Ciclismo: i giovani azzurri più interessanti del 2015. Spicca Diego Rosa

Diego-Rosa-Astana-Foto-Gianluca-Santo.png

Si è praticamente conclusa la stagione 2015 del ciclismo internazionale. L’Italia si è confermata deludente nelle classiche primaverili, ma ha messo in mostra diversi ottimi prospetti sia per le corse di un giorno, sia per le corse a tappe (senza parlare di Fabio Aru, splendido vincitore della Vuelta). Andiamo a vedere tutti i giovani talenti azzurri che si sono messi in luce quest’anno.

Partiamo dal finale di stagione: l’assoluto protagonista è stato Diego Rosa. 26enne dell’Astana, con un passato nell’Androni, lo scalatore piemontese si è trasformato da gregario a capitano, andandosi a prendere la Milano-Torino. Il vero e proprio capolavoro però è arrivato al Lombardia, in supporto di Vincenzo Nibali: ha dimostrato doti da scalatore davvero eccellenti, chissà che il prossimo anno non avrà i suoi spazi. Altro 26enne, già più noto agli addetti ai lavori, è Matteo Trentin. Il trentino della Etixx-QuickStep ha concluso al meglio la stagione, andandosi a prendere uno strepitoso successo alla Parigi-Tours. Fondamentale anche per lui trovare spazi da capitano nel prossimo anno, anche se non sarà facile visto lo squadrone belga del quale fa parte.

Classe ’90, 25 anni per Fabio Felline, corridore ideale per le Classiche. Dopo un passaggio tra i pro forse troppo anticipato, ha ritrovato in questa stagione le sue qualità, cogliendo tre successi. Lo aspettiamo nelle Ardenne nel 2016. La Milano-Sanremo può essere la corsa ideale per Niccolò Bonifazio: a soli 21 anni si è piazzato al quinto posto nella prima classica stagionale, cogliendo anche due vittorie e molti piazzamenti in appuntamenti minori. Il 2016 può essere il suo anno, il passaggio alla Trek la svolta. Altro velocista che regge bene in salita, è Kristian Sbaragli: tanti piazzamenti per lui, ma soprattutto lo splendido successo in una tappa di un Grande Giro, la Vuelta (battendo un signor rivale come Degenkolb).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Gianluca Santo

Lascia un commento

Top