Ritmica, Yana Kudryatseva Campionessa del Mondo: tris leggendario! Bertolini 23esima, Test Event per Rio 2016

ritmica-kudryavtseva-mamun.jpg

Yana Kudryavtseva si conferma Campionessa del Mondo di ginnastica ritmica nel concorso generale individuale che si è disputato stasera a Stoccarda (Germania). Nel giorno del suo 18esimo compleanno, la russa si Mosca conquista il suo terzo iride consecutivo entrando definitivamente nella storia della disciplina e puntando dritta alle Olimpiadi 2016 per cui si è qualificata proprio oggi insieme ad altre 14 atlete.

L’Angelo con le ali d’acciaio si è imposta con un perentorio 75.632 (19.000 al cerchio, 19.116 con la palla, 19.000 con le clavette, 18.516 con il nastro), non andando mai in difficoltà nell’arco della serata di Stoccarda che l’ha incoronata dopo i trionfi di Kiev e Izmir.

L’allieva di Irina Viner realizza un numero riuscito in passato solo all’immensa connazionale Yevgeniya Kanayeva (2009, 2010, 2011) e alle bulgare Maria Gigova (1969, 1971 e 1973 ma in coabitazione con Galima Shugurova) e Maria Petrova (1993, 1994, 1995 ma dividendolo con Ekaterina Serebianskaya).

 

La Kudryavtseva aveva già conquistato tre ori di specialità (prove non olimpiche) nei giorni precedenti, oltre alla scontata vittoria nel Team Event. Oggi è arrivata l’ennesima doppietta della Russia (le altre Nazioni hanno visto solo il bronzo in questa rassegna iridata) grazie a Margarita Mamun (74.766) che ha fatto letteralmente il vuoto sulla bielorussa Melitina Staniouta (72.132) brava a prendersi il bronzo a scapito della georgiana Salome Pazhava (71.782) e dell’ucraina Ganna Rizatdinova (71.541).

 

L’italiana Veronica Bertolini ha concluso al 23esimo e penultimo posto (66.165: 17.016 al cerchio, 15.933 alla palla con errori, 16.416 alle clavette con sbavature, 16.800 al nastro), non confermando il 20esimo posto del turno di qualificazione e non migliorando la 22esima piazza dei Mondiali 2014. Ad ogni modo per la valtellinese era impossibile qualificarsi a Rio attraverso questo Mondiale ma ci proverà sicuramente al Test Event della prossima primavera insieme ad Alessia Russo: il posto alle Olimpiadi è davvero alla portata di mano della Campionessa d’Italia.

 

Le altre qualificate alle Olimpiadi 2016 oltre alle prime 5 della classifica: l’azera Marina Durunda, l’israeliana Neta Rivkin, la statunitense Laura Zeng, la spagnola Carolina Rodriguez, la bulgara Neviana Vladinova, la sudcoreana Yeon Son, la francese Kseniya Moustafaeva, la bielorussa Katsiaryna Halkina, la greca Varva Filiou, la giapponese Kaho Minagawa. Altre 22 ragazze si giocheranno gli ultimi pass al Test Event della primavera 2016.

 

(foto FIG)

Lascia un commento

Top