Triathlon, World Series Grand Final Chicago: tappa e Mondiale alla Jorgensen, 19ma Mazzetti

199.jpg

Si è disputata nella notte la Grand Final delle World Series del triathlon con le competizioni su percorso olimpico che sono andate in scena nel contesto di Chicago (USA).

A conquistare il titolo per il secondo anno consecutivo è  la statunitense Gwen Jorgensen, autentica dominatrice in questa stagione, dove ha vinto tutte le gare che ha preso parte e arrivando al traguardo in solitaria, infliggendo il suo incredibile passo nella frazione di corsa che non lascia spazio a nessuno.

Sono riuscite ad interrompere il dominio USA le inglesi Non Stanford e Vicky Holland, che si sono classificate rispettivamente seconda e terza in questa Gran Final: per la Holland una risalita di ranking generale WTS fino alla 4^ posizione e per la Stanford l’ottavo posto assoluto.

A conquistare la seconda e terza piazza del rank finale mondiale, sono la neozelandese Andrea Hewitt, seconda assoluta dopo la bella performance di oggi che l’ha vista piazzarsi in quarta posizione ai piedi del podio; sul podio nella generale anche l’altra statunitense Sara True, settima oggi ma vincitrice della tappa di Stoccolma. Giornata no per Katie Zaferes, favorita per il podio finale, piazzatasi in 24esima posizione.

La migliore delle azzurre è Anna Maria Mazzetti, classificatasi 19esima, entrando così nella top20 e raccogliendo altri punti nell’avvicinamento verso Rio: come a Edmonton, per l’atleta delle Fiamme Oro è stata una prova difficile, in cui all’inizio, dopo un nuoto che l’ha vista uscire dall’acqua a 30 secondi dalle prime, ha rischiato di perdere il gruppo di testa; fatale è stato però, nell’ultima parte del ciclismo, la perdita del gel energetico che probabilmente le ha precluso la possibilità di alimentarsi correttamente per la successiva frazione podistica e poter essere incisiva come è solita fare. Uscita dalla T2 in decima posizione, insieme al gruppo di 30 concorrenti, non è riuscita a tenere il passo per restare nella top ten è ha concluso i 10 km di corsa, giungendo al traguardo 19esima.

Le dichiarazioni di Anna Maria Mazzetti al termine della sua prova, rilasciate per il sito FITRI:

“Il mio obiettivo era quello di centrare una top15 – ci dice Annamaria Mazzetti – ho fatto meglio di un 19° posto quest’anno….ma le sensazioni di questa stagione sono comunque buone, sento che sto crescendo, trovo continuità di rendimento e miglioramento nel nuoto (anche oggi soprattutto ottimo primo giro!). Il 28esimo posto nella classifica generale non mi soddisfa e non mi ‘rende giustizia’ soprattutto in chiave olimpica, se ripenso al test event di Rio in agosto, con l’8° piazzamento assoluto che ho conseguito e con il livello di partecipanti che era quello di oggi, penso che sarei dovuta stare in posizioni migliori di ranking. Soddisfatta però di tante buone gare realizzare nel 2015 e ringrazio la Fitri e le Fiamme Oro per aver investito su di me e di essere sempre vicine. Approfitto per ringraziare 4 persone particolarmente importanti: Leonardo Sanesi, il mio allenatore di nuoto, Manuel Canuto e Alessandro Lambruschini, amici, compagni di squadra e coordinatori e Massimo, il mio ragazzo, che da ex-atleta e allenatore mi aiuta a migliorarmi sempre come persona e come atleta”

Per Alice Betto (Fiamme Oro), ben solida nelle prime due frazioni di nuoto e ciclismo, uscita 6^ dall’acqua e 14^ dalla T2, ha terminato la gara in 34esima posizione, piazzamento che mostra come l’atleta sia ancora in fase di recupero fisico, dopo il rilevante intervento alla caviglia e la lunga assenza dalle gare: era però importante per lei esserci e rimettersi in gioco in questa fase conclusiva della stagione:

“Essere presente oggi al Mondiale è stato un grande premio dopo un anno davvero difficile. Non era il risultato numerico che cercavo ma la condizione fisica per iniziare un lungo cammino a fianco di persone che ci credono quanto me: Federazione, Fiamme Oro, i tecnici che mi seguono quotidianamente e i compagni di allenamento!!!”

“Le nostre atlete hanno affrontato la gara in modo corretto, Alice consapevole che sta facendo un percorso di rientro dove è importante comunque guadagnare punti per la qualificazione olimpica e che non potrà correre forte come negli anni precedenti fino al 2016, ma solamente dopo un inverno in cui la preparazione sarà completata – spiega il DT Mario Miglio – Anna ha dimostrato ancora una volta di essere molto migliorata nel nuoto rispetto agli ultimi anni, così come nella frazione ciclistica ed anche in percorsi pianeggianti come quello di Chicago, che richiede ‘alte potenze’. Purtroppo la sua corsa, è stata pregiudicata dal fatto di non essere riuscita ad alimentarsi adeguatamente e non ha potuto realizzare i suoi abituali ritmi” .

PODIO TAPPA DI CHICAGO

Pos First Name Last Name Country Time Swim T1 Bike T2 Run
1 Gwen Jorgensen USA 01:55:36 00:17:57 00:01:30 01:02:53 00:00:35 00:32:43
2 Non Stanford GBR 01:56:05 00:18:08 00:01:35 01:02:34 00:00:35 00:33:14
3 Vicky Holland GBR 01:56:20 00:17:54 00:01:30 01:02:53 00:00:34 00:33:32


RISULTATI DELLE ITALIANE

19 Annamaria Mazzetti ITA 01:58:42 00:18:19 00:01:28 01:02:32 00:00:33 00:35:52
34 Alice Betto ITA 02:00:40 00:17:55 00:01:34 01:02:53 00:00:31 00:37:49

CLASSIFICA COMPLETA

 

TOP 10 RANKING 2015 


CLASSIFICA COMPLETA FINALE RANKING 2015

Fonte: FITRI

Foto: pagina Fb Anna Maria Mazzetti

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@oasport.it

Twitter: @nvpersie7

 

Lascia un commento

Top