Tennis, Coppa Davis 2015, play-off: alla scoperta della Russia

tennis-team-italia-svizzera-coppa-davis-2014-federtennis-costantini.jpg

Dal 18 al 20 settembre prossimi la formazione azzurra della Coppa Davis proverà a difendere la permanenza nel gruppo mondiale contro la Russia, in una trasferta siberiana che si preannuncia più insidiosa di quello che può apparire sulla carta.

Il capitano russo Shamil Tarpsichev ha convocato infatti quattro tennisti dal ranking decisamente peggiore degli italiani, ma che potrebbero trovarsi a proprio agio davanti al pubblico amico e su una superficie molto veloce.

Stando alla classifica mondiale, l’avversario più forte dovrebbe essere sicuramente Teymuraz Gabashvili, numero 58. Il 30enne di Tbilisi ha anche un precedente recentissimo contro Andreas Seppi, che lo ha liquidato in quattro set nell’ultimo US Open.

Altro trentenne è Kostantin Kravchuk, numero 151 del ranking Atp, mai entrato in top 100. Il moscovita rappresenta sicuramente l’anello debole della formazione russa, ma non è da sottovalutare nel doppio con Evgeny Donskoy, 25enne numero 119.

Andrey Rublev rappresenta invece il futuro del tennis russo. Ad appena 17 anni (18 ad ottobre), il giovanissimo nativo di Mosca si è tolto la soddisfazione di sconfiggere lo spagnolo Pablo Andujar proprio nell’ultimo incontro di Coppa Davis. Nell’ambiente si dice un gran bene di lui, come testimonia anche la partecipazione allo US Open, quando è riuscito a mettere in difficoltà un giocatore fortissimo come il sudafricano Kevin Anderson.

Altro ostacolo per gli atleti del Bel Paese sarà il cemento ruvido della Bajkal Arena di Irkutsk, dove si svolgeranno gli incontri.

Foto: Costantini per Federtennis

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top