Pro12, seconda giornata: Treviso a Monigo per sbloccarsi, le Zebre cercano riscatto

Bu8F2_JIUAA4IsO.jpg

Prima dello stop di tre settimane per la concomitanza con la Coppa del Mondo, il Pro12 scende in campo per un’intrigante seconda giornata, considerando i tanti big assenti per via delle nazionali e le sorprese dell’esordio. La più clamorosa è stata senz’altro la sconfitta casalinga Glasgow Warriors per mano degli Scarlets, capaci di violare uno Scotstoun immacolato da quasi due anni. Gli scozzesi cercheranno di rifarsi di fronte al proprio pubblico contro il Connacht, ma l’avversario non è dei più abbordabili. I gallesi, invece, riceveranno l’Ulster in una sfida molto interessante a Llanelli. Munster, dopo aver respinto il Benetton, vola a Swansea nel big match di giornata al cospetto degli Ospreys, mentre Leinster deve riscattare la sconfitta di una settimana fa contro i Cardiff Blues.

Sfide, ambizioni e prospettive diverse per le due italiane. A scendere in campo per prime saranno le Zebre, questa sera a Newport contro i Dragons. I gallesi hanno perso soltanto un paio di giocatori per i Mondiali, per cui potranno contare sulla formazione tipo o quasi. Situazione diametralmente opposta per Gianluca Guidi, che schiererà ancora una volta una formazione sperimentale, ma comunque più solida (almeno sulla carta…) ed esperta di quella asfaltata dai Blues una settimana fa. Ad estremo ci sarà Dion Berryman, Matteo Pratichetti si riprende la maglia numero 12 e il neo-acquisto Ulrich Beyers agirà da mediano d’apertura al posto del giovane Azzolini. Infornata di esperienza anche in seconda linea con Marco Bortolami, in sostituzione del permit player Michele Sutto. Fare peggio del match di Cardiff (61-13) appare piuttosto difficile e dai bianconeri ci si attende una reazione convinta, nonostante il pronostico tutto a favore dei padroni di casa.
Kick-off alle ore 20:05, differita tv su Rai Sport 1 alle ore 22:45

Dragons: 15 Tom Prydie, 14 Ashton Hewitt, 13 Tyler Morgan, 12 Adam Warren, 11 Nick Scott, 10 Jason Tovey, 9 Sarel Pretorius, 8 Ed Jackson, 7 Nic Cudd, 6 Lewis Evans, 5 Rynard Landman, 4 Cory Hill, 3 Brok Harris, 2 T Rhys Thomas, 1 Boris Stankovich
A disposizione: 16 Hugh Gustafson, 17 Phil Price, 18 Shaun Knight, 19 James Thomas, 20 James Benjamin, 21 Charlie Davies, 22 Dorian Jones, 23  Carl Meyer

Zebre: 15 Dion Berryman, 14 Gabriele Di Giulio, 13 Tommaso Castello, 12 Matteo Pratichetti, 11 Michele Visentin, 10 Ulrich Beyers, 9 Luke Burgess, 8 Andries Van Schalkwyk, 7 Maxime Mbandà, 6 Paul Derbyshire, 5 George Biagi (c), 4 Marco Bortolami, 3 Pietro Ceccarelli, 2 Tommaso D’Apice, 1 Bruno Postiglioni
A disposizione: 16 Oliviero Fabiani, 17 Andrea De Marchi, 18 Emiliano Coria, 19 Michele Sutto, 20 Emiliano Caffini, 21 Fabio Semenzato, 22 Mattia Bellini, 23 Maicol Azzolini

Aspettative decisamente diverse per il Benetton Treviso, soprattutto dopo l’ottima partita giocata a Cork contro il Munster. I biancoverdi faranno domani il loro esordio stagionale a Monigo contro Edimburgo, squadra svuotata dalla nazionale scozzese ma nonostante ciò capace di superare il Leinster all’esordio. Il match, però, è di quelli da vincere. Gli ospiti arrivano con il vento in poppa, certo, ma l’entusiasmo del pubblico di casa ed una formazione di ottimo livello dovranno necessariamente portare il bottino pieno in casa Benetton. La sconfitta rimediata in Irlanda, del resto, ha offerto indicazioni importanti per quanto riguarda le condizioni fisiche dei trevigiani e l’affiatamento della squadra, già a buon punto malgrado i nuovi acquisti. Gli alibi, insomma, non saranno ammessi. Due i cambi apportati da Casellato: tra i trequarti Simone Ragusi entra all’ala e fa slittare Andrea Pratichetti al centro, mentre in terza linea ci sarà Marco Barbini al posto di Steyn.
Kick-off alle ore 17:10, diretta tv su Rai Sport 1

Treviso: 15 Jayden Hayward, 14 Ludovico Nitoglia, 13 Tommaso Iannone, 12 Andrea Pratichetti, 11 Simone Ragusi, 10 Samuel Christie, 9 Chris Smylie, 8 Robert Barbieri, 7 Dean Budd, 6 Marco Barbini, 5 Tom Palmer, 4 Duncan Naude, 3 Rupert Harden, 2 Roberto Santamaria, 1 Alberto De Marchi (c)
A disposizione: 16 Luca Bigi, 17 Matteo Zanusso, 18 Simone Ferrari, 19 Filippo Gerosa, 20 Jeff Montauriol, 21 Braam Steyn, 22 Alberto Lucchese, 23 James Ambrosini

Edinburgh: 15 Greig Tonks 14 Dougie Fife, 13 Chris Dean, 12 Sam Beard, 11 Damien Hoyland, 10 Phil Burleigh 9 Sean Kennedy 8 Nasi Manu, 7 Roddy Grant (c), 6 Cornell du Preez, 5 Ben Toolis, 4 Fraser McKenzie, 3 John Andress, 2 Neil Cochrane, 1 Rory Sutherland
A disposizione: 16 George Turner, 17 Allan Dell, 18 Simon Berghan, 19 Alex Toolis, 20 Hamish Watson, 21 Nathan Fowles, 22 James Johnstone, 23 Jack Cuthbert

Twitter: @panstweet

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

daniele.pansardi@oasport.it

Lascia un commento

Top