Calcio – Serie A, Top&Flop ottava giornata: Baselli da Nazionale! Destro involuto

Daniele-Baselli-Torino-calcio-foto-pagina-fb-ufficiale-daniele-baselli.jpg

La Fiorentina perde a Napoli ma resta prima, perché l’Inter si ferma al palo di Brozovic contro la Juventus (che risponde con la traversa di un altro centrocampista, Khedira) e non va oltre lo 0-0 nel derby d’Italia. Ringraziano dunque i partenopei e la Roma, sempre più lanciati verso la zona alta della classifica, mentre la Lazio perde nuovamente in trasferta. Continua nel suo momento di difficoltà il Milan, solo 1-1 a Torino, e zitta zitta l’Atalanta è ottava con la salvezza già quasi in archivio. In coda vince e convince il Frosinone, mentre il Bologna cede ancora e sabato prossimo, nel derby contro il Carpi, Delio Rossi non potrà più fallire. Ecco i migliori e i peggiori dell’ottava giornata di Serie A.

TOP 

Miralem Pjanic: quattro gol in stagione, tre su punizione. Dopo Juventus e Carpi anche l’Empoli si inchina al piede fatato del bosniaco, che raggiunge la doppia cifra di calci da fermo trasformati in Serie A. D’altronde, con Francesco Totti come compagno di allenamento, c’era da aspettarselo.

Sassuolo: la cavalcata della squadra di Eusebio Di Francesco continua. Verso dove chissà, ma il 2-1 sulla Lazio con gol del recuperato Domenico Berardi vale al momento il quinto posto a un solo punto dalla zona Champions League.

Atalanta: anche i bergamaschi vogliono sognare in grande dopo un anno difficile, culminato con un cambio di allenatore e una salvezza sofferta. Adesso Edy Reja ha trovato i giusti accordi per far rendere al meglio una squadra esperta e ricca di talento: il Carpi va ko con un rotondo 3-0 e l’ottavo posto è il giusto premio per il grande lavoro del gruppo.

FLOP

Mattia Destro: involuto. A Siena sembrava destinato a vestire per anni la maglia numero 9 della Nazionale, con la Roma ha sempre contribuito con gol pesanti quando chiamato in causa. Il prestito al Milan non gli ha fatto bene e anche adesso, a Bologna, fatica eccome a trovare la via della rete. Finora, in otto presenze, è rimasto a secco. I felsinei sono ultimi e al 95% gli Europei se li vedrà dalla poltrona.

Sampdoria: la squadra di Walter Zenga soffre di pericolosi blackout che rischiano di pesare tantissimo a fine stagione. La figuraccia di Europa League non è cancellata del tutto: il ko per 2-0 sul campo del Frosinone riaccende i dubbi sulle reali potenzialità dei blucerchiati.

Le scelte di Mihajlovic: il tecnico serbo prova a salvare la sua panchina e, in un campo ostico come quello del Torino, passa dal 4-3-1-2 al 4-3-3 rendendosi finalmente conto di non avere in rosa un trequartista degno di questo nome. Il problema, però, è che il Milan non è stato costruito per giocare sugli esterni e Cerci, schierato titolare sulla destra, offre una prestazione impalpabile uscendo pure tra i fischi del suo ex pubblico. E, soprattutto, Bacca non può essere la riserva di Luiz Adriano, fuso orario o meno. Il colombiano è l’unico giocatore di categoria superiore dei rossoneri e tenerlo in panchina è reato.

Di seguito, invece, i tre migliori giovani italiani dell’ultimo turno:

Lorenzo Insigne (Napoli): ah, che piacevole conferma. Sesto gol in Serie A, il Magnifico è capocannoniere con Eder e Higuain. Fiorentina ko, il San Paolo sogna e Lorenzo fa quello che gli riesce meglio: divertire (e divertirsi) con la palla tra i piedi. Ma sta diventando maturo come pochi.

Daniele Baselli (Torino): a gennaio il Milan l’aveva opzionato dall’Atalanta, salvo poi cambiare obiettivi in estate dopo l’addio di Filippo Inzaghi e l’arrivo di Sinisa Mihajlovic. Finito a Torino, sponda granata, l’ex centrocampista dell’under 21 azzurro ha segnato sabato proprio contro i rossoneri la sua quarta rete stagionale, un bottino di tutto rispetto per un interno classe 1992. Letale.

Luca Paganini (Frosinone): l’ala dei ciociari, nato nel 1993, firma contro la Sampdoria il suo primo gol in Serie A della carriera.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook ufficiale Daniele Baselli

Tag

Lascia un commento

Top