va definitivamente via la fuga.

11.09: provano a rientrare, con successo, anche Oscar Gatto (Southeast) e Cesare Benedetti (Bora Argon). Tira la Sky in testa al gruppo.

11.00: dopo un’infinità di tentativi, è andata via la fuga di giornata. Questa la composizione: Enrico Barbin (Bardiani-CSF), Pierpaolo De Negri (NIPPO-Fantini), Dennis Van Winden (Lotto NL-Jumbo), Simon Geschke (Giant-Alpecin), Stefan Schumacher (CCC Sprandi), Jan Polanc (Lampre-Merida), Marco Canola (UnitedHealthcare) e Matteo Busato (Southeast).

10.42: quasi dieci chilometri percorsi ad altissima velocità. Gruppo ancora parzialmente compatto.

10.37: primo tentativo di giornata, ci provano Belletti e Berlato.

10.34: partiti in 198, assenti solamente Serghei Tvetcov (Androni-Sidermec) e Andrea Fedi (Southeast).

10.30: scatta l’ultima classica monumento stagionale, Il Lombardia. A Bergamo, sede di partenza, per fortuna dei corridori splende il sole, ma fino a qualche ore fa ha piovuto davvero tantissimo. Vedremo se il maltempo condizionerà la corsa strada facendo o se il gruppo sarà baciato dalla fortuna di una giornata soleggiata.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top