Volley, Europei 2015 femminili – Italia, per regalarsi la Russia: oggi la Croazia, suonare la sveglia

Italia-Europei-volley-Chirichella.jpg

La partita che non avremmo dovuto giocare. Oggi pomeriggio (ore 17.00, diretta tv su RaiSport) l’Italia sarà costretta a scendere in campo per gli ottavi di finale degli Europei 2015 di volley femminile.

Un playoff che non era nei programmi della nostra Nazionale ma diventata tappa obbligata dopo la brutta sconfitta patita contro l’Olanda nel girone eliminatorio. Oggi avremmo dovuto riposare per preparare il comodo quarto di finale contro Polonia/Bielorussia e invece sfideremo l’ostica Croazia in un match che vale la qualificazione ai quarti di finale dove ci aspetta la Russia.

 

A Rotterdam (Paesi Bassi), città in cui le azzurre si sono trasferite dopo il massacro di Apeldoorn, le ragazze non hanno più possibilità d’appello: sconfiggere le slave, riscattare lo scivolone di lunedì sera e provare a rilanciarsi in un torneo reso più difficile che mai.

Le biancorosse sono reduci da una Pool C giocata in maniera altalenante. Sconfitta dalla Bielorussia, si è salvata contro la Bulgaria quando sotto 2-1 era a un passo dal fare le valigie, poi clamorosamente vincente per 3-0 sulla Russia (certo, le Campionesse d’Europa erano già certe del primo posto e hanno giocato in maniera dimessa).

 

Non sarà una partita facile, soprattutto perché questa Italia non ha davvero convinto. Troppo molle, incapace di reagire, con troppe imprecisioni e forse anche con poco cuore. Si è soprattutto sbagliato tecnicamente con una ricezione che non sembra proprio quella dei giorni migliori e un conseguente attacco molto impreciso, tutto molto ben lontano dal quarto posto degli ultimi Mondiali casalinghi.

La capitana Antonella Del Core, fin qui in ombra, deve assolutamente riscattarsi e trascinare le compagne. Troppo basse le sue percentuali d’attacco e in ricezione per essere vere, affiancata da Lucia Bosetti che non sta giocando il suo miglior volley. Al centro Martina Guiggi e Cristina Chirichella per far tornare il muro ai livelli visti contro Polonia e Slovenia. Monica De Gennaro ha subito la sostituzione contro l’Olanda e vorrà certamente rifarsi provando a salvare il maggior numero di palloni possibile, agevolando anche la ricostruzione di Leo Lo Bianco che dovrà avere il supporto di tutti i ricettori.

Servirà soprattutto Valentina Diouf, sulla carta la nostra stella ma che ha un po’ steccato nel girone eliminatorio. Avremo bisogno del nostro miglior opposto per scardinare una squadra comunque sempre ostica da affrontare.

 

Negli ultimi 15 anni l’Italia ha sempre sconfitto la Croazia (anche nella prima fase dei Mondiali 2014), formazione in crescita allenata da Angelo Vercesi, coach brasiliano che in Italia ha portato Pesaro in trionfo.

Moltissime giocatrici croate militano nel nostro campionato e conosciamo molto bene il loro valore. Katarina Barun, Maja Poljak, Samanta Fabris sono nomi ben noti a tutti gli appassionati e possono sicuramente guastarci la festa.

 

Lascia un commento

Top