Volley, Coppa del Mondo – Italia, le pagelle del sudore: Argentina ko. Sveglia Juantorena, Sottile ci salva, Zaytsev bomber

PlayersofItalycelebrateafterwinningapoint.jpg

Stanotte l’Italia ha sconfitto l’Argentina nella penultima giornata della Coppa del Mondo 2015 di volley maschile e continua a sperare nella qualificazione alle Olimpiadi (clicca qui per la cronaca). Di seguito le pagelle degli azzurri.

 

OSMANY JUANTORENA: 7,5. Sta tornando la Pantera di un tempo? A giudicare da quanto visto ieri la risposta è affermativa, forse appena in tempo per la super sfida finale che deve spedirci alle Olimpiadi. L’italo-cubano è in palla, è tra i più arrembanti in ricezione e soprattutto viene insistentemente chiamato in causa da Giannelli che fiuta la crescita dello schiacciatore. Annulla il match-point, fondamentali i tre aces consecutivi all’inizio del tie-break che rimpinguano il suo bottino di 26 punti, buona parte realizzati con uno stratosferico 72% in fase offensiva. Verrà premiato come MVP, al suo secondo peluche nel torneo dopo quello ottenuto all’esordio contro il Canada (quella volta un po’ immeritato).

IVAN ZAYTSEV: 7. Quando bisogna portare a casa un punto sicuro si deve fare riferimento a lui. Giannelli lo sa e alza sempre per lo Zar, soprattutto quando la ricezione non è perfetta. Ennesima partita di livello per il nostro opposto.

FILIPPO LANZA: 6,5. Molto bravo nei primi tre parziali, poi cala alla distanza. Il leggero problemino fisico di inizio torneo, mai denunciato, potrebbe avere delle ripercussioni. Il suo buon livello aiuta Giannelli che ha una valida scelta per attaccato: 17 punti e il 50% in attacco arricchiscono il suo referto.

 

SIMONE GIANNELLI: 7. Alza in maniera democratica nei primi tre parziali e i risultati si vedono con il trio Zaytsev/Juantorena/Lanza che gli dà soddisfazione. Poi è costretto a rimodularsi ma la stampatone finale che ci consegna la nona vittoria nel torneo e che mantiene vive le Olimpiadi 2016 vale il prezzo del biglietto.

SIMONE BUTI e MATTEO PIANO: 5,5. Perdono nettamente il confronto diretto con Solé e compagni, spesso faticano a mettere le mani sugli attacchi di Conte e dei bomber argentini. Il muro si conferma un fondamentale debole per l’Italia.

MASSIMO COLACI: 6,5. C’è tanto lavoro sporco da fare in seconda linea e lui lo svolge egregiamente.

DANIELE SOTTILE: 7. Eravamo tutti su quella flot che lemme lemme scalcava la rete e atterrava nel campo avversario. Ha giocato solo gli scambi finali dei tre parziali conclusivi, ma il suo ace che ci ha regalato il match-point nel tie-break ha un valore elevatissimo.

IACOPO MASSARI, SIMONE ANZANI, OLEG ANTONOV: S.V. Sono gli uomini che Blengini pesca dalla panchina per provare a mettere una pezza, soprattutto nel primo e quarto set.

Non entrati: SALVATORE ROSSINI, GIULIO SABBI, LUCA VETTORI.

 

Articoli correlati:

Coppa del Mondo 2015 – Italia, che sudata: Argentina sconfitta 3-2, siamo nelle mani della Russia

Coppa del Mondo 2015 – Italia, le pagelle del sudore: Argentina ko. Juantorena sveglia, Sottile ci salva, Zaytsev bomber

 

(foto FIVB)

Lascia un commento

Top