Tennis: per l’Italia obiettivo Coppa Davis il 2016

tennis-fognini-bolelli-italia-coppa-davis-federtennis-costantini.jpg

La vittoria in Russia nello spareggio salvezza ha permesso all’Italia di restare nel World Group di Coppa Davis. Un successo fondamentale quello di Fognini e compagni, che possono già pensare al prossimo anno con l’obiettivo di provare a ripetere la cavalcata della scorsa stagione (semifinale persa con la Svizzera), se non addirittura migliorla, puntando a raggiungere una finale che ormai manca dal 1998.

Un’impresa che può essere realizzata dagli azzurri, anche perchè le sorprese in Davis non mancano davvero mai e la finale di questa edizione ne è certamente una prova, con Gran Bretagna e Belgio, due assolute sorprese, che proveranno ad alzare al cielo l’ambita insalatiera. L’Italia è una squadra completa con due singolaristi solidi come Fognini e Seppi e anche un ottimo doppio e soprattutto riesce ad adattarsi bene a quasi tutte le superfici. Sul veloce la squadra azzurra qualche passaggio a vuolto lo ha avuto (vedi Kazakhstan), mentre sulla terra rossa i ragazzi di capitan Barazzutti sono tra i migliori al mondo e battere l’Italia su tale campo è sempre un’impresa per molte squadre.

Ovviamente per provare a fare bene in Davis servono tanti fattori, soprattutto deve stare bene Fabio Fognini, la nostra punta di diamante. Il ligure in maglia azzurra si è sempre esaltato, diventando spesso il protagonista principale delle vittorie italiane, non ultima la trasferta in Russia dove il tennista di Arma di Taggia ha portato a casa tre punti tra singolare e doppio. Il 2016 deve essere l’anno della svolta per Fognini, arrivato ormai ad un momento della carriera dove è obbligatorio fare quel definitivo salto di qualità e raggiungere quella maturazione richiesta per entrare e far parte stabilmente della Top 10 del ranking mondiale.

Inutile negarlo che per alzare al cielo il trofeo o comunque per arrivare il più avanti possibile serve anche un po’ di fortuna nel sorteggio, anche perchè l’Italia non sarà testa di serie e dunque rischia già un primo turno complicato. Da evitare sulla carta la Francia, anche se si gioca in casa, ma il quartetto transalpino è solido e servirebbe davvero la migliore Italia. Per Serbia e Svizzera dipende molto dalla presenza dei vari Djokovic, Federer e Wawrinka, ma Roger ha già detto che non giocherà il prossimo anno per la sua nazione.
Anche le trasferte in Gran Bretagna ed Australia spaventano, perchè si giocherà sul veloce e da una parte c’è Murray e dall’altra ci aspetterebbe un’atmosfera caldissima. Molto più agevole un’Argentina e una Rep.Ceca (anche con Berdych presente) in casa sulla terra rossa, mentre qualche incognita in più l’eventuale viaggio in Belgio da Goffin e compagni.

Il 2016 poi è l’anno anche delle Olimpiadi e quindi molti big potrebbero disertare la Davis per i tanti impegni e quindi non c’è occasione migliore per l’Italia di provare a tornare ai vertici del tennis mondiale.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Tennis

andrea.ziglio@oasport.it

Foto: Federtennis Costantini

One thought on “Tennis: per l’Italia obiettivo Coppa Davis il 2016”

  1. Luca46 scrive:

    Non montiamoci la testa. Tutto è possibile per carità ma resta un obbiettivo troppo arduo secondo logica. Poi sperare non cista nulla ma non mi farei troppe illusioni.

Lascia un commento

Top