Ginnastica, Mondiali 2015 – Italia al ballo…generale: Ferlito e Ugrin per un super all-around

Carlotta-Ferlito-4-Ginnastica-Renzo-Brico.jpg

Come da ormai buona tradizione degli ultimi anni l’Italia parteciperà al ballo della Reginetta con due ginnaste. Nella notte che incoronerà la Campionessa del Mondo del concorso generale individuale due azzurre avranno modo di mettersi in luce ed essere vive nella gara più importante della stagione.

Carlotta Ferlito e Tea Ugrin daranno il meglio di loro stesse nella serata che dovrebbe far entrare Simone Biles nella leggenda della ginnastica artistica. La siciliana si è guadagnata questo atto conclusivo col 17esimo posto nel turno di qualificazione, la giuliana (25esima in eliminatoria) sostituirà invece Vanessa Ferrari (18sima venerdì scorso quando trascinò l’Italia alla qualificazione alle Olimpiadi 2016) che ha deciso di risparmiare il suo tallone d’Achille in vista della prossima stagione.

 

Carlotta sarà alla sua terza finale all-around in un Mondiale: nel 2013 fu undicesima (poi quinta nella Finale di Specialità alla trave), nel 2011 conclude 14esima dopo la delusione per il nono posto con la squadra, in mezzo la finale del concorso generale alle Olimpiadi di Londra.

La catanese è davvero in formissima, è stata tra le grandi protagoniste del pass a cinque cerchi e anche in finale è stata estremamente propositiva e combattiva. Partirà dalla sua amata trave, dopo la finale sfumata solo per la regola dei parimeriti e dopo un’eccellente prestazione l’altro ieri. In grande crescita su tutti gli attrezzi, con un libero incalzante e un avvitamento e mezzo al volteggio molto preciso. Giorcasela senza pressione, dare il meglio di se stessa e chiudere una settimana da incorniciare, magari andando a prendere una top 10.

 

Tea Ugrin, invece, al secondo anno da senior, sarà alla sua prima finale individuale in un Mondiale dopo aver disputato quella alle parallele durante gli ultimi European Games. La 17enne di Trieste sfrutterà al meglio l’occasione per fare un’importante esperienza nel contesto più competitivo esistente.

Anche l’allieva di Diego Pecar partirà dalla trave e chiuderà sugli staggi, sull’attrezzo da lei preferito. Dopo cinque esercizi meravigliosi, tra venerdì e martedì, è attesa dall’ultimo sforzo per mostrare continuità e ottimo rendimento nell’occasione che conta.

 

Articoli correlati:

Mondiali 2015 – La notte della Reginetta: Simone Biles per l’incoronazione? Iordache da rimonta, lotta da podio

Mondiali 2015 – Italia, due azzurre al ballo…generale: Ferlito e Ugrin per un super all-around

Lascia un commento

Top