Calcio femminile, Qualificazioni Euro 2017: Italia-Svizzera 0-3. Sconfitta pesante per le azzurre

cernoia-valentina-fb.jpg

Una brutta sconfitta quella della Nazionale di calcio femminile, allenata da Antonio Cabrini, nel secondo impegno di qualificazione agli Europei 2017 in Olanda. Un pesante 3-0 subito dalla Svizzera, allo Stadio “Dino Manuzzi” di Cesena che sicuramente non rispecchia quello che il campo ha mostrato, in termini di gioco ed occasioni create, dove però la differenza è stata la maggiore concretezza della selezione allenata da Martina Voss-Tecklenburg

Nel primo tempo, infatti, regna l’equilibrio tra le due compagini, disposte in campo con approcci completamente diversi: Svizzera manovriera per sfruttare la velocità negli scambi stretti tra giocatrici del calibro di Dickenmann e Bachmann ed Italia in contropiede, valorizzando le ripartenze  di Melania Gabbadini e Daniela Sabatino. Occasioni da una parte dall’altra, dunque, con le azzurre colpevolmente imprecise al quinto minuto con Martina Rosucci che, dopo un splendido tacco smarcante di Sabatino, spara alto da posizione favorevole. Rossocrociate che non si scompongono e tessono la loro fitta rete di passaggi, sfruttando le proprie qualità tecniche, ed una preparazione atletica migliore. E’ in particolare dai sapienti piedi di Wälti che le elvetiche costruiscono ottime chances con Terchoun e Bachmanno senza però centrare il bersaglio grosso.  Svizzera che però con il passare dei minuti abbassa l’intensità di gioco, concedendo più campo alle azzurre che con la premiata ditta Sabatino-Gabbiadini costruisce un’azione goal in cui è brava l’estremo difensore Thalmann. Sul finire del primo tempo, grande conclusione di Sara Gama, sugli sviluppi di una palla inattiva, ma è sempre attento il portiere rossocrociato.

Nella ripresa emergono le differenze tra i due team soprattutto sotto il profilo mentale. Le italiane peccano ancora di precisione in area senza riuscire a sfruttare le ottime trame costruite sulla catena di destra  da Gabbiadini e Guagni. Una concretezza che invece non manca alle avversarie che nel giro di cinque minuti, al quarto d’ora dei secondi 45 minuti, chiude il conto con una doppietta di Bachmann in cui è tutt’altro che irreprensibile Giuliani nella seconda marcatura. Due realizzazioni che tagliano letteralmente le gambe alle azzurre e, al di là di una rete annullata per posizione di fuorigioco di Sabatino, poco riescono a fare. Sfortunatamente arriva anche il tris svizzero al 87′ sugli sviluppi di una punizione in cui ancora una volta l’estremo difensore italiano non è perfetto sulla conclusione di Crnogorčevic. Il 3-0 finale chiude la sfida e proietta l’attenzione di tutti al 27 Ottobre in Repubblica Ceca dove il match avrà una valenza ancor più importante dopo la sconfitta di oggi.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Immagine: pagina FB Sara Gama

Twitter: @Giandomatrix

Lascia un commento

Top