Basket, Serie A 2015/2016: tutte le stelle del nuovo campionato

basket-alessandro-gentile-olimpia-milano-fb-alessandro-gentile.jpg

Manca il grande nome, quello che attira su di se tutte l’interesse e le attenzioni, come poteva essere Metta World Peace lo scorso anno, ma di certo non mancano a questa nuova serie A delle stelle, dei giocatori pronti a trascinare la propria squadra all’obiettivo, che puó essere Scudetto, playoff o salvezza.

Sono tanti gli stranieri vecchi e nuovi di questo campionato, ma probabilmente il giocatore con il maggior appeal è proprio italiano: Alessandro Gentile. Il capitano  è reduce da un ottimo Europeo con la maglia azzurra e ha deciso di rimandare la chiamata NBA per restare a Milano e riscattare una stagione fallimentare per la società lombarda. A 22 anni Alessandro è chiamato alla consacrazione definitiva come giocatore ma anche come leader di una squadra che parte per vincere lo Scudetto e fare bene in Eurolega e che ha costruito un progetto intorno a lui.

Milano ha cambiato tantissimo e i nuovi innesti sono tutti giocatori di esperienza europea come i vari Simon, Lafayette o Jenkins (anche ex NBA a Golden State), ma lo stesso vale per la grande rivale milanese, quella Dinamo Sassari reduce da un triplete storico nella passata stagione. 

In Sardegna è rimasto uno degli eroi dello Scudetto come David Logan, certamente una delle migliori guardie dell’intero campionato. Brent Petway e MarQuez Haynes, visto anche in maglia Milano e Siena, sono reduci dalle esperienze in Eurolega con Olympiacos (Petway ha vinto anche l’Eurolega due anni fa) e Maccabi Tel Aviv. Oltreoceano è arrivato poi il centro Varnado, che ha avuto qualche apparizione in maglia 76ers.

Non ha cambiato tanto ma le stelle non mancano anche in casa Reggio Emilia. Oltre ai tantissimi italiani (Della Valle e Polonara soprattutto) sono rimasti Rimantas Kaukenas e Darius Lavrinovic, assolutamente due giocatori dalla grandissima esperienza. Soprattutto la guardia ex Siena è ormai un veterano del nostro campionato, ma resta uno capace di decidere ancora le partite con giocate straordinarie.

Restando sempre tra i veterani della Serie A non si puó non citare Phil Goss, senza dubbio la stella e l’uomo più rappresentativo di una Venezia che sogna in grande. Oltre a lui coach Recalcati puó contare anche su Josh Owens, protagonista lo scorso anno di uno straordinario campionato a Trento ed ormai pronto alla definitiva consacrazione. 

Non mancano comunque anche le stelle e i giocatori importanti anche nelle formazioni non da titolo, ma che potrebbero diventarlo trascinate da una di loro. Per esempio a Cantù, società, allenatore e tifosi aspettano l’esplosione di LaQuinton Ross, che lo scorso anno praticamente da solo ha contribuito alla salvezza di Pesaro. 

Due arrivi importanti anche a Brindisi, Adrian Banks e Kenneth Kadji, che sono certamente i punti di riferimento di una Enel che vuole migliorare la passata stagione e provare a centrare quella semifinale solamente sfiorata nella passata stagione.

Allan Ray ed Abdul Gaddy sono i punti di riferimento della Virtus Bologna; mentre ad Avellino ci si aspetta un riscatto dopo stagioni difficili e il compito è affidato ad Alex Acker (visto anche a Milano) e agli esperti baltici Janis Blums e Benas Veikalas. Tra le squadre che partono nelle retrovie c’è una Varese nuovissima e piena di tanti stranieri che potrebbero rilanciare le ambizioni della Openjobmetis (obiettivo playoff ?): Brandon Davis, Mychel Thompson e Maalik Wayns solo per fare alcuni nomi

Sono tantissimi peró i giocatori, italiani e stranieri, che andremo a conoscere e scoprire in questa nuova stagione, che partirà nel weekend per un campionato sempre più bello e spettacolare

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca Qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Basket

foto da pagina FB di Alessandro Gentile

twitter Andre_Ziglio

andrea.ziglio@oasport.it

Lascia un commento

Top