Us Open 2015 – La finale della leggenda! Vinci: “Scusa Serena, è il mio giorno”. Pennetta: “Questa finale vale tutto”

tennis-roberta-vinci-costantini-federtennis-e1453102528472.jpg

E’ tutto vero? Sì, è tutto vero. L’Italia di tennis femminile raggiunge per la prima volta nella storia la finale in uno Slam giocato sul cemento. E lo fa raddoppiando un momento già di per sé clamoroso, ovvero portando sia Flavia Pennetta (che demolisce la Halep) che Roberta Vinci (che supera Serena Williams al termine di un match epico) nell’atto conclusivo di Flushing Meadows. E’ leggenda, è uno di quei momenti che capitano solo una volta sola nella vita. Gustiamocelo, nelle parole delle due fuoriclasse azzurre. Lo sport italiano ha un’altra pagina di impresa, da annoverare tra i primissimi posti della sua gloriosa esistenza.

E’ incredibile – racconta la brindisina -. Non pensavo che sarei arrivata così lontano nel torneo. Oggi credo di aver giocato davvero bene. Quanto vale questa finale? Vale tutto. Oggi ho provato a giocare ogni partita al meglio, senza pensare troppo al tabellone e giocando partita per partita. In campo mi sono concentrata su quello che dovevo fare, sono molto felice“.

Roberta Vinci, invece, esce tra gli applausi del pubblico. Che sosteneva l’americana (niente Grande Slam per lei), ma che si scioglie davanti all’emozione dell’azzurra. Grande sportività nel trionfo italiano. “È un momento incredibile, sono in finale e ho battuto Serena – spiega con la voce mozzata dalle lacrime -. Non ho parole, scusate. Troppi pensieri per la testa. È un momento emozionante. Ho provato a rimanere attaccata punto su punto a Serena, ho giocato il mio tennis. È il giorno più bello della mia vita. Se ci credevo? Davvero? Quando mi sono svegliato ho detto ‘goditi la semifinale, non pensare a Serena’, ma non mi aspettavo che avrei vinto. Alla fine entrambe eravamo sotto pressione e mi sono detta ‘metti tutte le palle in campo, non pensare a Serena e corri’. Scusate statunitensi, ma oggi era la mia giornata. Sono orgogliosa di me stessa, ringrazio il mio allenatore. Sono davvero felice: voglio davvero godermi questo momento“.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Federtennis

Lascia un commento

Top