Atletica, il ritorno di Yelena Isinbayeva: “Voglio oro olimpico e record del mondo”

Isinbayeva-Atletica-Libera.jpg

Yelena Isinbayeva aveva salutato l’atletica (momentaneamente) nell’agosto 2013, quando vinse a Mosca il suo terzo oro iridato (settimo contando anche le rassegne indoor) della carriera nel salto con l’asta.

Da lì la decisione di fermarsi per coronare il sogno più grande: diventare mamma. 16 mesi fa, dall’unione con il marito Nikita Petinov (giavellottista di 8 anni più giovane), è nata la piccola Eva. Ora, tuttavia, la fuoriclasse russa è pronta a raccogliere l’ultima grande sfida della sua vita: conquistare il terzo oro olimpico dopo quelli di Atene 2004 e Pechino 2008 (a Londra 2012 fu bronzo, dunque la russa è sempre salita sul podio in tutte le edizioni dei Giochi cui ha preso parte).

Gli obiettivi, d’altronde, sono più ambiziosi che mai, come è la stessa zarina a rivelare: “L’obiettivo è l’oro di Rio. E magari un ritocco al record del mondo. Sarebbe un finale emozionante“. Ricordiamo che il primato appartiene alla stessa Isinbayeva: 5,06 metri, realizzato nel 2009.

L’atleta dell’Est Europa si sta allenando a Volgograd e prenderà parte alla prima gara il prossimo 6 febbraio nella Coppa del Governatore, non escludendo neppure una partecipazione ai Mondiali indoor di Portland: “Potrei prendervi parte se mi accorgessi che le cose vanno per il meglio“. Chissà che Isinbayeva non voglia riappropriarsi anche del record del mondo indoor, strappatole dalla statunitense Jennifer Suhr nel 2012 (5,02 metri).

Comunque vada, l’atletica ritrova una delle sue stelle più lucenti ed amate.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@oasport.it

Lascia un commento

Top