Volley, Coppa del Mondo femminile – Cina batte Russia: Olimpiadi 2016 vicine, Russia out, Italia “triste”. Tutti i risultati e la nuova classifica

GalleryPic-10.jpg

Decima e penultima giornata per la Coppa del Mondo di volley femminile che si sta disputando in Giappone. In palio due pass per le Olimpiadi 2016: uno è praticamente già in tasca della Serbia, l’altro sta per volare tra le mani della Cina capace oggi di vincere lo spareggio contro la Russia ma che non dovrà sottovalutare il match conclusivo contro il Giappone. Se le vicecampionesse del Mondo perderanno il derby asiatico allora saranno gli USA a volare a Rio 2016.

Di seguito cronaca e risultati degli incontri odierni e la nuova classifica.

 

Cina vs Russia     3-1 (25-23; 25-15; 23-25; 25-20)

Le vicecampionesse del Mondo hanno vinto l’atteso spareggio contro la Russia e ora hanno più di un piede alle Olimpiadi 2016. Per staccare definitivamente il pass dovranno però vincere anche la sfida finale contro il Giappone, derby tutt’altro che scontato anche se la Cina partirà con tutti i favori del pronostico.

Questo successo ha issato le ragazze di Ping Lang al primo posto in classifica e, se domani supereranno le nipponiche, potranno alzare al cielo la quarta Coppa del Mondo della loro storia dopo quelle del 2003, 1985 e 1981.

Un risultato che non fa piacere all’Italia che, salvo miracoli delle padrone di casa contro la Cina, dovranno affrontare la Russia nel torneo europeo di qualificazione olimpica in programma a gennaio: un avversario tosto sulla strada che porta a Rio.

Oggi le asiatiche hanno dominato a muro (21 contro 16) e hanno saputo sfruttare al meglio gli errori delle avversarie (15 a 9), andando in difficoltà solo nel terzo parziale. Protagonista assoluta la stella Ting Zhu, autrice di 29 punti con ben 7 muri e un ace. Brilla anche Ni Yan con le sue sei stampatone. Non bastano le 24 marcature (5 muri) di Tatiana Kosheleva.

 

Serbia vs Kenya        3-0 (25-11; 25-14; 25-19)

La Serbia sbriga anche la pratica africana e ora, per la matematica certezza della qualificazione alle Olimpiadi 2016, dovranno schiacciare l’Argentina nel match conclusivo: una pura formalità. Conservano anche delle velleità di conquistare la Coppa del Mondo ma le ragazze di Terzic, per tagliare un traguardo davvero leggendario per la loro storia, dovranno sperare nel ko della Cina contro il Giappone.

Le slave, che avevano già festeggiato Rio 2016 dopo la vittoria della Russia sugli USA di ieri pomeriggio, non si devono spremere più di tanto contro il Kenya, applicando anche del turnover non ordinato. Top scorer Nikolic (11 punti), Stevanovic ne mette giù 10 in due set (3 muri).

 

USA vs Giappone       3-1 (20-25; 25-23; 25-20; 25-10)

Gli USA mantengono viva una piccola speranza di qualificarsi alle Olimpiadi mentre spengono totalmente quelle del Giappone. Le Campionesse del Mondo devono sperare che le nipponiche sconfiggano la Cina per volare direttamente a Rio 2016 senza passare dal loro (facile) torneo continentale.

Le ragazze di Kiraly hanno dominato a muro (16 a 5) ma hanno sofferto nel primo set e hanno dovuto rimontare nel secondo per sopire la resistenza delle padrone di casa. Top scorer Nicole Fawcett (20 punti, 5 muri), Larson-Burbach e Akinradewo ne mettono giù 15 a testa, Hill e Lowe in campo solo nel primo set.

 

Si sono disputati anche altri tre incontri ininfluenti ai fini della classifica che conta:

Repubblica Dominicana vs Algeria      3-0 (25-11; 25-12; 25-7)

Cuba vs Perù       3-1 (13-25: 25-16; 25-18; 25-19)

Corea del Sud vs Argentina         3-0 (25-21; 25-17; 25-20)

 

# NAZIONE PARTITE VINTE PARTITE GIOCATE PUNTI QUOZIENTE SET QUOZIENTE PUNTI
1. Cina 9 10 27 4.500 1.401
2. Serbia 9 10 24 3.111 1.316
3. USA 8 10 25 3.714 1.373
4. Russia 8 10 24 3.375 1.191
5. Giappone 7 10 22 2.363 1.227
6. Rep. Dominicana 5 10 16 1.000 1.006
7. Corea del Sud 5 10 15 1.000 1.029
8. Argentina 4 10 11 0.650 0.912
9. Cuba 3 10 9 0.434 0.833
10. Perù 1 10 4 0.259 0.789
11. Kenya 1 10 3 0.148 0.776
12. Algeria 0 10 0 0.000 0.409

 

(foto FIVB)

Lascia un commento

Top