Vuelta a España 2015, Fabio Aru: “Io attacco sempre. L’unione del gruppo il mio segreto”

CGQ38rZWsAAx6Gq1.jpg

A 25 anni Fabio Aru ha vinto il suo primo Grande Giro della carriera, la Vuelta a España. Esattamente come era accaduto, alla stessa età, a Vincenzo Nibali. 

Il sardo rende merito alla squadra, determinante nello sfiancare quest’oggi la strenua resistenza dell’olandese Tom Dumoulin: “Questa vittoria è dei miei compagni di squadra. Non solo oggi, ma in tutta la Vuelta sono stati eccezionali. Il mio pensiero va a tutti loro, anche a Nibali e Tiralongo. Abbiamo iniziato questa Vuelta con un po’ di problemi. Abbiamo sempre dimostrato di essere un gruppo compatto e di motivarci a vicenda. E’ stato il nostro segreto. Sono contento“.

Poi il capitano dell’Astana ha analizzato il suo modo di gareggiare: “Al di là dei risultati, il pubblico vuole vedere un corridore dare tutto. Io do il massimo e attacco sempre: a volte va bene altre no. Voglio sempre lasciare un segno, è importante che la gente si appassioni a questo sport e faccio di tutto per dare il mio contributo“.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top