Volley, Coppa del Mondo – L’Italia inizia bene: un gruppo ritrovato? Ora il crocevia USA per le Olimpiadi

Italyteamwinningcelebration-1.jpg

L’Italia ha semplicemente fatto quello che doveva fare nei primi tre incontri della Coppa del Mondo 2015 di volley maschile: vincere, vincere, vincere. Gli azzurri hanno conquistato tre successi, tutti di fattura diversi, tutti acciuffati in maniera differente ma egualmente importanti per presentarsi a punteggio pieno al primo vero crocevia del torneo: la sfida agli USA. Stanotte ci giocheremo subito una fetta importante del pass per le Olimpiadi 2016 e capiremo davvero di che sostanza è fatta questa Nazionale.

 

Canada domato nonostante un black-out nel terzo set, Australia letteralmente asfaltata, sofferenza infernale contro l’Egitto per un set abbondante prima che gli africani crollassero fisicamente.

Di certo abbiamo trovato un gruppo affiatato dopo il disastro dell’ultima stagione. Lo abbiamo capito dalle parole di Giannelli (“La forza di questa Italia è il gruppo”), dalle esultanze tra Juantorena e Zaytsev, dall’affiatamento che è sembrato davvero, da una buona tecnica esibita in campo.

Effettivamente siamo andati in seria difficoltà solo nel primo parziale contro gli africani, soffrendo in ricezione e in difesa, oltre che un ritmo blando a noi poco congeniale. L’attacco sta convincendo, spinto da uno Zar che da opposto è davvero disarmante, da uno Juantorena che ha debuttato al meglio con l’azzurro vincendo subito il premio da MVP alla prima.

Alle loro spalle un positivo Giannelli, il cui passaggio a vuoto contro l’Egitto è solo un incidente di percorso: il suo talento lo abbiamo ammirato contro l’Australia. Il nostro regista spazia al meglio su tutto il fronte d’attacco e soprattutto è abile a primeggiare individualmente in tutti i fondamentali. Bisognerà provare a coinvolgere di più i centrali (e Sottile ci è riuscito) anche se la resa a muro non è stata male.

Soprattutto si è tornato a giocare di squadra e lo spogliatoio è sembrato sereno, convinto nei suoi mezzi, senza screzi e motivato a raggiungere l’obiettivo. Certo tre avversari “semplici” non possono dare molte indicazioni ma l’atteggiamento mostrato in campo ha davvero convinto. Tecnicamente vedremo se questa Nazionale può essere all’altezza delle big del circuito: le individualità direbbero proprio di sì…

 

Ora la prima vera prova di maturità. Stanotte ci aspettano gli USA, crocevia determinante verso le Olimpiadi 2016: vincere vorrebbe dire davvero avvicinarsi a Rio, perdere significherebbe avere un piede fuori. L’Iran non ha convinto, la Polonia ha sconfitto la Russia: le favorite sono tutte lì.

 

Articoli correlati:

Coppa del Mondo 2015 – L’Italia inizia bene: è un gruppo ritrovato? Verso gli USA per il sogno Olimpiadi

Coppa del Mondo 2015 – FOTO – Gli MVP dell’Italia e i Vabochans: da Juantorena a Zaytsev

 

(foto FIVB)

Lascia un commento

Top