Ginnastica, l’Italia maschile sconfigge il Belgio. Ora tutti al Mondiale sognando Rio

Italia-Belgio-ginnastica-maschile.jpg

A Quartu Sant’Elena (Cagliari) l’Italia ha sconfitto il Belgio nell’incontro di ginnastica artistica maschile che precede i Mondiali (Glasgow, 23 ottobre – 1° novembre).

Una prestazione complessivamente convincente degli azzurri che hanno avuto la meglio dei fiamminghi per 338.850 punti contro 333.550, buona iniezione di fiducia in vista della rassegna continentale dove la nostra Nazionale è chiamata ad acciuffare un posto tra il nono e il sedicesimo per accedere al Test Event che metterà in palio quattro posti per le Olimpiadi 2016.

Paolo Principi ha vinto il concorso generale individuale (85.050: 14.600, 14.350, 13.550, 14.500, 14.150, 13.900), il padrone di casa Nicola Bartolini quarto dietro a Landuyt e Verbaeys (83.300: 13.500, 14.400, 13.650, 14.550, 13.450, 13.750). Mattia Tamiazzo rientrava in Nazionale (13.50, 13.85, -, 13.50, 14.65, 13.85), da annotare il 15.000 di Cingolani al volteggio che però fatica ancora al corpo libero (13.850) e agli anelli (14.500) nonostante degli elevatissimi D Score (6.5, 6.6).

Per Alberto Busnari cavallo con maniglie (14.600, 6.2) e sbarra (13.200), Ludovico Edalli dopo aver vinto il Campionato Italiano è stato risparmiato (13.95 al cavallo e 14.15 alle parallele), in campo anche i veterani Enrico Pozzo (13.7 al cavallo, 14.15 alle parallele, 11.25 alla sbarra) e Paolo Ottavi (12.85 al cavallo, 14.25 agli anelli, 13.85 alle parallele, 14.05 alla sbarra). Nelle prossime ore le convocazioni definitive per i Mondiali.

 

(foto Federginnastica)

Lascia un commento

Top