Softball: Bussolengo ribalta Bollate e raggiunge Forlì nella finale scudetto

bussolengo.jpg

Specchiasol Bussolengo-Fiorini Forlì: sarà questa la sfida che decreterà il successore di Rhibo La Loggia come campione d’Italia del softball.

Le semifinali, infatti, hanno promosso queste due compagini al termine di altrettante serie davvero emozionanti. Clamoroso il ribaltamento di fronte con cui le campionesse d’Europa veronesi si dimenticano del duplice ko patito in casa nei primi due match e vanno a vincere tre partite consecutive a Bollate: il 4-0 e 7-0 con cui le biancoverdi ottengono il pareggio sono frutto di prestazioni perfette, nelle quali colpiscono le ex come Serena Boniardi, praticamente perfetta al lancio, e Valeria Bortolomai, autrice di un triplo decisivo in gara tre. In gran spolvero anche Haylie Wagner, mattatrice di gara quattro dove però la difesa bollatese è complice con numerosi errori: si arriva così alla bella disputata solamente nella serata di martedì, dopo l’annullamento del match domenicale per pioggia.
I due giorni di riposo non bastano alle ragazze di Luigi Soldi per riprendersi moralmente e fisicamente, sebbene il 2-3 conclusivo sia senza dubbio più combattuto delle partite appena citate. Come nelle prove di sabato, Greta Cecchetti non è nella sua giornata migliore e Bollate ne risente, mentre Hayle Wagner va vicina al perfect game: ciononostante, sino al settimo inning la sfida è combattutissima e non mancano alcune decisioni arbitrali contestate dal coach di casa. Elisa Princic, in combinazione con Madison O’Brien, regala però il punto del 3-2 veronese che ammutolisce il pubblico bollatese, facendo volare in finale Bussolengo.

Nell’ultimo atto delle Italian Softball Series, dall’altro lato ci sarà dunque la Fiorini Forlì fresca vincitrice della Coppa delle Coppe, che ritorna in finale dopo cinque anni. Anche in questo caso si ricorre a gara cinque: qui sono i tredici strike out di Blaire Luna a condannare La Loggia, ko per 5-0 contro una scatenata Andrea Silvia Montanari che trascina le compagne alla pari della pitcher statunitense. Le altre due gare del weekend avevano visto le romagnole portarsi sul 2-1 vincendo il terzo match per 3-1 (bene Katelyn Bedwell, Ilaria Cacciamani e Carlotta Zauli), prima di far pienamente rientrare nella serie le torinesi vincitrici della quarta sfida per 1-0 (punto segnato da Lucia Carlucci, eccellente Femke Van Dusschoten in pedana).

foto: Fagnani/Oldmanagency per Fibs

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@oasport.it

Lascia un commento

Top