Ginnastica, Mondiali 2015 – Incanto Giappone. Il Fior di Loto profuma Olimpiadi: Miyakawa 14.9 al libero!

Natsumi-Sasada.jpg

Le agenzie turistiche di Tokyo e dintorni possono iniziare ad aspettare una chiamata da parte delle Federazione di ginnastica artistica che è molto vicina a prenotare i biglietti per Rio.

Il Giappone, infatti, con una prestazione rimarchevole di nota ai Mondiali in corso di svolgimento a Glasgow, stampa un eccellente 223.863 nella seconda suddivisione del turno di qualificazione e si avvicina in maniera importante alle Olimpiadi 2016. Nettamente scavalcata la Romania ferma ai 217 punti della mattinata e a serio rischio Test Event.

Si parla sempre su proiezioni ma questo risultato mette sulla giusta strada le ragazze del Sol Levante, protagoniste di una bellissima gara in cui le sbavature e gli errori sono stati davvero ridotti all’osso. È bastata tanta attenzione, un’ottima compattezza di squadra, una regolarità estrema e il gioco è stato fatto.

Quando conta il Giappone non delude mai ed è a un passo dallo staccpare l’ennesimo pass a cinque cerchi attraverso i Mondiali. L’Italia dovrà davvero superarsi per fare meglio di questo risultato: i 224 punti potrebbero anche essere nelle nostre corde ma nei giorni migliori.

 

Ottimo avvio al volteggio (58.033) grazie soprattutto al doppio avvitamento di Murakami (14.900) e al Rudi di Miyakawa (14.900) mentre la Teramoto è caduta proprio su quel salto in uno dei rari errori del pomeriggio. Alle parallele si viaggia via lisce come l’olio con una media di squadra da 13.8 (55.199).

Poi alla trave arrivano i mattoncini di Murakami (14.100) e Sasada (13.233) e al corpo libero il grande botto di giornata, la ciliegina sulla torta che ti fa fare il balzo in avanti decisivo: il Giappone viaggia sui 222,5 punti ma la Miyakawa decide di dare un’ultima sterzata e di creare il solco decisivo. Il suo esercizio al quadrato è incantevole come ci si aspettava e la 16enne ottiene un superlativo 14.900 (6.3) grazie al Chusovitina, teso+doppio avanti, Silivas+doppio teso. E per la Finale di Specialità dirà sicuramente la sua.

Mai Murakami balza in testa alla classifica del concorso generale scavalcando la spenta Larisa Iordache: 56.366 contro 55.698. Estrema regolarità con due picchi importanti: 14.900, 13.700, 13.666, 14.100. Anche la Teramoto si posiziona molto bene (55.532) e ha velleità di finale alla trave.

Lascia un commento

Top