F1, qualifiche GP Russia 2015: secondo sgambetto consecutivo di Rosberg a Hamilton. Bottas divide le Ferrari dalle Mercedes

Rosberg-Mercedes-Mtc1-FOTOCATTAGNI.jpg

Se le tre sessioni di prove libere hanno detto poco o nulla, i tre segmenti della qualifica ufficiale hanno detto tanto, o meglio, le solite cose. Le Mercedes dominano in lungo e in largo, per la quattordicesima volta (su 15 tappe stagionali affrontate), la solitaria sfida contro il tempo. Dopo Suzuka, Nico Rosberg strappa nuovamente la pole position a Lewis Hamilton. Le due Frecce d’Argento sono state le uniche vetture del lotto a scendere sotto il muro dell’1:39 in Q1 e sotto quello dell’1:38 in Q2, dando mezzo secondo agli immediati inseguitori.
Il tedesco ha fatto segnare un ottimo 1:37.113, un anno fa il miglior tempo in qualifica fu l’1:38.338 griffato Lewis Hamilton: un’altra bella rivincita intestina per Nico.

Le Ferrari inseguono a distanza, con Sebastian Vettel quarto dietro al finlandese Valtteri Bottas, il quale ha confermato il suo feeling con il circuito di Sochi (terzo in griglia anche nel 2014) e con Kimi Raikkonen, quinto.

La lotta per la conquista della migliore posizione in griglia è stata affrontata praticamente “al buio” da tutto il campo partenti, a causa del gasolio in pista nelle prove libere 1, della pioggia battente nelle libere 2 e del tremendo incidente che ha visto protagonista il pilota della Toro Rosso Carlo Sainz Jr stamattina. Per fortuna, pollice in su per lo spagnolo: sempre cosciente, tanto tanto spavento e nulla di seriamente rotto. Il figlio d’arte ha addirittura fatto sapere, dalle corsie dell’ospedale in cui è stato trasportato per i dovuti accertamenti, di voler prendere parte alla gara di domani.

La cronaca della qualifica ufficiale.
Nella Q1, fuori i “soliti esclusi del sabato pomeriggio” Merhi e Stevens (Marussia-Ferrari), Ericsson (Sauber-Ferrari) e Alonso. E sì, per lo spagnolo della McLaren-Honda sembra essere diventata ormai mesta consuetudine vivere la lotta per la pole da spettatore non pagante: mai disputata una Q3 del Mondiale 2015! Il suo compagno di “disgrazie”, Button, ci è riuscito solo a Montecarlo…

Eliminati in Q2, a sorpresa, Massa e l’idolo locale Kvyat, un anno fa capace di conquistare la quinta casella in griglia, alla guida di una mediocre Toro Rosso. Supera il secondo taglio, invece, per la settima volta in stagione, il neodiciottenne Max Verstappen, confermando ulteriormente quanto di buono si dica sul suo conto. E sul suo futuro in F1.

Le bistrattate Red Bull – ad oggi, ancora senza fornitura motoristica ufficiale per il prossimo anno – confermano il weekend grigio con il misero decimo tempo di Daniel Ricciardo.

Se non succederà qualcosa di davvero “destabilizzante”, si va verso l’ennesima doppietta Mercedes anche in gara…

 

LE PRIME DIECI POSIZIONI DELLA GRIGLIA DI PARTENZA

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top