Volley, Europei 2015 femminili – Italia, le pagelle del tracollo: Olanda più forte, azzurre inesistenti

Italia-Europei-2015-volley-femminile.jpg

Ieri sera l’Italia veniva sconfitta dall’Olanda nell’ultima partita del girone eliminatorio degli Europei 2015 di volley femminile. Di seguito le consuete pagelle alle azzurre.

 

ITALIA: 4. L’Olanda sarà pur stata brava, avrà tirato su tutti i palloni possibili e immaginabili, avrà spinto tanto al servizio ma la nostra Nazionale non può perdere in questo modo. Letteralmente massacrata, incapace di opporre resistenza, di reagire, di avere un sussulto d’orgoglio in un match dominato dalle padrone di casa per tutto il tempo. Crollate in ricezione, troppi errori al servizio, molli in alcune fasi di attacco. Da una semifinale comodissima a un tabellone di fuoco che prevede la Russia già ai quarti di finale dovendo passare da un playoff ora tutt’altro che scontato contro la Croazia.

 

VALENTINA DIOUF: 5. Andrà sì a referto con 15 punti (44%) ma non dà mai l’impressione di poter cambiare il corso della partita come invece ci si aspetterebbe da un opposto del suo talento.

ANTONELLA DEL CORE: 3. Mai in partita. Tecnicamente si era già capito che era sottotono (oggi un mestissimo 14% in fase offensiva che parla da sé) ma la capitana non riesce nemmeno a dare la sterzata di nervi, non riesce a trasmettere la sua consueta grinta che manca in una serata da horror. Chiude con un solo punto a referto, lascerà il campo nel corso del secondo set.

LUCIA BOSETTI: 4,5. Non riesce a inventarsi nulla, il suo amato mani-fuori non funziona, in ricezione regge meglio ma non quanto basta. I 5 punti in due set la portano alla sostituzione.

MONICA DE GENNARO: 5. Se pure il nostro libero è in serata no allora davvero si fa dura. Recupera pochi palloni, si fa sopraffare dalla verve olandese, contribuisce poco alla rigioca e tutto diventa più complicato.

CRISTINA CHIRICHELLA: 4,5. Non incede al servizio come dovrebbe fare, segna solo 1 muro, Sloetjes e compagne passano agevolmente, i primi tempi sono ingiocabili e purtroppo affonda la diga.

MARTINA GUIGGI: 4. Idem come sopra, eccezion fatta per il servizio dove è meno attesa rispetto alla compagna di reparto. Le centrali soffrono particolarmente la mancanza di una ricezione accettabile e faticano a farsi sentire.

LEO LO BIANCO: 4,5. Il genio dei giorni migliori è spento, può solo insistere su Diouf che attacca con percentuali accettabili, Del Core non la aiuta, Bosetti è ai limiti, i primi tempi sono impossibili.

 

OFELIA MALINOV, CATERINA BOSETTI, VALENTINA ARRIGHETTI, INDRE SOROKAITE, STEFANIA SANSONNA: 5,5. Praticamente le ragazze che giocano titolari il terzo set accanto a Diouf e Chirichella. Andrà un po’ meglio rispetto ai primi due parziali ma la squadra è ancora poco cattiva e si vede quando, in vantaggio di tre punti a metà parziale, si fa rimontare e poi crolla su imbarazzante pallone conclusivo.

Non entrata: NADIA CENTONI.

 

Articoli correlati:

Europei 2015 – Tabellone di playoff e quarti di finale. Italia, che cammino terribile!

Europei 2015 – Tabellone, programma, orari, tv di playoff e quarti di finale

 

(foto CEV)

Lascia un commento

Top