Rugby, Mondiali 2015: Galles, impresa a Twickenham! Inghilterra al tappeto nel finale

B9LXd0jIAAAQtTt.jpg

Con degli ultimi dieci minuti perfetti, il Galles piazza la grande sorpresa di giornata ai Mondiali 2015 ed espugna Twickenham con una grande impresa, mettendo nei guai l’Inghilterra nel girone della morte. I Dragoni, costretti ad inseguire per gran parte del match, trovano lo spunto giusto al 70′ per pareggiare e poi passano in vantaggio grazie ad un Biggar infallibile, trionfando 25-28. Gli inglesi, ora, non dipendono più soltanto da loro stessi per il passaggio del turno

Partita subito di grande intensità in entrambe le metà campo. Sui punti d`incontro è più aggressivo e pulito il Galles, che mette i primi tre punti con Biggar e limita degli inglesi comunque propositivi in difesa. La mischia dei padroni di casa, però, si dimostra subito superiore e Farrell pareggia al 12`. Le due squadre si affidano molto ai rispettivi numeri 10, perché le difese concedono poco nonostante la grande intensità delle fasi offensive. Un piazzato di Biggar da un lato e un drop di Farrell dall’altro portano quindi lo score sul 6-6 al 18`. L’equilibrio del match viene scalfito soltanto dalla mischia, evidentemente dominata dall’Inghilterra e sfruttata da Farrell per il 9-6. Passano pochi minuti, però, e il XV della Rosa piazza la prima vera stoccata del match. Ben Youngs, da dentro i 22 gallesi dopo una bella azione corale, gioca perfettamente il lato chiuso e serve Jonny May per la meta del 16-6. I Dragoni non reagiscono con veemenza e, anzi, costruiscono poco anche per via di una difesa inglese molto efficace nel togliere soluzioni. Nel finale di tempo gli uomini di Gatland crescono, ma ottengono solo un piazzato con Biggar per il 16-9.

La ripresa si apre ancora nel segno di un piazzatore, ma questa volta è Farrell a riportare le distanze sul 19-9. Biggar, però, ci mette poco per riportare i suoi entro il break di svantaggio. I due cecchini continuano ancora la loro personalissima sfida a distanza anche qualche minuto più tardi, aggiornando il tabellino sul 22-15 al 54`. Cinque minuti e Biggar accorcia nuovamente a meno quattro, sul restart una bella cavalcata di North sposta l’azione fin dentro i 22 inglesi per la prima volta nel secondo tempo, ma il tentativo si conclude con un nulla di fatto. La difesa inglese, di fatto, è praticamente impenetrabile. E quando i sudditi di Sua Maestà si spostano nell’altra metà campo dimostrano di saper far male. È sempre May il protagonista al 66`, ma l’incursione inglese nei 22 ospiti viene bloccata in qualche modo dai Dragoni. Il momento è favorevole agli inglesi, la meta non arriva ma i tre punti dalla piazzola sì (25-18). Proprio nel momento in cui l’Inghilterra sembrava entrare in controllo della partita, però, il Galles colpisce: fuga di Liam Williams sulla sinistra, calcio delizioso in mezzo al campo per il puntuale Gareth Davies. Al 71`, improvvisamente, è di nuovo parità. E dopo tre minuti il risultato si aggiorna ancora: fallo inglese in mezzo al campo, Biggar da quasi 50 metri non sbaglia ed è 25-28. Parte l’assedio inglese. Robshaw&co. conquistano una punizione da posizione laterale, decidono di andare in touche ma la maul viene abbattuta dai gallesi. Negli ultimi due minuti gli ospiti gestiscono e concretizzano una vera e propria impresa.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Official Twitter England Rugby

Tag

Lascia un commento

Top