Boxe, Mondiali 2015: La Cruz e Álvarez cercano il tris iridato. Oggi si chiude la rassegna

Boxe-Lazaro-Alvarez-Estrada.jpg

È quasi arrivato il momento della chiusura del sipario sui Campionati Mondiali 2015 di boxe dilettantistica maschile. A Doha, capitale del Qatar, si svolgeranno infatti quest’oggi le ultime cinque finali per l’assegnazione dei titoli iridati, precedute da due sfide valide per gli spareggi in vista delle qualificazioni olimpiche. Come abbiamo già spiegato negli articoli precedenti, per l’ufficializzazione dei nomi dei qualificati a Rio 2016 bisognerà comunque attendere il comunicato ufficiale dell’AIBA, viste le numerose sovrapposizioni con i pass già assegnati nelle WSB e nell’APB. Il programma odierno inizierà alle ore 18:00 italiane, le 19:00 locali, con diretta su Raisport 2.

Dopo le due medaglie d’oro conquistate nella prima giornata (clicca qui per saperne di più), Cuba potrà contare su altri tre finalisti per rimpinguare il proprio bottino di titoli iridati. Poche ore dopo essere stato premiato come miglior pugile dell’anno agli AIBA Awards (clicca qui per saperne di più), Julio César La Cruz Peraza andrà alla ricerca di un terzo titolo iridato consecutivo nella categoria dei pesi mediomassimi (81 kg), dove dovrà incrociare i guantoni con il pericoloso irlandese Joseph Ward, due volte campione europeo e già bronzo due anni fa in Kazakistan.

Come La Cruz, anche Lázaro Álvarez Estrada avrà la possibilità di aggiungere un terzo alloro consecutivo al suo palmarès. Nella finale della categoria dei pesi leggeri (60 kg), il ventiquattrenne caraibico combatterà con l’azero Albert Selimov. Il terzo finalista della nazionale cubana sarà invece il peso mosca Yosbany Vietia (52 kg), bronzo nella passata edizione, che se la vedrà a sua volta con un rappresentante dell’Azerbaijan, il forte Elvin Mamishzada, recente vincitore dei Giochi Europei di fronte al proprio pubblico.

Oltre ai due campioni cubani, anche il kazako Daniyar Yeleussinov sarà chiamato a difendere il proprio titolo dei pesi welter (69 kg). Il ventiquattrenne dovrà dimostrare di essere in grado di primeggiare anche lontano dalle mura amiche, cosa che invece non è riuscita ai suoi connazionali. L’avversario del due volte campione asiatico sarà il marocchino Mohammed Rabii, premiato a come miglior pugile WSB dell’anno.

A concludere il programma sarà la finale dei pesi supermassimi, con un altro kazako protagonista, Ivan Dyčko. L’atleta classe 1990 ha già vinto un bronzo ed un argento nelle ultime due edizioni iridate, e vuole continuare nella sua progressione. Ad impedirglielo ci proverà il francese Tony Yoka, che fu campione olimpico giovanile a Singapore nel 2010.

IL PROGRAMMA DELLE FINALI DEL 15 OTTOBRE

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top