Tuffi: Tommaso Rinaldi lavora in Messico in vista della stagione olimpica

1899178_10203203247432418_1939606290_n.jpg

Come da tradizione recente, per molti tuffatori italiani la ripresa degli allenamenti coincide con un periodo “in trasferta” per lavorare e confrontarsi con alcune delle migliori scuole del mondo. Ci è passata Tania Cagnotto (un anno negli Usa e un periodo in Australia) e, per la seconda volta consecutiva dopo l’avventura in Canada dello scorso gennaio, toccherà a Tommaso Rinaldi, trampolinista classe 1991 che ha difeso i colori azzurri da 3 metri agli Europei e ai Mondiali 2015.

Il romano è infatti volato nei giorni scorsi alla volta di Monterrey (Messico) insieme al padre Domenico, tecnico federale, al 20enne in crescita Gabriele Auber e a due giovanissime promesse dei tuffi italiani, Chiara Pellacani (classe 2002) e Giulia Vittorioso (2001), già più volte in grado di raggiungere le finali nazionali assolute. Il periodo di stage è organizzato dalla società M. R. Sport e avrà la durata di circa tre settimane.

Rinaldi e i suoi compagni di trasferta, dunque, faranno ritorno in Italia dopo metà settembre, per preparare un appuntamento già fondamentale come il 4 Nazioni di Torino (in programma a dicembre). La rassegna che vedrà la nazionale azzurra sfidare Ucraina, Russia e Germania nell’impianto della Monumentale, infatti, funge da prova di selezione per la Coppa del Mondo di febbraio, ultima chiamata per raggiungere la qualificazione olimpica.

Il gruppo avrà la possibilità di allenarsi in una struttura all’avanguardia – si legge nel comunicato della M. R. Sport – e di preparare al meglio l’inizio di una stagione quantomai intensa e dagli appuntamenti fitti in agenda, in vista di Europei e Olimpiadi per gli atleti senior, e dei numerosi impegni delle squadre giovanili“. L’anno scorso Monterrey ospitò Elena Bertocchi e Paola Flaminio, mentre sempre in Messico – ma a Guadalajara – trascorse cinque mesi Andreas Billi. Noemi Batki lavorò in due periodi differenti a Plymouth con Tonia Couch e Sarah Barrow e un’altra piattaformista di Trieste, Giulia Belsasso, accompagnò proprio Rinaldi a Montreal.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Marta Cesari

Lascia un commento

Top