Rugby|Verso la World Cup: Italia gagliarda e con il “colpo…in Canna”

Parisse_Rugby_Fotosportit_Fir-e1454587748781.jpg

A Cardiff è rinata l’Italia?

Questo lo scopriremo forse, soltanto, il prossimo 19 settembre quando l’Italia esordirà al Mondiale contro la Francia; ma intanto quella vista ieri al Millenium Stadium di Cardiff, contro i padroni di casa del Galles, è stata finalmente una nazionale che ha espresso dei valori sul campo.

Gli azzurri infatti, guidati dal rientrante capitano Sergio Parisse, condottiero e anima pulsante della squadra, hanno spaventato e non poco la compagine di Warren Gatland che, in una partita forse sottovalutata dai Dragoni, vista la debacle dei ragazzi del Bel Paese in Scozia, avrà pure vinto nel punteggio (23-19) ma ci ha rimesso le penne a livello di infortuni con Webb e Halfpenny (al pari di Morisi e molto probabilmente Garcia).

I giocatori di Brunel negli 80′ minuti hanno all’improvviso ritrovato una via tattica su cui basare il loro rugby: mischia e touche come cardine da far funzionare in tutte le situazioni spaventando gli avversari e una grande dose di sacrifici a livello difensivo, da parte di tutti i membri del XV impegnato sul terreno di gioco.

Da aggiustare invece, c’è sicuramente l’aspetto legato all’indisciplina. Ancora troppi (e spesso ingenui) i falli commessi che consentono in ogni situazione alle squadre rivali di riorganizzare il gioco o di punirci dalla piazzola.

Dal Galles a Twickenham il passo non dovrebbe essere così lungo e il morale va necessariamente tenuto alto per il debutto, anche perchè l’italia può contare anche su un Carlo Canna in più nel motore, che per mettere i suoi primi punti con la maglia azzurra ha scelto di effettuare un favoloso drop…vincente!

Foto: Fotosportit/FIR

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca Qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top