Motomondiale, GP Aragon 2015: Bastianini e Rabat davanti a tutti in Moto3 e Moto2

Enea-Bastianini-Moto3-Fonte-Gresini.jpg

Nelle prove libere di Moto3 e Moto2, tenutesi sullo splendido tracciato di Aragon (Spagna), sono due i nomi che si sono messi particolarmente in luce: Enea Bastianini e Tito Rabat

Partendo dalla cilindrata inferiore e dall’analisi delle prestazioni del pilota riminese, non si può che sottolineare il grande feeling del driver della Honda del Team Gresini, con la pista iberica. Un tracciato estremamente complicato, per la gran varietà di curve presenti e particolarmente aggressivo sugli pneumatici, che ha esaltato le caratteristiche di guida di Enea, consentendogli di siglare il miglior tempo di giornata in 1:58.875. Un segnale estremamente positivo per l’azzurro che, dopo il primo successo nel Mondiale a Misano, ha tutte le intenzioni di replicare e, in un certo qual senso, mettere i bastoni tra le ruote al leader della classifica iridata Danny Kent. L’inglese, infatti, piazzatosi in sesta posizione in 1:59.237 non ha incantato e non è apparso la solita “macchina da guerra” sul passo gara. I suoi 55 punti di vantaggio su Bastianini possono lasciarlo abbastanza tranquillo, tuttavia non  gli è permesso rilassarsi più di tanto. In chiave gara, chi ha impressionato sui long run è stato il portoghese Miguel Oliveira, secondo crono in 1:58.893, con tanti giri in 1:59, migliore di chiunque altro. In chiave azzurra, troviamo in ottava e nona posizione Nicco Antonelli e Romano Fenati ancora alla ricerca del miglior set-up, rispettivamente in 1:59.474 e 1:59.495.

CLASSIFICA TEMPI PROVE LIBERE MOTO3

moto3

In Moto2, come dicevamo, è stato Tito Rabat il “driver on fire” con il miglior tempo del venerdì in 1:53.164. Grande tempo quello dello spagnolo che vale anche il nuovo record della pista, migliore del crono siglato da Marc Marquez nel 2011 (1:53.296). Una prestazione che conferma il buon feeling di Rabat con Aragon, giunto due volte secondo nel 2013 e 2014. Alle spalle dell’iberico, troviamo un ritrovato Takaaki Nakagami a +0.135 millesimi e un sempre consistente Alex Rins a +0.188. Ottimo il crono di Simone Corsi in quarta posizione e distanziato solo di 2 decimi dalla vetta. Il leader della classifica iridata, invece, Johann Zarco non è andato oltre il settimo tempo in 1:53.775 ma è presto per non considerarlo tra i favoriti di domenica, avendo anche la possibilità di chiudere i conti per il campionato.

 

CLASSIFICA TEMPI PROVE LIBERE MOTO2

moto2

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Immagine: profilo FB Enea Bastianini

Twitter: @Giandomatrix

Lascia un commento

Top