Basket, Serie A 2015/2016: le outsider e le possibili sorprese. Sempre accesa la lotta playoff

basket-david-cournooh-enel-brindisi-fb-enel-basket-brindisi.jpg

Dopo aver analizzato le favorite per lo Scudetto, oggi tocca a quelle formazioni che proveranno a recitare il ruolo di sorpresa all’interno della stagione. Sono tutte squadre che hanno come obiettivo primario quello di fare un campionato di vertice e centrare la qualificazione prima alle Final Eight di Coppa Italia e poi ovviamente ai playoff.

Probabilmente la sorpresa più bella della scorsa stagione è stata la Dolimiti Energia Trento, che da neopromossa è riuscita a chiudere al quarto posto in stagione regolare. Ai playoff non è poi riuscita a sfruttare il fattore campo contro i campioni di Sassari, ma per Pascolo e compagni è stata comunque un’annata trionfale. L’ala azzurra è uno dei cardini del progetto della squadra di coach Buscaglia e questa deve essere la stagione della conferma e della definitiva consacrazione per il 25enne di Udine, che quest’estate ha vissuto quasi tutta l’avventura azzurra, prima di essere tagliato alla partenza per Berlino.

Un sogno semifinale cullato e poi sfumato tra mille rimpianti. Così può essere riassunta la stagione passata della Enel Brindisi. La squadra di coach Piero Bucchi riparte in questo nuovo campionato con ambizioni di alta classifica e provare ad inserirsi in quel gruppetto di formazioni che dovrebbe giocarsi lo Scudetto. Difficilmente Brindisi potrà puntare al Tricolore, ma le possibilità di ripetersi e migliorare il 2014/2015 sono comunque alte, anche perchè sul mercato la Enel è stata certamente una delle protagonsite, acquisendo giocatori importanti come Banks e Kadji.

Non c’è più Mettta World Peace, ma nel compenso un gruppo di giovani dall’ottimo potenziae e chiamati al salto di qualità definitivo. Cantù ricomincia da capitan Awudu Abass, da Tommaso Laquintana, da Marco Laganá e Amedeo Tessitori. Il tutto unito all’esperienza, anche italiana di Ross, Hasbrouck ed Hall per un mix che puó davvero far sognare i tifosi canturini.

Come sempre ad inizio anno sono tantissime le formazioni che ambiscono ai playoff. Qualcosa in più sembrano averlo Cremona e Bologna, anche se quest’ultima potrebbe essere distratta dai problemi extracampo. Interessante anche il nuovo progetto di Avellino che riparte da Sacripanti e da alcuni nuovi innesti per cancellare le ultime stagioni deludenti. 

Varese è una nobile della nostra pallacanestro ma il vero obiettivo resta la salvezza; mentre a Pistoia dopo l’addio di coach Moretti, finito proprio a Varese, si cerca di ripartire per un campionato tranquillo con la speranza di provare ad entrare tra le migliori otto al termine della stagione.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca Qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Basket

foto da pagina FB della Enel Basket Brindisi

twitter Andre_Ziglio

andrea.ziglio@oasport.it

Lascia un commento

Top