MotoGP, Gran Premio di San Marino 2015 Misano: i precedenti tra Lorenzo e il Dottore a “Casa Rossi”

Lorenzo-e-Rossi-Yamaha-Libera.jpg

GP di San Marino e Riviera di Rimini, tredicesima prova del Motomondiale 2015.
Di primo acchito, non sarebbe nemmeno proponibile un testa a testa Rossi-Lorenzo, circa le vittorie in carriera a Misano dei due pretendenti alla corona iridata della MotoGP 2015, pensando ai tanti momenti trionfali vissuti qui dal padrone di casa (nel senso letterale del termine, visti i poco più di dieci chilometri che dividono Misano Adriatico e Tavullia). In realtà, numeri alla mano, Valentino e Jorge hanno conquistato Misano tre volte a testa nella classe regina, con lo spagnolo addirittura avanti nel computo totale, alla luce della vittoria in cc250 nell’ormai lontano 2007.

I confronti diretti a Misano tra Rossi e Lorenzo hanno inizio nel 2008, anno in cui l’iberico ha fatto il suo esordio in MotoGP in sella alla Yamaha, coinquilino proprio del Dottore nella Casa dei tre diapason, prima dell’esperienza poco felice di quest’ultimo in quel di Borgo Panigale.
Il primo duello romagnolo tra i due è già show allo stato puro: vince Rossi precedendo Lorenzo di soli tre secondi. Dietro, il vuoto, con Toni Elias a quasi dodici secondi e il poleman – nonché campione del mondo in carica su Ducati – Casey Stoner volato giù per terra.

Nella stagione successiva, sembra di assistere incredibilmente al replay della corsa del 2008: Valentino primo, Jorge secondo a 2.416, Dani Pedrosa (quarto l’anno prima) terzo a dodici secondi e spiccioli. Due a zero Rossi, palla al centro e sesto alloro iridato nella classe regina per lui a fine stagione.

Misano 2010 sarà per sempre ricordato come un gran premio triste e drammatico: durante la gara di Moto2 il giapponese Shoya Tomizawa, dopo essere caduto, viene travolto mortalmente da Alex De Angelis e Scott Redding. In MotoGP, affermazione di Pedrosa, secondo Lorenzo, terzo Rossi, nessuna scena di giubilo a fine corsa.

GP di San Marino e Riviera di Rimini 2011. Lorenzo accorcia sul diretto avversario italiano nel computo degli scontri diretti di Misano: il maiorchino domina, il Dottore, settimo, non riesce a trovare le giuste cure per la sua malaticcia Ducati Desmosedici. Due a uno Rossi.

Dodici mesi più tardi, Jorge Lorenzo pareggia il conto precedendo sul traguardo il pesarese di quattro secondi e quattro decimi. E in autunno bisserà il titolo mondiale in MotoGP del 2010.

Nel 2013 lo spagnolo serve il terzo amaro consecutivo in Romagna a tutti i fans di Valentino, finito ai piedi del podio nell’occasione.

E arriviamo così al GP di San Marino dello scorso anno. Probabilmente, il più emozionante e divertente fra tutti quelli fin qui sintetizzati. Ad un anno e tre mesi di distanza dalla sua ultima vittoria (GP d’Olanda 2013), alla sua trecentosettesima presenza assoluta nel motomondiale, Valentino Rossi torna sul gradino più alto del podio, centrando la sua personale centosettesima vittoria in carriera (prima stagionale). Al secondo posto, ad appena 1.578 di distanza, proprio il compagno di squadra Movistar Yamaha Jorge Lorenzo. Il solito Dani Pedrosa del team Repsol Honda a chiudere il podio. Il futuro, famelico campione del mondo Marc Marquez cade durante la contesa per il primo posto con Rossi.

Valentino – Jorge a Misano: a conti fatti, tre vittorie per parte. Ma quest’anno, al di là del primato relativo alla pista di “Casa Rossi”, c’è in palio qualcosa di ben più importante…
Entrambi bramano, sognano, quindi, fuori i secondi e vinca il migliore.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

 

Lascia un commento

Top