Beach volley, World Tour 2016, Antalya. Menegatti/Orsi Toth d’argento. Ranghieri/Carambula in semifinale!

menegatti-24.10.2015.jpg

Dopo l’oro di Sochi e il bronzo di Puerto Vallarta, arriva l’argento per Marta Menegatti e Viktoria Orsi Toth che fermano la loro corsa ad un passo dal secondo successo stagionale e della carriera nel World Tour. In finale sono Hermannova e Slukova, al loro quinto torneo assieme, a trionfare meritatamente con un secco 2-0 che non lascia spazio a discussioni. Partita da dimenticare, invece, per le azzurre, troppo fallose e mai veramente in gara con una Orsi Toth pizzicata e messa in seria difficoltà dalla battuta delle ceche e poco precisa ed efficace in attacco.

Nel primo set le azzurre partono discretamente e giocano punto a punto fino all’8-9 quando improvvisamente si spegne la luce e arriva il break decisivo a favore delle ceche (14-9). Le azzurre provano a scuotersi e riescono a rimontare fino al 16-13 ma un altgro break di Slukova/Hermannova è letale per le azzurre: 21-15.

In avvio di secondo set Menegatti e Orsi Toth mostrano le cose migliori. Un paio di attacchi quasi impossibili lanciano le italiane avanti 9-5 ma è solo un fuoco di paglia perché Orsi Toth va in crisi e le azzurre subiscono un break di 1-6 che rilancia le ceche. Equilibrio fino al 16-16 poi break per Slukova ed Hermannova grazie all’errore delle azzurre (18-16). E’ quello decisivo perché Hermannova con il muro porta a casa il 20-17 e ci pensa Slukova con un tocco a scavalcare il muro a regalare il primo successo alla nuovissima coppia ceca (21-17). Sul terzo gradino del podio salgono le statunitensi Kessy/Day che, nella finale per il bronzo, superano 2-1 (18-21, 21-14, 15-13) le argentine Gallay/Klug.

Il pomeriggio turco, però, riserva altre soddisfazioni agli appassionati del beach azzurro con Alex Ranghieri e Adrian Carambula che conquistano la semifinale del torneo maschile superando con un secco 2-0 (21-16, 21-18) i tedeschi Holler/Schroeder. Un cammino senza macchia finora quello degli azzurri che domattina alle 10, in semifinale, affronteranno i lettoni Plavins/Regza che nei quarti hanno sconfitto 2-0 (21-18, 24-22) i polacchi  Losiak/Kantor (Pol). Si ferma invece con un più che onorevole nono posto l’avventura di Enrico Rossi e Marco Caminati battuti al termine di una battaglia di quasi un’ora 2-1 (17-21, 24-22, 15-9) dai polacchi Kosiak/Rudol.

Così gli ultimi ottavi di finale: Plavins/Regza (Lat)-Pedlow/O’Gorman (Can) 2-0 (21-15, 23-21), Böckermann/Flüggen (Ger)-Losiak/Kantor (Pol) 1-2 (21-18, 26-28, 10-15), Virgen/Ontiveros (Mex)-Gögtepe/Giginoglu (Tur) 2-1 (18-21, 21-15, 15-13). Così gli altri due quarti: Grimalt/Grimalt (Chi)-Koekelkoren/van Walle (Bel) 2-0 (21-11, 21-15), Kosiak/Rudol (Pol)-Virgen/Ontiveros (Mex) 1-2 (21-19, 17-21, 17-19).

Lascia un commento

Top