Ginnastica, Mondiali 2015 – Italia, 1 solo uomo alle Olimpiadi 2016: come ci si qualifica? Il futuro azzurro…

Morandi-anelli.jpg

L’Italia non ha qualificato la squadra maschile di ginnastica artistica alle Olimpiadi 2016. Episodio che non accadeva da Sydney 2000. Ora cosa aspetta la nostra Nazionale (oltre a un serio esame di coscienza senza nascondersi dietro troppe scuse)?

 

  • Parteciperemo al Test Event, in programma a Rio nell’aprile 2016, con due ginnasti che verranno scelti dal nostro DT (classiche convocazioni discrezionali). Enrico Pozzo, Ludovico Edalli, Paolo Principi? Staremo a vedere.
  • Questi due ginnasti disputeranno un all-around che assegnerà tra 18 e 36 posti (dipenderà da come andranno le Finali di Specialità dei Mondiali visto che i medagliati si qualificano automaticamente alle Olimpiadi)
  • Al Test Event (con diritto di qualifica) partecipano: 8 squadre (6 ginnasti a testa) e 40 individualisti (2 per le Nazioni dal 17esimo al 24esimo posto dei Mondiali di Glasgow, 1 per le successive 24 Nazionali classificate)
  • Se uno (o entrambi) gli italiani dovessero rientrare tra i qualificati allora l’Italia avrà diritto a 1 posto alle Olimpiadi. Infatti, anche se entrambi gli azzurri fossero tra gli aventi diritto alla carta, il regolamento prevede un solo qualificato per Paese
  • Il pass, stando alle ultime versioni del regolamento, non sarebbe nominale ma sarebbe assegnato alla Federazione che potrà poi scegliere chi inviare a Rio. Certo se si vorrà mandare uno specialista (e si pensa a Morandi e Busnari visto che sulla carta avrebbero chance di medaglia o quantomeno di finale) bisognerà poi dire al ginnasta che ha conquistato il pass sul campo che non andrà alle Olimpiadi…

 

La Nazionale femminile ha già qualificato l’intera squadra e volerà alle Olimpiadi 2016 con 5 ginnaste.

 

Lascia un commento

Top